HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


REGIONE PIEMONTE

Ente locale

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2006

Etnopoli - Network per lo Sviluppo della Comunicazione Sociale in Piemonte

 

Problema
Un tempo le culture distribuite in zone geografiche lontane non si toccavano mai, ma oggi il processo migratorio crescente e la relazione più stretta tra i paesi ha imposto la convivenza tra molti codici culturali che si incontrano e si scontrano.

 

Soluzione
La Regione Piemonte da anni è impegnata nella progettazione e realizzazione di campagne di comunicazione sociale su temi diversi.
Nel 2002 la Regione ha dato vita al Network per lo Sviluppo della Comunicazione Sociale in Piemonte, un'iniziativa che nasce da un accordo libero e volontario tra soggetti che operano nel mondo della comunicazione e rappresenta un ideale tavolo di lavoro e di confronto per stimolare la crescita di forme di Comunicazione Sociale sempre più corrette ed efficaci. Il Network, attraverso la collaborazione e l'interscambio di esperienze tra gli operatori del settore, è un sistema formato da una rete di professionisti che si occupano di comunicazione: agenzie di comunicazione, giornalisti, concessionarie di spazi pubblicitari, relatori pubblici etc. Ma è anche una rete che coinvolge realtà diverse come associazioni non profit, imprese, istituzioni.
“Etnopoli” è una campagna di comunicazione progettata dal Network per lo Sviluppo della Comunicazione Sociale con l'obiettivo di promuovere la conoscenza e il dialogo tra le diverse culture presenti sul territorio piemontese e consiste in un gioco di ruolo.
Il gioco, prodotto in migliaia di copie, è distribuito gratuitamente ad associazioni migranti, organizzazioni non profit, centri interculturali, aziende, istituzioni nazionali, fondazioni, scuole superiori e università, associazione del mondo della comunicazione, giornalisti e giornalisti migranti.
Messo a punto con la stretta collaborazione delle comunità migranti, Etnopoli – un gioco che non è un gioco – propone a chi vi partecipa di cambiare il proprio punto di vista, mettendosi nei panni di chi proviene da paesi e culture diversi.
Il punto di partenza per la messa a punto del gioco di ruolo è stata una prima “fase di ascolto” in cui sono stati realizzati incontri con mediatori culturali e rappresentanti delle comunità migranti finalizzati ad una conoscenza reciproca; è stata effettua la raccolta di fatti, eventi, storie positive e negative di migrazione, dando attenzione ai problemi e alle difficoltà incontrate da chi ha dovuto affrontare l’inserimento nel nostro Paese, e sono stati analizzati testi, dati, ricerche sul tema.
In un secondo momento sono stati organizzati vari incontri con la finalità di promuovere un dibattito tra giornalisti nativi e migranti sull’uso dei termini e delle parole con l’obiettivo di trovare un linguaggio condiviso, il confronto con esperti di culture diverse per uno scambio diretto di opinioni e idee e la riflessione e condivisione dei principali risultati emersi dagli incontri preparatori.
Infine i vari professionisti coinvolti hanno deciso di scegliere uno strumento di comunicazione non tradizionale come il gioco di ruolo per raggiungere un pubblico eterogeneo, spesso indifferente o poco interessato.
Alla campagna hanno partecipato anche docenti e studenti del Master “Virtual Reality & Multi Media Park”, il grande Parco Tecnologico che opera a Torino. Nel 2004 il risultato era stato uno spot dal titolo Francobolli; nel 2005 è stato progettato e realizzato uno spot fortemente evocativo e metaforico, dal titolo “Etnopoli: non sta più nella pelle”.
Anche lo IAAD (Istituto di Arti Applicate e Design) di Torino ha lavorato su design interculturale realizzando le vetrine animate e coinvolgendo studenti e pubblico in generale sul tema.

 

Risultati
Le attività sviluppate dal Network hanno portato ad un maggior coinvolgimento degli operatori della comunicazione sulle tematiche sociali, consolidando il rapporto di collaborazione esistente tra coloro che operano nel settore. Hanno inoltre fatto emergere le iniziative sociali messe in atto sul territorio piemontese.

Sull'impresa

Settore: Pubblica Amminstrazione ed Enti locali Website: www.regione.piemonte.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica