HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


BANCA INTESA SpA

Azienda bancaria italiana

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2006

Project Malawi

 

Problema
L’Africa, non solo è rimasta esclusa dallo sviluppo economico di cui beneficiano aree come l’Asia, ma i drammi umani e sociali che l’attraversano non ricevono un’attenzione adeguata alla loro gravità. Il Malawi, in particolare, è una delle nazioni più povere al mondo, con un prodotto interno lordo annuo pro capite di appena 900 dollari e un reddito medio annuo di soli 163 dollari. Il Paese, inoltre, è stato recentemente funestato da una serie di catastrofi naturali e dalla dilagante epidemia di AIDS. Nel Paese ci sono un milione di orfani, di cui 500.000 a causa dell'AIDS.

 

Soluzione
Il progetto nasce dalla volontà di Banca Intesa e della Fondazione Cariplo di unire i loro sforzi a quelli delle migliori ONG per lanciare un progetto di lungo periodo in Africa. Il principale obiettivo dell’iniziativa è quello di supportare la crescita sociale ed economica del Paese attraverso la definizione di una strategia integrata di sostegno allo sviluppo che parte dall’emergenza e dalla lotta all’HIV/AIDS. L’originalità del progetto è data dai valori chiave che lo contraddistinguono: qualità, trasparenza, sostenibilità e replicabilità, senza tralasciare l’interazione tra i partner operativi coinvolti.
Project Malawi, attraverso l’azione congiunta e sinergica della Comunità di Sant’Egidio, del Comitato Internazionale per lo Sviluppo dei Popoli - CISP, di Save the Children e delle Associazioni degli Scout del Malawi, mira a garantire nel lungo periodo un miglioramento delle condizioni di vita della popolazione e ad assicurare una prospettiva di sviluppo complessivo del Paese attraverso investimenti in termini di risorse umane ed economiche in alcuni settori chiave quali salute, prevenzione, educazione, cura e sostegno ad orfani e bambini vulnerabili, formazione di quadri e microfinanza. L’ipotesi di lavoro si fonda sulla convinzione che, un intervento integrato di adeguate dimensioni e per un periodo di tempo sufficientemente lungo in tali settori, possa produrre un impatto tale da invertire l’attuale trend e riportare il paese in una prospettiva di crescita.
Il progetto si articola in quattro macroaree di intervento, assegnate ciascuna ad un partner progettuale, ossia assistenza sanitaria e lotta all’HIV/AIDS (Comunità di Sant’Egidio), prevenzione ed educazione (Malawi Girl Guides Association, MAGGA, in partnership con la Scout Association of Malawi), cura e sostegno agli orfani e bambini vulnerabili (Save the Children) e sviluppo locale e microfinanza (CISP, Comitato Italiano per lo Sviluppo dei Popoli).
Banca Intesa, Fondazione Cariplo, Governo del Malawi e ONG agiscono in totale autonomia, impegnandosi a sfruttare i propri canali e le proprie risorse per garantire la massima visibilità al progetto, al fine di renderlo noto ed accessibile all’interno del Paese, attrarre ulteriori finanziamenti e assicurarne la replicabilità. A tale scopo, nel prossimo mese di maggio, l’Amministratore Delegato di Banca Intesa ed il Presidente della Fondazione Cariplo si recheranno in Malawi al fine di verificare i primi risultati del progetto. Per l’occasione, verranno accompagnati da un gruppo di giornalisti a cui è stato affidato l’incarico di seguire l’avanzamento del progetto e diffonderne i risultati. Lo staff del Laboratorio Banca e Società di Banca Intesa ha la responsabilità della progettazione e del coordinamento del progetto. Diversi settori della Banca hanno tuttavia partecipato attivamente alla sua realizzazione in termini di comunicazione interna ed esterna attraverso l’organizzazione di iniziative di fundraising, di campagne di comunicazione nazionali ed internazionali e la produzione di filmati, spot, interviste e materiale grafico di supporto. Attraverso una campagna di informazione interna, il personale della Banca è stato invitato a prendere parte attiva al progetto attraverso un contributo finanziario (realizzato mediante donazione di buoni pasto pari a 153.598,80 euro) e la partecipazione a campi di lavoro presso le associazioni non governative operanti in Malawi.
Hanno inoltre preso parte alla progettazione e alla raccolta fondi le Banche del Gruppo Intesa, attraverso le proprie sedi locali. In particolare, CariParma e Piacenza ha donato 100.000 euro.
Banca Intesa e Fondazione Cariplo hanno destinato 3 milioni di euro l’anno, a favore di Project Malawi. In base ai risultati raggiunti dalle quattro azioni integrate del progetto, il finanziamento potrà raggiungere 9 milioni di euro in tre anni, cui si potranno aggiungere risorse attraverso il cofinanziamento internazionale e iniziative di fundraising in Italia. I partner progettuali selezionati hanno il compito di incontrarsi mensilmente per discutere di problematiche comuni, scambiarsi le reciproche esperienze ed implementare la collaborazione interna. Inoltre devono redigere rapporti semestrali e puntuali rendicontazioni economiche da sottoporre alla Banca e alla Fondazione Cariplo per relazionare sullo stato di avanzamento del progetto e i suoi risultati. Il progetto è monitorato dalla Fondazione Cariplo, che per questo si avvale della collaborazione dell’Università di Pavia - Scuola in Cooperazione e Sviluppo. Per garantire la necessaria trasparenza, i risultati saranno resi pubblici in due appuntamenti l’anno con i media, e diffusi in tempo reale su un sito internet dedicato.

 

Risultati
Project Malawi ha esordito nell’area pilota di Blantyre, dove ogni associazione partner ha aperto una sede operativa. Presso la capitale Lilongwe, all’interno dell’Ospedale di Mthengo Wa Ntenga sono stati attivati un laboratorio di biologia molecolare e un centro di salute per lo screening delle donne in gravidanza, vi si svolgono inoltre la distribuzione dei farmaci anti-retrovirali e il monitoraggio dei malati. Presso il centro di salute sono in cura attualmente 122 pazienti. A Blantyre sta per essere ultimata la sede del secondo laboratorio di biologia molecolare. Lo stesso dicasi per i due Centri di Salute di Blantyre e Balaka.
Contemporaneamente all’azione sanitaria, sono attivi nella zona di Blantyre un centro di assistenza per gli orfani e un centro di consulenza per la microfinanza a sostegno delle famiglie colpite da AIDS. La rete degli scout del Malawi, attivi e numerosi in tutto il paese, ha lanciato una campagna di educazione e prevenzione alle malattie sessualmente trasmissibili. Infine, numerosi corsi di formazione per l’assunzione di personale locale hanno già avuto luogo ad opera delle associazioni operative in Malawi. Project Malawi è inoltre in linea con il Piano Industriale 2005-2007 di Banca Intesa, in cui obiettivo primario è rendere l’istituto "Banca per il Paese" e attivare di conseguenza numerose iniziative sociali, nazionali ed internazionali.

Sull'impresa

Settore: Banche, Finanza e Assicurazioni Website: www.bancaintesa.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica