HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


AIR LIQUIDE ITALIA

Azienda attiva nel settore dei gas naturali, medicinali e dei servizi ad essi associati

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2008

Il diritto allo studio

 

Problema
Il diritto allo studio è uno degli aspetti cardine che una società avanzata dovrebbe tutelare e garantire; spesso, purtroppo, tale diritto viene posto in secondo piano per privilegiare l’assistenza socio-sanitaria. Tuttavia occorre che la società strutturi dei servizi che consentano ai pazienti pediatrici di entrare a pieno titolo fra i cittadini di questo Paese permettendo loro un sostanziale inserimento sociale affiancato ad un’adeguata formazione.

 

Soluzione
Da 7 anni la ASL Napoli 5 fornisce, in collaborazione con il comune di San Giorgio a Cremano, un servizio di assistenza scolastica domiciliare, unico caso in Italia, ad una piccola paziente. Il progetto si è allargato nel corso del 2006 attraverso la collaborazione di Medicasa, società del Gruppo Air Liquide, arrivando a coinvolgere altri 2 comuni, Ercolano e Torre del Greco, e 7 nuovi pazienti pediatrici, che presentano patologie che compromettono in modo importante le capacità respiratorie rendendo indispensabile per la sopravvivenza dei piccoli pazienti l’utilizzo di ventilatori meccanici. A seconda delle condizioni dei giovani pazienti il servizio scolastico viene svolto presso il domicilio del paziente o presso la struttura scolastica. Nel primo caso vengono inviati dall’istituto scolastico dei docenti presso il domicilio del paziente in modo tale da poter garantire all’alunno un regolare percorso formativo alla costante presenza di un infermiere professionale. Nel secondo caso a ciascun paziente viene affiancato un infermiere sia per il tragitto casa - scuola - casa (che avviene con un mezzo inviato dal Comune di residenza o con la famiglia) sia durante il regolare orario di svolgimento delle lezioni. In questo modo l’istituto scolastico può garantire il proprio contributo formativo in condizioni di sicurezza; ai piccoli pazienti è infatti assicurata la costante presenza dell’Infermiere e uno spazio dedicato, adeguatamente attrezzato con le apparecchiature di emergenza ed il materiale necessario (per es. guanti, aspiratore, cannule per aspirazione, ventilatore meccanico). Il progetto è possibile grazie alla collaborazione tra la ASL, i comuni di residenza dei pazienti e Medicasa. I tre comuni coinvolti partecipano ciascuno per la propria competenza, fornendo, laddove necessario, i mezzi per il trasporto dei pazienti. La Asl Napoli 5 è il partner finanziatore ed è responsabile degli utenti, mentre Medicasa fornisce l’assistenza infermieristica necessaria. Infatti il suo personale è adeguatamente formato e segue annualmente dei corsi di aggiornamento per migliorare le prestazioni sanitarie degli assistiti, monitorate e implementate anche tramite l’utilizzo di software specifici. Per la realizzazione del presente progetto, quest’organizzazione ha quindi coinvolto i suoi infermieri professionali, che hanno accettato con entusiasmo l’opportunità di mettere la propria competenza al servizio di una causa importante, per il tempo necessario. L’efficacia del progetto è visibile nell’attività formativa quotidiana che i bambini coinvolti possono ricevere grazie a questa collaborazione. Oggi i piccoli pazienti possono vivere direttamente esperienze che in precedenza conoscevano solo in modo mediato, e che invece per i loro coetanei costituiscono la quotidianità; nel mese di dicembre, ad esempio, è stato possibile per uno dei bambini coinvolti nell’iniziativa andare al cinema insieme al resto della scolaresca.

 

Risultati
Il risultato principale è stato quello di riuscire a tutelare la dignità dei piccoli pazienti ottemperando ad un diritto fondamentale della persona quale il diritto allo studio. Indubbiamente la qualità della vita dei ragazzi coinvolti è migliorata grazie alla possibilità di vivere esperienze “comuni” con insegnanti e compagni di scuola. Il progetto si considera replicabile anche in altre realtà; attualmente sono 8 i bambini coinvolti. Il personale implicato ha espresso grande soddisfazione per la partecipazione ad un progetto che ha dato modo a bambini affetti da gravi patologie di ricevere l’istruzione alla quale hanno diritto; quest’attività ha anche permesso una proficua collaborazione tra i partner, che hanno condiviso l’impegno necessario alla sua realizzazione ma soprattutto i valori che lo hanno ispirato. Soddisfazione è stata espressa anche relativamente alla collaborazione instauratasi con le famiglie dei piccoli pazienti, che sono state incontrate prima dell’inizio dell’anno scolastico, un canale comunicativo rimasto poi aperto durante tutto il corso dell’anno. L’esperienza ha certamente arricchito il personale coinvolto tanto in termini professionali che umani e valoriali. Il progetto ha quindi migliorato il livello di consapevolezza relativamente alla problematica del diritto allo studio nei pazienti affetti da gravi patologie e all’importanza di trovare soluzioni appropriate per consentire a questi bambini un adeguato inserimento sociale ed una valida formazione scolastica. Una consapevolezza favorita anche dalla diffusione che quest’esperienza ha conosciuto tramite la stampa locale.

Sull'impresa

Settore: Chimico-Farmaceutico Website: www.airliquide.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica