HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


TELECOM ITALIA

Operatore di telecomunicazioni fisse e mobili

 

Comunico-Io
Milano (Milano)

 

Problema
La sordità è un handicap forse non immediatamente visibile ma estremamente grave, perché esclude l'individuo che ne è portatore da una società che difficilmente vi riserva attenzioni e servizi. Tale emarginazione è visibile anche e soprattutto nel mondo del lavoro: non l’Ente Nazionale Sordi (ENS) ha infatti descritto proprio la disoccupazione come uno degli aspetti più critici della vita, già per nulla semplice, di queste persone.

 

Soluzione
Scopo del progetto “Comunico-Io” è agevolare la comunicazione per i dipendenti affetti da sordità, favorendone l’integrazione all’interno dei processi operativi. Tutte le persone sorde di Telecom Italia, ovunque lavorino, ora possono comunicare tra loro e con gli altri colleghi tanto nella Lingua Italiana dei Segni quanto per iscritto, grazie a telefonini con schermi particolari, web cam per PC, applicativi per chattare online. Attraverso le più avanzate tecnologie per la traduzione automatica il sordo chiama l’udente e scrive un testo che la tecnologia legge all’udente; quando invece quest’ultimo parla, la tecnologia traduce il parlato in testo scritto per il sordo.La decisione di avviare il progetto “Comunico-Io” è partita da un’esigenza rilevata internamente all’azienda dal sistema dei supporter, cioè dal gruppo di dipendenti che hanno il compito di individuare e segnalare al management i bisogni delle persone che lavorano nelle sedi Telecom italiane, nonchè di proporre soluzioni efficaci. In un reparto operativo con un’elevata presenza di sordi è emerso che il know how dell’azienda sarebbe stato utile per alleviarne l’isolamento e facilitarne l’integrazione; i supporters hanno intercettato tale bisogno, lo hanno sottoposto ai vertici aziendali e questi lo hanno accolto, fornendo la tecnologia e la disponibilità di risorse umane necessarie per rispondervi adeguatamente. Sono state così avviate delle ricerche volte a sviluppare dei dispositivi che traducessero dalla lingua dei segni italiana all’italiano e viceversa. L’intranet aziendale è stata utilizzata per condividere con tutto il personale l’avvio e lo sviluppo dell’iniziativa. Anche l’Ente Nazionale Sordi (ENS) è al corrente del progetto, che peraltro si aggiunge al già avviato “Progetto Ponte” che i due enti portano avanti insieme.

 

Risultati
I sordi impiegati presso Telecom Italia dichiarano che le agevolazioni messe loro a disposizione con il progetto “Comunico-Io” hanno facilitato le loro relazioni interpersonali, grazie per esempio al fatto di non dover scrivere un’e-mail ogni qualvolta sia necessario comunicare coi colleghi. Essi poi vivono il progetto con grande soddisfazione, perché lo considerano un segno di particolare attenzione da parte dell’azienda nei loro confronti.  Dal punto di vista dello sviluppo di nuovi servizi, le soluzioni tecnologiche individuate nell’ambito del progetto “Comunico-Io”, di cui ormai è attestata l’efficacia, potrebbero aprire opportunità commerciali anche nel breve periodo.

Sull'impresa

Settore: Poste e Telecomunicazioni Website: www.telecomitalia.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica