HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


TELECOM ITALIA

Operatore di telecomunicazioni fisse e mobili

 

Telefono cordless ECO a basso impatto ambientale

 

Problema
In cima alle scelte dei produttori non ci sono mai state né quella di progettare telefoni ecocompatibili né quella di realizzare imballaggi a basso impatto ambientale: finora le priorità nel concept dei telefoni sono state solo due: estetica e hi-tech. Il rischio ecologico risultava quindi essere fondato non solo perché per costruire cento grammi di telefonino occorrono trenta chilogrammi di materiali, molti dei quali sono tossici e dannosi per l'ambiente, ma anche perché quello della telefonia è un mercato enorme, che sforna costantemente milioni di esemplari.

 

Soluzione
L’obiettivo del progetto sono lo sviluppo e la commercializzazione di un terminale telefonico a basso impatto ambientale. Si tratta di un’esperienza “pilota” volta alla sperimentazione di una serie di soluzioni per l’ottimizzazione dell’ecoefficienza che potranno essere applicabili ad altri terminali di rete domestica. Si è realizzare un telefono cordless in tecnologia DECT, poi denominato ECO, progettato con la collaborazione di: del fornitore Master, dell’Università di Palermo (per i test sulle plastiche e per le verifiche con metodologia LCA sul loro impatto ambientale), dello Studio MID Milano (per il design e per la parte di studio preliminare sui materiali).Le linee guida per la definizione delle caratteristiche del prodotto sono state definite tenendo conto della Policy Interna di Green Procurement, che prevede di calibrare le scelte fin dalla fase di progettazione, allo scopo di ottimizzare gli impatti ambientali per tutte le fasi del ciclo di vita del prodotto. L’obiettivo finale è stata la realizzazione di un prodotto in volumi limitati, ma in grado di proporre una serie di soluzioni che mettano in evidenza l’approccio globale al miglioramento del prodotto, non limitandosi esclusivamente ad alcuni aspetti specifici quali la scelta delle plastiche o la riduzione dei consumi. Il processo ha visto lo svolgimento di uno studio di fattibilità preliminare, seguito dalla definizione delle specifiche dettagliate di prodotto, successiva prototipazione, preserie e produzione; da subito, tutti i vari attori interni a Telecom Italia e i partner esterni sono stati coinvolti per la discussione dei vari passi operativi.

 

Risultati
L’adozione di questo modello di terminale e di altri simili su cui siano adottate le stesse soluzioni di miglioramento porta a sensibili riduzioni dei consumi energetici in ambito residenziale, amplificate dai potenziali volumi in gioco (considerando i soli apparati a marchio Telecom Italia forniti ai clienti finali si supera la decina di milioni di pezzi). La valutazione degli impatti ambientali dimostra inoltre che il vantaggio ambientale legato alle scelte progettuali (scelta plastiche, design for disassembling, ottimizzazione della parte elettronica) prefigura benefici sulle filiere di fine vita dell’intera categoria di terminali per telefonia, privilegiando il riuso, il riciclo e riducendo le problematiche in fase di dismissione finale.

Sull'impresa

Settore: Poste e Telecomunicazioni  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica