HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


CANCLINI TESSILE

Azienda tessile produttrice di tessuti per camiceria

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2006

Anziani soli

 

Problema
Le strutture di accoglienza e ricovero per anziani sono un valido aiuto per le numerose famiglie che, per diverse ragioni, non riescono ad accudire i propri cari presso il loro domicilio. Ma, in ragione dell’elevato numero di ospiti, spesso le strutture non riescono a dedicare attenzione alle esigenze personali di ogni individuo e da questa situazione nascono terribili condizioni di solitudine e fenomeni depressivi che minano alla salute dell’anziano e rendono più breve la sua aspettativa di vita. Un problema così complesso può essere alleviato dall’intervento di una rete di solidarietà che mobiliti più soggetti impegnati nella comunità, comprese le imprese e i lori dipendenti.

 

Soluzione
Canclini Tessile ha voluto dare risposta ad un’esigenza sociale del territorio nel quale è situata, mediante la costituzione di un’organizzazione non profit interna all’azienda. L’Associazione Un Sorriso In Più, attiva dal 2004 e resa possibile anche grazie all’impegno dei dipendenti, è un’organizzazione con finalità di solidarietà sociale rivolte a diversi aspetti del vivere umano, tra cui: assistenza ad anziani privi di legami familiari ospitati in Residenze Sanitarie Assistenziali (Progetto Anziani Soli), raccolta fondi a favore del sostegno di strutture socio-educative (Progetto Zero-Tre) e adozioni a distanza.
Il Progetto Anziani Soli 2005-2006, grazie al coinvolgimento di alcuni volontari, si pone l’obiettivo di offrire sostegno relazionale agli ospiti delle RSA. Negli ultimi tempi, sono sempre più frequenti i casi di isolamento e di solitudine degli anziani ricoverati e questa condizione contribuisce ad aggravarne la salute psico-fisica. Questo innovativo progetto pone al centro della sua attività l’esigenza di ogni singolo individuo ospite delle RSA, al fine di osservarne con maggiore attenzione i bisogni personali. Ma l’associazione interviene anche nella formazione di gruppi omogenei, ove possibile e se ritenuto utile per la socializzazione tra gli ospiti.
Dopo un’attenta analisi delle diverse RSA presenti sul territorio sono state individuate una serie di RSA ove il numero di anziani soli era piuttosto elevato e dove uno degli obiettivi della struttura era evitare l’isolamento e la solitudine degli stessi. Gli istituti scelti disponevano di scarsi mezzi finanziari e necessitavano di aiuti, non solo economici, per realizzare un concreto progetto di assistenza ed intrattenimento. L’attivazione del rapporto con l’anziano da parte dell’associazione si realizza all’interno delle RSA, d’accordo con gli Educatori Professionali e gli animatori della struttura e si concretizza in una serie di attività: individuazione dell’anziano solo (cioè di coloro che ricevono meno di 8 visite, da parte dei parenti, in un mese), presentazione dell’associazione alla struttura ed agli ospiti, primo incontro con l’ospite e organizzazione degli incontri individuali tra il volontario e l’anziano.
Nell’organizzazione dei gruppi, invece, si è proceduto ad effettuare una programmazione di incontri con gli educatori/animatori della RSA, nell’ambito dei quali si sono decise specifiche attività d’intrattenimento, successivamente presentate agli anziani al fine di ottenerne il coinvolgimento.
L’associazione, sostenuta interamente dall’impresa che ne finanzia i progetti e le spese di gestione, coordina 20 volontari esterni all’azienda impiegati quotidianamente ed il personale volontario interno dell’azienda Canclini che impegna circa 150 ore all’anno sui progetti. Anche l’imprenditore è coinvolto direttamente nell’associazione ed opera assumendosi la responsabilità della costante divulgazione, presso tutti gli stakeholder di riferimento, delle iniziative e dei successi ottenuti da Un Sorriso In Più.
L’impresa offre supporti materiali (uffici, computer, fax) e la disponibilità dei dipendenti che, oltre a rendersi disponibili in qualità di volontari, si impegnano costantemente a fornire le loro specifiche competenze per la buona riuscita dell’associazione e dei progetti. I dipendenti vengono informati periodicamente sull’andamento delle iniziative e sulle esigenze dell’associazione, così da suscitarne un continuo impegno. L’attività di comunicazione relativa al progetto Anziani soli viene effettuata attraverso volantini (affissi in luoghi ad alta frequentazione quali biblioteche, parrocchie, comuni), eventi (quali ad esempio, spettacoli teatrali in dialetto che rappresentano anche un momento di svago per gli anziani), passaparola e sito internet. Il progetto infine, prevede degli incontri settimanali tra l’impresa ed il responsabile dell’associazione al fine di effettuare un monitoraggio dell’andamento dei progetti e una verifica del raggiungimento degli obiettivi (valutati anche mensilmente mediante incontri con i volontari).

 

Risultati
L’impresa si ritiene soddisfatta dei risultati conseguiti e si impegnerà a mantenerli ed ampliarli nel tempo, così che gli anziani che beneficiano di tale servizio possano essere sempre più numerosi.
Dal punto di vista interno all’azienda, il progetto ha contribuito a creare, grazie alla condivisione ed al rafforzamento di molti valori in comune, un clima di cooperazione tra i dipendenti.
Inoltre, attraverso Anziani Soli è stata stimolata una presa di coscienza dell’intera comunità nei confronti della condizione degli anziani ricoverati nelle RSA presenti sul territorio.


Sull'impresa

Settore: Tessile e abbigliamento Website: www.canclini.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica