HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SAN MARZANO DI SAN GIUSEPPE

Banca locale

 

GiraSole

 

Problema
Nel percorso verso un nuovo modo di interpretare e promuovere i processi di sostenibilità, si avverte, in tutti i campi, compreso quello agricolo, la necessità di un uso efficiente delle risorse a propria disposizione e, soprattutto, di un rispetto maggiore verso l’ambiente.

 

Soluzione
La BCC di San Marzano, in quanto realtà locale ha sempre lavorato nell’ottica di una politica ambientale sostenibile. Nasce così il “Progetto Girasole” che mira a favorire la cultura dell’energia alternativa e pulita. Nonostante Taranto sia tra le città più inquinate d’Italia (si caratterizza per un elevato tasso di industrializzazione, soprattutto nel settore della metalmeccanica, con la presenza dell’Ilva, ad oggi lo stabilimento più grande d’Europa in quanto a produzione di materiali ferrosi e polveri inquinanti) basa sull’agricoltura, come l’intera area ionica, la propria forza economica prioritaria. Ne consegue che, in campo agricolo, si avverte la necessità di avviare una riconversione all’energia pulita. Per l’attuazione del progetto sono stati individuati diversi partner operativi. Particolarmente importante, l’accordo con Legambiente Puglia, che per via del proprio identikit e vision d’azione è risultato essere il partner ideale per un progetto di tale portata. Il programma si articola in diverse attività coordinate: nel settore agricolo, grazie ad un accordo con la Confagricoltura, è stato messo a disposizione un plafond rotativo di investimenti agevolati (4milioni di euro) per la riconversione degli impianti elettrici al servizio delle attività agricole; nel settore civile, come sopra descritto, in collaborazione con Legambiente Puglia, è nato ContoGirasole, un progetto di finanziamento agevolato per l’installazione di pannelli fotovoltaici a Taranto, che annovera così il primo condominio verde in Puglia. Inoltre, sotto l’aspetto educativo, con Aforis (che raccoglie il Ministero della Pubblica Istruzione, l’Assessorato all’Ecologia della Regione Puglia, la Provincia di Taranto, l’Unione Province Italiane e Ambiente Italia) parte il progetto “Vai Col Vento”, un educational tour nelle scuole sulle tematiche ambientali. Con Legambiente, invece, sono stati realizzati ciclicamente incontri e convegni rivolti alla comunità. La Banca, inoltre, è diventata partner dell’Associazione “Bambini contro l’Inquinamento”, che vede i bambini di Taranto protagonisti nelle campagne per un ambiente sostenibile. Nel settore civile, poiché il discorso è particolarmente nuovo, c’è stato bisogno di un intervento di sostegno importante anche dal punto di vista finanziario per rendere appetibile il passaggio all’energia pulita anche nella città di Taranto. Il progetto ha avuto bisogno della necessaria disponibilità non solo del personale degli uffici centrali ma anche delle filiali. In media almeno un funzionario per agenzia ha dovuto studiare la normativa relativa a ContoEnergia e proporre allo stesso tempo anche le soluzioni più adeguate per le diverse richieste collegate al Progetto ContoGirasole. Le due partnership di partenza (Confagricoltura e Legambiente) sono state determinanti per comprendere le risorse da destinare ai progetti, per i quali la Banca ha complessivamente impegnato circa 9 milioni di euro in finanziamenti agevolati. In termini di promozione del Progetto GiraSole e sostegno alle iniziative, invece sono stati investiti 30mila euro. Il personale interessato, oltre agli uffici marketing e comunicazione, è stato quello delle filiali e dell’ufficio commerciale, crediti e legale.

 

Risultati
Gli obiettivi sono stati raggiunti. Ogni impianto fotovoltaico installato si è tradotto in un aiuto concreto al miglioramento della performance ambientale. Il successo dell’iniziativa è confermato dall’esaurimento dei quattro milioni di plafond rotatorio utilizzati per la realizzazione di medi e piccoli impianti in agricoltura. Mentre per quanto riguarda il passaggio ai pannelli solari,  a Taranto, sono state realizzate circa 80 pratiche. Inoltre impianti di energie rinnovabili sono in fase d’installazione presso 14 aziende territoriali e in diversi condomini dell’area ionica. L’immagine della Banca è stata maggiormente rafforzata sul territorio, contribuendo ad accentuare il clima di fiducia verso l’istituto, già esistente e nutrito da parte dei risparmiatori. Il progetto, è stato premiato nell’ambito dell’iniziativa Banca Locale dell’anno 2007 (promosso da AiFin a Milano). Il personale impegnato nelle diverse filiali a seguire il filone ambientale, ha accresciuto il proprio know-how: nuove competenze sono state acquisite attraverso la partecipazione a seminari e convegni. Infine, all’interno dell’azienda è stato veicolato – e acquisito – un utile vademecum sul risparmio dell’energia. Ciò ha fatto sì che ogni dipendente è diventato attento anche nei piccoli gesti quotidiani (come ad esempio spegnere computer o luci nelle stanze vuote), ed ha avviato un piano per il riciclo della carta da cestinare. Il programma, di durata biennale, in scadenza a dicembre 2008, sarà riconfermato e ampliato.

Sull'impresa

Settore: Banche, Finanza e Assicurazioni Website: www.bccsanmarzano.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica