HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


CONSIP

Gestisce servizi e progetti a valore aggiunto di tipo consulenziale, tecnologico e project management

 

Recupero “Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche” (RAEE)

 

Problema
La crescita esponenziale dei consumi di apparecchiature elettriche ed elettroniche e la sempre più rapida obsolescenza di questo genere di prodotti hanno fatto sì che la Commissione Europea introducesse una disciplina giuridica specifica.

 

Soluzione
Il ruolo di Consip nella responsabilità sociale d’impresa ha la sua genesi con la nascita del progetto di razionalizzazione della spesa pubblica. La società ha infatti l’obiettivo di utilizzare una minore quantità di risorse economiche per consentire allo Stato il contenimento dei costi di bilancio.
L’impegno di Consip nel Green Public Procurement si è sviluppato nel corso degli ultimi anni con evidenza crescente sia nell’impegno delle risorse sia nel numero delle iniziative specifiche dedicate all’attuazione del Programma di Razionalizzazione della Spesa Pubblica.
La collaborazione con il Ministero dell’Ambiente ha rinsaldato un legame che ha contribuito alla redazione di un Piano Nazionale d’Azione sul Green Public procurement, il cui impegno ha trovato riconoscimento anche nella Legge Finanziaria 2007.
La Consip ha realizzato, nel corso del 2006, uno studio di fattibilità per l’avvio di progetti di recupero di PC inerente i RAEE, ovvero i Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, in collaborazione con il MEF, il Comune di Segrate, il Ministero dell’Istruzione, il Ministero della giustizia, il sistema confederale delle Imprese.
L’obiettivo del progetto è stato quello di verificare la fattibilità operativa del recupero e reimpiego di materiale informatico dismesso -in particolare PC- e giacente nelle Pubbliche Amministrazioni al fine di un riutilizzo presso altre strutture pubbliche, ad esempio le Scuole o le strutture carcerarie.
Lo sviluppo operativo del progetto ha permesso di ottenere benefici sia sociali che ambientali: da una parte un aumento dell’alfabetizzazione informatica di soggetti che non possono altrimenti usufruirne (ad esempio alunni e insegnanti non dotati di personal computers, detenuti per progetti di recupero ed inserimento) dall’altra un fattivo contributo all’attuazione della Direttiva in materia di RAEE che prevede la promozione, all’interno gli stati membri dell’Unione Europea di comportamenti idonei alla corretta gestione di RAEE ed un contributo alla sostenibilità ambientale attraverso l’allungamento del ciclo di vita dei prodotti e la riduzione dei rifiuti.
Per rendere significativa la sperimentazione, Consip ha svolto un‘analisi accurata sul territorio lombardo, notoriamente quello a più alto livello tecnologico, e in seguito tre approfondimenti documentali, con ambito di indagine nazionale e locale, oltre ad un approfondimento normativo.
Il risultato di tale progetto è attualmente patrimonio di tutte le Pubbliche Amministrazioni, sul sito dedicato al progezzo, nella sezione Pratica e teoria, “Documentazione a supporto”.

 

Risultati
L’obiettivo del progetto è stato quello da una parte di rendere disponibile la conoscenza di un processo virtuoso di allungamento del ciclo di vita dei beni informatici, dall’altra nell’accrescimento dell’alfabetizzazione informatica di cittadini non in grado di provvedere autonomamente alla dotazione di una postazione di informatica individuale.
La fruibilità dei risultati da parte di tutte le Amministrazioni Pubbliche ha incoraggiato la realizzazione di progetti specifici di cessione di beni informatici verso istituzioni scolastiche o verso istituti penitenziari, al fine di testare concretamente il modello descritto e rendere disponibile il modello in chiave di replicabilità presso soggetti pubblici o privati.

Sull'impresa

Settore: Servizi Website: www.consip.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica