HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


AMGEN SpA

Azienda operante nel settore delle biotecnologie

 

Umanizzazione di reparto

 

Problema
Recenti ricerche hanno messo in evidenza come gli ambienti delle strutture ospedaliere risultano spesso uniformi ed impersonali, caratteristiche che contribuiscono a creare disorientamento e ansia nel paziente, finendo per incidere negativamente sul processo di guarigione.

 

Soluzione
Amgen è azienda da tempo impegnata nella ricerca medico scientifica, ed il suo obiettivo primario è scoprire, sviluppare e rendere disponibili nuovi strumenti terapeutici che possano migliorare in modo sostanziale la vita di pazienti affetti da patologie croniche gravi.
I principi che ispirano l’attività di Amgen sono: l’eccellenza nella ricerca medica e biotecnologica, il pensiero originale, la passione per le sfide mediche, il lavoro in team, il rigore etico e metodologico e, sopra ogni cosa, l’aspirazione ad una migliore qualità della vita delle persone che soffrono. Negli ultimi due anni Amgen, in collaborazione con un architetto che da sempre si occupa delle tematiche relative al rapporto tra individuo ed ambiente costruito, ha progettato uno spazio di accoglienza per “day hospital oncologico”, spazio particolarmente rappresentativo della qualità del rapporto ospedale-paziente. Il progetto si fonda sul criterio dell’umanizzazione ospedaliera e si ispira al rispetto della persona e della sua condizione emotiva, sia come base della progettazione degli spazi, sia come principio organizzativo del servizio. L’iniziativa combatte l’indifferenza e la “neutralità” degli spazi ospedalieri, ambienti spesso sterili che riflettono la paura interiore e contraddicono qualsiasi rispetto e attenzione alla cura della persona. Poiché un’esperienza non può essere scissa dal luogo in cui viene svolta, l’intento progettuale è quello di restituire calore e valore agli spazi destinati agli utenti ed agli operatori, creando luoghi d’accoglienza in grado di suscitare emozioni e comunicare un’idea di libertà e di continuità della vita. Non più quindi, spazi neutri, bensì luoghi che intervengono a modificare sensibilmente il vissuto delle persone.
Il progetto è partito a metà 2004 con un’analisi degli spazi destinati all’accoglienza ed all’attesa. La ricerca, condotta in numerose strutture sanitarie in tutta Italia, ha confermato che questi spazi sono normalmente considerati “di servizio”, di secondaria importanza rispetto a quelli destinati alle terapie. Entro la fine dell’anno è stato completato lo studio teorico ed il metaprogetto architettonico che propone un’immagine unitaria e riconoscibile ma non rigida, declinabile a seconda delle situazioni ambientali diverse. Un’architettura “sensibile” alla delicata condizione emotiva dei pazienti, ispirata agli elementi della natura e basata sullo studio della luce/dei colori e su forme organiche e materiali naturali.
Dall’inizio del 2005, è iniziata la fase di contatto con gli enti presso i quali realizzare i primi interventi progettuali. Questa fase di lavoro ha comportato lo studio approfondito delle specifiche situazioni ambientali e delle esigenze, nonché costanti verifiche dell’effettiva possibilità di realizzazione dell’iniziativa. Lo spazio dell’accoglienza così concepito, proponendo un’atmosfera amichevole e sobria si configura come un luogo di relazioni umane distese, dove gli elementi ambientali evocano rassicurazione e contenimento dall’angoscia e comunicano un messaggio di armonia e di naturale continuità della vita. Il progetto si sviluppa attraverso una stretta e diretta collaborazione tra Amgen e le strutture sanitarie, con il coinvolgimento di Clinici, Primari, Direttori Sanitari, Direttori Generali, Direttori Amministrativi e Direttori Tecnici.

 

Risultati
Nel corso dell’anno sono stati studiati e messi a punto sette progetti dedicati ad altrettante strutture ospedaliere distribuite su tutto il territorio italiano. I primi tre interventi sono attualmente in fase di realizzazione e gli altri verranno distribuiti nel corso dell’anno.
L’immagine della struttura ospedaliera risulta rafforzata da questa operazione e migliora il giudizio generale dei pazienti sul servizio offerto, nonché la disponibilità ad affidarsi alle terapie.
I principali risultati relativi al Personale Medico riguardano un grande coinvolgimento di primari e personale interno sul progetto, una positiva riflessione e ripensamento delle esigenze, un accresciuto senso di appartenenza e di identificazione con il luogo di lavoro, una maggior valutazione del servizio offerto e del personale impegno professionale, un atteggiamento più disponibile nei confronti dei pazienti ed un costante stimolo al miglioramento degli ambienti e/o dei servizi offerti.
Dal punto di vista dell’utente del servizio sanitario, si evidenziano maggior senso di accoglimento ed orientamento spaziale e affettivo, maggiore fruibilità degli spazi ed identificazione con i luoghi, atteggiamenti più disponibili nei confronti del personale, maggior fiducia nei confronti della struttura ospedaliera, accresciuta accettazione dei tempi di attesa e dell’iter terapeutico ed infine, maggiore energia personale e coinvolgimento nel processo di guarigione.

Sull'impresa

Settore: Altre industrie manifatturiere Website: www.amgen.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica