HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


C.D.A.

SocietÓ operante nel settore della distribuzione automatica di alimenti

 

Semaforo verde

 

Problema

Nel corso del 2012 la Direzione aziendale di C.D.A. nell’ambito del proprio percorso di definizione della responsabilità sociale legata agli impatti che la propria attività produce, ha individuato nelle ricadute connesse all’impiego della flotta dei mezzi aziendali, uno dei temi su cui attivare delle azioni di definizione, monitoraggio e riduzione degli impatti. Il parco veicoli della società è impiegato principalmente per l'attività di servizio e manutenzione sui distributori automatici di alimenti e bevande ed è utilizzato su un vasto territorio.

 

Soluzione
Tra gli interventi per il contenimento degli impatti generati dal trasporto vi sono la manutenzione programmata, l'ammodernamento della flotta circolante, il passaggio a combustibili alternativi al diesel. Per il triennio 2012-2014 C.D.A. srl ha però deciso di intraprendere delle azioni integrative specifiche per contenere l'impatto della mobilità dei propri mezzi, attivando i seguenti percorsi principali che sono stati raccordati nell’ambito di un progetto denominato “Semaforo Verde”.  

Il progetto prevede l'incentivazione economica del personale in funzione del miglioramento delle performance L/km ottenute; lottimizzazione delle distanze sul giro clienti sulla base di aree di competenza; la gestione della merce trasportata dai furgoni in relazione al reale fabbisogno stimato per cliente.

Uno degli aspetti innovativi del progetto risiede nel tipo di approccio finalizzato al miglioramento socio-eco-ambientale delle performance sui singoli profili di guida degli affidatari degli autoveicoli aziendali, che si caratterizza per il controllo continuativo dei comportamenti dei singoli affidatari dei mezzi; l’informazione generale a supporto della fase di start-up e poi a cadenza definita quale riconoscimento ai “best performer” per l’innesco dell’emulazione virtuosa; l’informazione ai singoli, allo start-up e a cadenza definita, sulle loro prestazioni e sulle eventuali aspettative di miglioramento correlate; l’attività formativa fondata su elementi teorico-pratici e sul confronto con i risultati di altre esperienze.

 

 

Risultati

Nei primi tre mesi (ottobre-dicembre 2012) del progetto “Semaforo Verde”, che rappresentano il periodo minimo per poter valutare l’impatto della nuova policy sulla mobilità sostenibile, in particolare sul risparmio di carburante, si possono cogliere soprattutto le linee di tendenza, oltre che un primo risultato già di buon livello.

Il primo trimestre, in questo senso, offre un esito rassicurante. 

Le persone a cui sono affidati i mezzi della flotta della C.D.A. hanno dimostrato immediata reattività, recependo l’innovazione e la necessità di praticarla. Alcune eccezioni su tale risposta complessiva necessitano di approfondimento; si è ipotizzato che un carente allineamento tra obiettivi personali e la strategia dell’impresa proposta con il progetto riduce le possibilità di utilizzare al meglio il potenziale presente nell’organizzazione e richiede approfondimenti individualizzati. Si cercherà pertanto di lasciare ai singoli affidatari dei mezzi il compito di trovare proprie modalità innovative per aiutare la C.D.A. a raggiungere in maniera condivisa gli obiettivi strategici del progetto.

Sull'impresa

Settore: Alimentare e bevande Website: www.cda.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica