HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


Prima Industrie

Giovani risorse per il futuro

 

Problema
Investire in modo concreto sulle nuove generazioni per portarle alla crescita, vuol dire ridare valore allo studio, combattere l'abbandono o la dispersione scolastica e affermare il primato del sapere come elemento distintivo di un Paese.

 

Soluzione

Le iniziative che Prima Industrie ha avviato per i giovani e per la loro formazione, sono: Master, rivolti a laureati di età inferiore ai 29 anni e percorsi di Alternanza Scuola – Lavoro, che coinvolgono ragazzi di 16 anni. L’obiettivo dei Master è quello di introdurre in Azienda giovani laureati con risultati accademici eccellenti e farli crescere, in modo che possano essere collocati, al termine dell’esperienza, nelle aree dove si sono maggiormente distinti. I processi di apprendimento si sviluppano attraverso fasi accademiche alternate a fasi applicative.  Nei percorsi di ASL, invece, l’attenzione è focalizzata sull’orientamento. Gli studenti avranno la possibilità di sperimentare attività reali, in ambiente protetto e sotto la tutela di un Tutor aziendale. Questi ragazzi ancora non sanno quali saranno i loro percorsi futuri e hanno bisogno di essere accompagnati all'interno dell'organizzazione, in modo delicato e tollerante. 

 

Risultati
Quest’iniziativa ha permesso di rinnovare il rapporto tra istituzione accademica e impresa, che collaborano per affermare valore culturale e intellettuale, pur mantenendo i propri ambiti di autonomia. Nel futuro, i benefici prodotti per la Comunità, faranno riferimento alla possibilità di creare immediatamente occupazione (Master) e di sviluppare conoscenze e competenze che aumenteranno l'occupabilità dei giovani o la loro capacità di operare scelte successive al diploma in modo più consapevole e informato (Percorsi ASL).

Sull'impresa

Settore: Servizi Website: www.primaindustrie.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica