HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


CONSIP

Gestisce servizi e progetti a valore aggiunto di tipo consulenziale, tecnologico e project management

 

Applicazione in Azienda del D.Ls 231/01

 

Problema
Nel 2001 è stato emanato un decreto legislativo (231) che mira a migliorare e diffondere la cultura della correttezza e della trasparenza nel sistema economico italiano. Alle aziende e alle banche di tutte le dimensioni è stata richiesta l’adozione di un codice etico, l’introduzione di un organismo di vigilanza e la formalizzazione di procedure e controlli interni (“Modello organizzativo”). L’adozione di questo modello è attualmente facoltativa, ma fortemente consigliata per individuare e prevenire le condotte penalmente rilevanti.

 

Soluzione
Consip a partire dal 2003 ha deciso di dotarsi di strumenti utili ad accrescere la trasparenza del proprio operato, individuando nell’adeguamento al D.Lgs. 231/01 lo strumento ottimale per raggiungere tale obiettivo. E’ stato quindi predisposto il Modello organizzativo richiesto dalla normativa e costituita la struttura interna, l’Organo di Vigilanza (OdV) deputato alla diffusione, verifica ed aggiornamento del Modello.
Si è scelto di far partecipare tale progetto per la sua particolare innovatività, soprattutto nel contesto delle Società pubbliche. La Consip ha deciso infatti di autocontrollarsi e di investire significativamente in tale progetto interessando tutta la propria struttura e, soprattutto anche coloro che a vario titolo sono coinvolti nella Mission aziendale: consulenti, fornitori, Pubbliche Amministrazioni.
Il Progetto ha comportato da subito il coinvolgimento massivo di tutta la struttura interna, sono infatti stati formati in aula per 4 ore tutti i dipendenti, per 8 ore tutti i dirigenti e direttori.
Tale processo, scandito da momenti di incontro fra i diversi attori e sottoposto alla verifica di un organismo terzo in grado di proporre interventi sanzionatori, anche rilevanti, nei confronti di eventuali violatori, è la prima compiuta e consolidata esperienza in Italia di quella che potremmo definire partnership fra pubblico e privato.
Il Modello che comprende anche il Codice Deontologico è mantenuto costantemente aggiornato alla normativa, alla giurisprudenza ed ai mutamenti organizzativi dell’azienda.
Il progetto è perfettamente in linea con la mission della Consip che è, fra l’altro, quello di far individuare e diffondere la cultura dell’innovazione e della trasparenza sia nella PA che in tutti quegli attori che con essa, a vario titolo, hanno a che fare.

 

Risultati
La definizione del Modello ha consentito all’azienda di presentarsi come precursore di quanto poi fatto da altre aziende similari. Ha ottimizzato i processi interni stimolandone la razionalizzazione.
Al momento l’azienda infatti si presenta come ben organizzata, trasparente e, soprattutto ben controllata nel rispetto delle proprie regole interne.
L’aver applicato sanzioni e l’averlo reso certo per il futuro ha dimostrato la serietà degli intendimenti aziendali e la risolutezza a mantenerli dal cambiamento di leadership. I fornitori riconoscono alla Consip di aver introdotto moltissime innovazioni nel senso di maggior trasparenza, coinvolgimento ed apertura alle procedure di affidamento aumentando il livello di fiducia nelle stesse.

Sull'impresa

Settore: Servizi Website: www.consip.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica