HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


PROVINCIA DI TERAMO

Ente Locale

 

In cantiere. Sicuri.

 

Problema
Ogni anno si verificano in Italia oltre 1.000.000 di incidenti sul lavoro con conseguenze che provocano quasi 25.000 invalidità permanenti e più di 1.200 morti. Ciò equivale a dire che ogni giorno tre persone muoiono sul lavoro. Questo riguarda in particolar modo il settore edilizio, in tale settore infatti si concentra il 38 per cento degli infortuni sul lavoro, anche se il dato reale rischia di essere più grave di quello ufficiale a causa dell'alto tasso del lavoro nero nel settore.
Sul fronte della normativa in materia di sicurezza sul lavoro, soltanto nel 1994, con grave ritardo sugli altri paesi dell'Unione Europea, l'Italia ha recepito le direttive in materia di sicurezza sul lavoro; purtroppo però tale normativa viene sostanzialmente inapplicata. La prevenzione non deve essere più una questione contingente, ma deve diventare una questione di programmazione, di pianificazione, coinvolgendo tutti gli attori dell'organizzazione del lavoro.

 

Soluzione
La provincia, quale ente territoriale di area vasta, si trova a coordinare le politiche di sviluppo socio-economico. E’ uno dei soggetti appaltanti più importanti del territorio. In questa veste, oltre a gestire la realizzazione di importanti opere pubbliche, si trova a collaborare, spesso come direzione dei lavori, con le imprese edili, con i progettisti, con i sindacati, con le altre istituzioni territoriali che si occupano di luoghi di lavoro. Proprio tenendo conto di ciò, nel marzo 2004 la Provincia di Teramo ed il Comitato Tecnico Paritetico (Ance e sindacati) hanno promosso la campagna di comunicazione “In cantiere. Sicuri.”, i cui protagonisti erano tre lavoratori edili, due stranieri e un italiano, ritratti in due differenti visual. Nel primo comparivano i volti, con lo slogan “Cosa hanno in comune?”, nel secondo i lavoratori sono stati ritratti su una sedia a rotelle, e al primo slogan ne è stato aggiunto un secondo, semplice, “L’infortunio sul lavoro”. L’effetto positivo che ha suscitato la campagna sugli operatori del settore, ha convinto la Provincia di Teramo ed il Ctp a promuovere nell’ambito della Settimana Europea della Sicurezza una serie di eventi, ancora dal titolo “In Cantiere. Sicuri.” tutti dedicati alla sicurezza sul lavoro, con un approccio che ha utilizzato gli strumenti della comunicazione sociale, della fotografia, del cinema e dei video per raccontare i luoghi di lavoro, coinvolgendo il mondo dello sport, quello della cultura, l’Università degli studi, la scuola, per sensibilizzare stakeholder e opinione pubblica al rispetto della cultura della sicurezza sul lavoro. La Provincia per far ciò ha ritenuto di dover svolgere un lavoro di raccordo fra tutti i soggetti che si occupano di sicurezza sul lavoro, mettendoli attorno ad un tavolo, concordando modalità, tempi e procedure condivisi con l’obiettivo di ridurre il numero di infortuni, anche mortali, nei cantieri edili. Si è perciò mossa su più fronti. Interno: avviando un progetto di “cantiere sicuro” al quale stanno partecipando i tecnici e i dipendenti del settore edile. Esterno: promuovendo la stipula di un protocollo d’intesa associazioni, imprese e sindacati. Comunicazione sociale: utilizzando una serie di iniziative e strumenti per promuovere una cultura della sicurezza.
Un esempio di questo percorso è rappresentato dal progetto del cantiere sicuro. Si tratta dell’Auditorium dell’Iti di Teramo. Sin dalla progettazione, i dipendenti dell’ente hanno collaborato con i professionisti esterni; ogni fase del cantiere è stato monitorato ed elaborato per verificare, concretamente, quali sono i comportamenti sbagliati da evitare e quali, invece, i comportamenti da assumere. In collaborazione con due ordini professionali, Architetti e Ingegneri, i dipendenti del settore edilizia, insieme all’ufficio stampa, sono stati coinvolti in un PEG, progetto esecutivo di gestione per la realizzazione di un manuale pratico di comportamento da distribuire a tutti gli operai edili della provincia di Teramo. Ogni fase del progetto è stato codificato, vengono svolte riunioni periodiche per la verifica, dipendenti e professionisti esterni collaborano alla redazione del manuale. La partecipazione al progetto è incentivata con i fondi del PEG.

 

Risultati
Tra i risultati raggiunti dal progetto vi è la costruzione di una buona pratica con il cantiere Pilota dell’auditorium dell’Istituto Tecnico di Teramo; l’opera, costata 400mila euro, sarà inaugurata il prossimo mese di maggio. Il gruppo di lavoro, sin dalla fase di progettazione, ha predisposto una serie di analisi tecniche individuando degli strumenti per la gestione delle situazioni a rischio. L’intenzione è quella di realizzare uno studio completo e diversificato, attraverso il confronto fra quanto prevede la normativa, le azioni che normalmente vengono realizzate per rispettare le norme e i comportamenti dei vari attori della vita di cantiere. Al termine dei lavori, sarà realizzato, a cura del gruppo di lavoro, un vademecum che sarà distribuito a tutti gli enti appaltanti, alle imprese edili, e ai lavoratori che operano nella provincia di Teramo. La pubblicazione sarà plurilingue per facilitare la comprensione del messaggio anche ai numerosi stranieri che lavorano nelle imprese teramane.
Considerata la diminuzione degli infortuni nei cantieri edili, sembra evidente che l’opinione pubblica e gli operatori del settore stanno recependo il messaggio lanciato dalla Provincia, insieme con gli altri attori del territorio. Nei cantieri edili della Provincia, inoltre, negli ultimi due anni, non si sono verificati infortuni.

Sull'impresa

Settore: Pubblica Amminstrazione ed Enti locali Website: www.provincia.teramo.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica