HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


COMUNE DI ALBA

Ente locale

 

Centro giovani della Cittą di Alba

 

Problema
Adolescenti e giovani faticano sempre di più ad inserirsi in una società che dedica loro poco tempo e poco interesse. Per questo si sviluppano comportamenti "a rischio" quali l’abbandono scolastico, la micro-criminalità, l’abuso occasionale di sostanze, che interessano fasce sempre più ampie della popolazione giovanile e non più esclusivamente soggetti tradizionalmente considerati "marginali". A ciò si aggiunga una sempre maggiore difficoltà dei giovani a relazionarsi tra di loro e con gli adulti e a dare un senso alla propria esistenza.

 

Soluzione
Il percorso per la realizzazione del Centro Giovani della Città di Alba si propone di diventare luogo dove si progettano, realizzano e sperimentano iniziative destinante alla popolazione giovanile della Città di Alba e dei Comuni del territorio delle colline di Langhe e Roero. Attraverso azioni di forte sinergia tra ente pubblico e mondo dell’associazionismo giovanile, la struttura di proprietà comunale dispone di 720 mq utilizzabili per incontri, laboratori, iniziative, percorsi per favorire l’espressione giovanile, anche attraverso attività che favoriscano la responsabilizzazione attraverso creazioni d’impresa che finanzino i costi vivi di apertura del centro.
Il Centro giovani si pone l’obiettivo di divenire luogo di espressione per ragazzi compresi nella fascia d’età 14-25 anni, palestra di esperienze associative e di sperimentazione di piccole esperienze imprenditoriali che responsabilizzino i giovani nella predisposizione di budget, nell’analizzare le potenzialità del mercato, sviluppino attività anche a carattere lucrativo destinate ai più giovani che integrino la gamma di opportunità presenti in una realtà di provincia, focalizzando l’attenzione sull’analisi dei bisogni e la capacità di risposta nell’integrare le offerte.
Lo spazio individuato per la realizzazione di tale struttura è un edificio di proprietà del Demanio (ex Caserma, abbandonata da tempo) denominata “Stalle Rosse”, che si trova in un’area particolarmente significativa, per le finalità che si vogliono raggiungere, in quanto adiacente ad un polo scolastico di recente ristrutturazione e compreso fra due aree verdi di recente realizzazione: una dedicata ai bambini, il parco Sobrino, ed una destinata all’intera cittadinanza. Inoltre, si tratta di un’ area posta nelle immediate vicinanze del Centro Storico, centrale, ma libera dai più stretti vincoli della zona storica, dotata di parcheggi e molto comoda ai servizi di trasporto pubblico.
Il Comune di Alba ha ottenuto l’affitto ventennale di una porzione dell’edificio, valutando anche la possibilità di acquisto. L’intervento di recupero strutturale ha previsto un investimento di 484.049,23 euro a carico del bilancio comunale ma con un’intensa attività di reperimento fondi presso soggetti esterni (enti nonprofit e aziende del territorio) per ridurre l’impatto economico dell’iniziativa. Il progetto di realizzazione del Centro giovani si sviluppa attraverso una parcellizazione dei locali e delle sue funzionalità, cercando un coinvolgimento dell’universo giovanile nella sua gestione. In particolare è stata realizzata una sala incontro Internetcafè, del quale la città è carente. La struttura dispone poi di una Sala Polifunzionale per attività ludico-ricreative, vale a dire di uno spazio di ritrovo dove incontrarsi, senza l’obbligo di consumazione. L’obiettivo è di giungere ad una successiva espansione delle attività attraverso la realizzazione di ulteriori spazi. Con l’obiettivo di coinvolgere più direttamente i giovani sarà costituito poi, con modalità da concordare con i giovani stessi, un gruppo di giovani che sarà chiamato ad interloquire con il Comune, ente titolare, e con una cooperativa sociale affidataria nella definizione del programma delle attività, ma anche nella valutazione dell’andamento della struttura. Inoltre saranno programmati più incontri con i referenti dei servizi pubblici del territorio, al fine di creare uno spazio particolare nel quale si veicoli una corretta immagine di ciò che diverrà il Centro Giovani.

 

Risultati
La realizzazione delle attività ha visto come protagonisti i ragazzi stessi che sono stati coinvolti in focus group (250 circa ragazzi coinvolti), sondaggi, questionari (600) e altri strumenti di stimolo alla partecipazione. Il coinvolgimento dei più giovani nella gestione della struttura permette poi di creare cicli virtuosi nella definizione di budget, nell’analisi di potenzialità del mercato, di sviluppo di attività a carattere lucrativo destinate al finanziamento delle attività del centro e che integrino l’offerta di servizi per i più giovani carenti in città.
Il Centro giovani è andato a colmare un bisogno della popolazione che non aveva ancora trovato opportuna risposta nelle strutture imprenditoriali o di servizio presenti nel territorio. In ragione della forte attrattività esercitata dal Comune di Alba su un bacino territoriale più vasto, coincidente anche con la popolazione scolastica cittadina, è stato possibile fare in modo che le potenzialità espresse direttamente dall’universo di riferimento (la popolazione giovanile) trovassero concreto accoglimento nelle politiche dell’ente locale.

Sull'impresa

Settore: Pubblica Amminstrazione ed Enti locali Website: www.comune.alba.cn.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica