HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


HOLCIM ITALIA

Opera nei settori cemento, aggregati (sabbia e ghiaia) e altre attività legate al mondo delle costruzioni

 

“Holcim (Italia) 1928<2008: un patrimonio in costruzione”
Merone (Como)

 

Problema
Anche il patrimonio storico accumulato negli anni può divenire, soprattutto per le aziende con significativa longevità, strumento strategico con cui evidenziare il valore sociale del percorso di sviluppo seguito dall’impresa. Questo meccanismo risulta poi ancora più efficace nel caso di aziende fortemente radicate nel territorio: in questi casi la memoria storica dell’azienda coincide con l’evoluzione di un luogo e con il vissuto delle persone che lo hanno popolato, rendendo l’impresa un soggetto sociale – non soltanto economico e produttivo – a tutti gli effetti.

 

Soluzione
Holcim (Italia) ha colto l’opportunità dell’80° anniversario della sua fondazione per rileggere in ottica di sviluppo sostenibile il proprio modo di essere e di operare. A tal proposito l’azienda ha avviato, nel 2007, un percorso di studi storico-territoriali volto a riscoprire e a valorizzare il patrimonio che ha contraddistinto la propria attività produttiva a partire dal 1928. Ciò ha permesso di ripercorrere le peculiarità del rapporto storicamente determinatosi tra l’azienda e le comunità locali identificando il significativo contributo scientifico, culturale ed informativo apportato a vantaggio della crescita del territorio lombardo.Tale patrimonio è stato raccolto nel volume “Holcim (Italia) 1928<2008: un patrimonio in costruzione”, stampato in 5.000 copie su carta FSC e distribuito a dipendenti e stakeholders. Per la sua realizzazione sono stati necessari: un approfondito lavoro di ricerca e consultazione presso svariati archivi pubblici e privati, attraverso cui sono emersi numerosi contributi relativi alla storia dell’azienda; la raccolta di testimonianze dirette e la redazione di interviste, grazie alle quali è emersa una forte coerenza tra identità aziendale originaria e strategia d’impresa attuale; la condivisione e la pubblicazione di questo patrimonio in un volume in cui, attraverso la metafora dell’architettura, fossero descritte alcune opere ubicate nelle stesse comunità in cui ancora l’azienda conduce le proprie attività produttive. Il volume in particolare si apre con un capitolo sulla “Responsabilità Economica” che descrive, attraverso carteggi manoscritti, studi di macchinari e rapporti sulla geografia dei suoli, le motivazioni che hanno presieduto alla scelta dell’ubicazione e del lay-out dello stabilimento ai tempi della fondazione, per poi ripercorrere tutta la storia dell’azienda attraverso immagini ed episodi significativi; l’organizzazione di momenti pubblici in cui presentare l’opera e celebrare l’anniversario dell’azienda. L’iniziativa editoriale di Holcim (Italia) ha ottenuto il supporto e il patrocinio di Regione Lombardia – Qualità dell’Ambiente, Provincia di Como – Settore Ecologia e Ambiente, Provincia di Lecco, Comune di Merone, Unione Industriale di Como, Politecnico di Milano.

 

Risultati
Il volume è stato presentato e distribuito ai dipendenti nell’ambito di un pomeriggio dedicato alla celebrazione dell’80° anniversario dell’azienda; in questa occasione è stata anche inaugurata una mostra fotografica che, con circa 200 soggetti documentali e fotografici vicini ai contenuti del volume, ha ripercorso gli 80 anni di storia di Holcim (Italia). Lo stesso momento è stato organizzato, nella giornata successiva, per gli stakeholder esterni. La mostra poi è stata aperta al pubblico nel corso della III edizione dell’Open Day aziendale ed è stata vistata da 1950 persone.Il progetto ha permesso all’azienda di rafforzare la propria identità, facendo crescere tra i dipendenti l’orgoglio di essere parte di una grande realtà industriale con un passato di sicura rilevanza.

Sull'impresa

Settore: Edilizia e costruzioni Website: www.holcim.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica