HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


HERA

SocietÓ di produzione e servizi energia elettrica

 

Progetto RAB Imola

 

Problema
Le comunità e le loro autorità locali sono spesso allarmate da decisioni aziendali relative all’insediamento di nuovi impianti produttivi ed infrastrutture, considerate utili ma “pericolose” per le possibili ricadute ambientali. Un dialogo aperto tra le parti coinvolte può contribuire ad una miglior valutazione dell’impatto reale, facilitando il consenso e la definitiva accettazione da parte del corpo sociale interessato.

 

Soluzione
A seguito di una Convenzione siglata tra Hera e il Comune di Imola, che ha per oggetto la realizzazione da parte dell’impresa di una centrale termoelettrica a ciclo combinato di tipo cogenerativo della potenza di 80 MW, per soddisfare l’aumento della richiesta termica del circuito di teleriscaldamento di Imola, è stato creato il RAB (Residential Advisory Board). La Convenzione disciplina gli obblighi e oneri a carico di Hera per la realizzazione della centrale termoelettrica e definisce le caratteristiche del nuovo impianto e dello sviluppo della rete di teleriscaldamento cittadina, le modalità di monitoraggio ambientale, e di coinvolgimento della comunità locale e le relative opere di mitigazione ambientale (tra cui azioni per la mobilità sostenibile). Il Consiglio Consultivo della Comunità Locale di Imola (RAB), eletto dai cittadini, ha lo scopo di facilitare l'informazione e la comunicazione tra i cittadini stessi, l'Amministrazione Comunale e il Gruppo Hera, in merito agli impatti sull'ambiente, sulla salute, sulla qualità della vita derivanti dalla costruzione, dalla attività e dalla gestione dell'impianto di cogenerazione localizzato presso la sede Hera Imola - Faenza di via Casalegno. Il RAB si propone quale strumento utile nel momento in cui si verificano dei cambiamenti in zone dove sono presenti contemporaneamente degli agglomerati urbani e degli insediamenti industriali e, perciò, dove si avverte la necessità di ricevere delle informazioni corrette e trasparenti proprio in merito al cambiamento in atto. Il Rab è composto di 12 membri, 3 rappresentanti di Hera e 9 cittadini eletti nell’aprile 2007 tramite elezioni pubbliche cui hanno partecipato oltre 2.600 cittadini. Invitati permanenti del Comitato, i rappresentati delle autorità pubbliche e di controllo (Comune di Imola, ARPA e AUSL). La strategia complessiva del Gruppo Hera è incentrata nel perseguire specifiche opportunità di crescita nel rispetto delle seguenti linee guida: sviluppo, sostenibilità, efficienza e razionalizzazione, innovazione. Queste priorità strategiche uniformano le attività di Hera nella ricerca delle opportunità di creazione di valore emergenti sia “dall’interno” del Gruppo che “dallo scenario esterno” di riferimento in continua evoluzione. In particolare la linea guida strategica che riguarda la sostenibilità comprende azioni e iniziative per la gestione sostenibile delle attività aziendali, per la riduzione degli impatti ambientali e sociali: si tratta di azioni per la riduzione dei consumi di risorse naturali (risparmio energetico, idrico, ecc.), per la riduzione delle emissioni in atmosfera (metanizzazione della flotta mezzi, miglioramento dei sistemi di abbattimento degli inquinanti, ecc.), per l’incremento della raccolta differenziata 

 

Risultati
I principali risultati ottenuti attraverso il progetto RAB sono: una pianificazione (monitoraggio e comunicazione) a più voci e con attenzione alle esigenze del territorio; trasparenza a tutto il processo tramite coinvolgimento degli attori sin dalle prime fasi di sviluppo dello strumento; un clima di fiducia reciproca con obiettivo di rendere i cittadini stessi partecipi delle decisioni e la gestione consapevole e razionale del confronto cittadini–impresa piuttosto che in modo emotivo ed istintivo. Ad oggi sono stati realizzati sette incontri del RAB; sono in programma per la prima metà del 2008 sia un incontro con i presidenti dei Forum sia un’assemblea pubblica di resoconto sui lavori del RAB stesso. Il progetto RAB, per sua definizione, è rivolto agli interlocutori esterni all’azienda e quindi il personale interno svolge soltanto una funzione di riferimento per le richieste della cittadinanza. Nonostante ciò, lo svolgimento del progetto ha prodotto un aumento delle competenze relazionali dei dipendenti di Hera che fanno parte del RAB: Direttore Generale, operatrice Relazioni Esterne, Responsabile Qualità, Sicurezza e Ambiente. Il costante confronto con i cittadini presenti nel RAB ha prodotto anche una maggiore valorizzazione delle competenze tecniche e professionali possedute da questi dipendenti. Il RAB offre la possibilità di porre l’attenzione sulla qualità della vita nell’area in cui risiedono i cittadini; si ottiene così informazione e trasparenza riguardo le attività svolte dall’impresa, i rischi generati, le conseguenze per l’ambiente naturale e la sicurezza. Si ha maggiore possibilità da parte degli stakeholder di verificare e controllare le attività operative aziendali e aumenta la capacità di promuovere costantemente il punto di vista e le esigenze dei cittadini residenti all’interno dei processi decisionali.

Sull'impresa

Settore: Energia, gas, acqua Website: www.gruppohera.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica