HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


PIRELLI & C.

Industria di cavi e pneumatici

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2007

Progetto di Gruppo “Pari Opportunità”

 

Problema
Molti aspetti del nuovo mercato globale del lavoro fanno sì che le aziende dovrebbero pensare ad una modalità di approccio all’internazionale maggiormente flessibile, per rispondere in maniera tempestiva ai bisogni dell’organizzazione e degli individui che in essa lavorano.
Ad oggi, non sono molte le aziende, in Italia e nel mondo, ad aver implementato un programma sul tema delle diversità e ad essersi impegnate con una ‘carta’ ufficiale che riconosca le risorse umane e le diversità come portatrici di valore.

 

Soluzione

Il Progetto ‘Pari Opportunità’ si fonda sulla convinzione che una comunità aziendale più equilibrata possa essere più efficace nel raggiungimento dei risultati. Ciò trova esplicazione nella Dichiarazione di Gruppo sulle Pari Opportunità.

Il Progetto nasce con l’obiettivo di valorizzare le differenze in tutti i processi aziendali e garantire l’effettiva parità di trattamento dei dipendenti in ogni settore, mansione e grado.
Nel 2005 è stato costituito lo Steering Commettee Pari Opportunità, con apposita Disposizione Generale comunicata a tutte le Affiliate del Gruppo. Lo Steering è composto dal Top management del Gruppo ed ha il compito e la responsabilità di indirizzo strategico e presidio di Piani e Progetti aziendali relativi alle Pari Opportunità.
Nei fatti, il piano si è concretizzato in una serie di azioni positive con specifici target di valorizzazione e sviluppo delle diversità nell’ambito della gestione delle risorse umane. In particolare:
- reclutamento di giovani laureati, di cui almeno il 50% donne
- incremento del 20% del numero delle donne impegnate in percorsi di mobilità internazionale (oggi su 227 espatriati, solo 23 sono donne);
- raddoppio del numero di donne partecipanti ai principali corsi manageriali di Gruppo
- miglioramento/allineamento della presenza femminile in tutti gli stabilimenti
- valorizzazione/sviluppo della presenza di stranieri negli stabilimenti europei attraverso iniziative di formazione interculturale, corsi di lingue, spazi dedicati a momenti di preghiera e attenzione nelle mense alle diverse abitudini alimentari.
Queste azioni sono state integrate ad altre, concepite per favorire la conciliazione fra l’impegno professionale e la vita privata. In particolare, sono stati realizzati asili nido aziendali nelle aree potenzialmente interessate ed è stata prevista l’estensione dell’utilizzo del part-time predefinito nella durata (al rientro dalla maternità o a fronte di specifiche esigenze personali).

 

Risultati

Il progetto è in itinere e coinvolge circa 25.000 dipendenti.
Nel 2006 si rileva un’incidenza della presenza femminile in posizioni manageriali pari al 20% circa (contro il 17% del 2005), in posizioni di staff pari al 36% (invariata rispetto al 2005) e operaia pari al 3% (contro il 2% registrato nel 2005). Rispetto allo scorso anno si è dunque verificata una dinamica migliorativa, ascrivibile peraltro ad un naturale corso di eventi, essendo il 2007 l’anno di inizio implementazione delle specifiche azioni positive finalizzate a incrementare la presenza femminile sia nelle aree di maggior disequilibrio che nelle posizioni manageriali.



Sull'impresa

Settore: Altre industrie manifatturiere Website: www.pirelli.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica