HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


GESTURIST SpA

Servizi turistici, ambiente, manutenzione a Cesenatico

 

Pesca in Rete

 

Problema
Cesenatico è caratterizzata da una forte tradizione in tema di marineria. Le iniziative promozionali , spesso svolte a titolo volontaristico in accordo con organizzazioni che si pongono obiettivi a sfondo sociale e di tanto peso in termini di immagine e di destinatari del messaggio,ad esempio Azzurro come il pesce e Il pesce è in festa in autunno,sono entrate nelle abitudini della città, degli ospiti e dei tanti che dal nord Italia soprattutto amano trascorrere una/due giornate a Cesenatico .
Non vi è dubbio che in questo contesto ha giocato un ruolo non indifferente il passato e quindi cosa rappresenta per i Cesenaticensi il Porto progettato da Leonardo da Vinci.
Il progetto Pesca in Rete nasce quindi dalla volontà di preservare una tradizione secolare di piccola pesca di qualità che crea un indotto occupazionale di rilevanza sociale ed economica. La condivisione degli obiettivi e dei risultati della gestione rappresentava un passo fondamentale per la piena valorizzazione del settore ittico, che ricopre un’importanza rilevante per l’economia complessiva del Comune di Cesenatico, con la presenza di circa 200 barche che operano attivamente.

 

Soluzione
Il progetto, Pesca in rete, si è basato sulla definizione di un sistema condiviso di gestione del mercato ittico all’ingrosso di Cesenatico che, in sinergia col territorio, integra a pieno tradizione, presente e futuro. Il presupposto giuridico per l’attuazione del progetto è stata la costituzione del Consorzio Cesenatico Pesca, avvenuta il 13 febbraio 2004, in cui sono confluiti Gesturist SpA., sei cooperative del settore pesca, le associazioni del commercio (Confcommercio e Confesercenti), la cooperativa facchini che opera all’interno del mercato e le Amministrazioni Comunali di Cesenatico e Bellaria. La costituzione del consorzio ha consentito di razionalizzare la gestione del mercato ittico, di valorizzare il prodotto pescato e di migliorare i risultati quantitativi ed economici del settore ittico. Gli obiettivi ed i programmi dell’azione realizzata sono scaturiti da esigenze esplicitamente dichiarate dai partner e sono stati orientati a migliorare la funzionalità del mercato ittico all’ingrosso di Cesenatico, a valorizzare il prodotto attraverso azioni di promozione, sperimentando anche canali innovativi (e-commerce), ed a rafforzare e migliorare i controlli di qualità del prodotto conferito. I parametri di controllo dei risultati conseguiti sono stati identificati sia in termini economici e produttivi, sia nel riscontro delle azioni di monitoraggio e valutazione della qualità che sono state realizzate. In particolare, un obiettivo pienamente condiviso è stato il miglioramento dei livelli di tutela della salubrità del prodotto, da realizzare in una situazione comunque dotata, anche in precedenza, di buoni standard, incrementando la dimensione e la periodicità del controllo. Per la definizione degli obiettivi e la verifica dei risultati è risultata fondamentale la continuità del dialogo e della collaborazione fra tutti i partner del progetto, che si è realizzata all’interno degli organi del Consorzio e nelle sedi istituzionali, ma anche, quotidianamente, nelle modalità di gestione.I partner del progetto costituiscono il complesso degli organismi cooperativi di rappresentanza degli operatori della pesca e delle associazioni del commercio del territorio; fra i partner è stata, inoltre, selezionata la cooperativa di facchinaggio che opera all’interno del mercato, apportando sia manodopera per la movimentazione dei carichi, sia servizi di supporto all’attività gestionale.
La scelta compiuta ha teso a valorizzare il pieno coinvolgimento di tutte le realtà economiche del settore, in funzione del bagaglio di competenze possedute e della conoscenza delle tematiche della pesca e delle caratteristiche dei mercati e delle modalità di distribuzione commerciale del pescato.
Il dialogo tra i partner non si è limitato allo svolgimento dei momenti istituzionali degli organismi di governo del consorzio (consigli direttivi ed assemblee), ma si è concretizzato, principalmente, attraverso frequenti riunioni e briefing (con cadenza settimanale) di verifica delle problematiche emerse e degli andamenti economici e produttivi; le riunioni hanno visto coinvolti il direttore del mercato ittico ed i rappresentanti dei pescatori e dei commercianti e sono serviti a valutare l’evoluzione del pescato, la dinamica dei prezzi, il valore aggiunto prodotto, la qualità dei conferimenti.
Tutto il personale è stato coinvolto nel progetto, con interventi di informazione dettagliata in merito al progetto di partnership con gli operatori del territorio e, successivamente, con la rilevazione costante, da parte della Direzione di Gesturist, delle problematiche emerse e dei risultati raggiunti, evidenziati attraverso report mensili degli andamenti.

 

Risultati
Fra gli obiettivi intangibili rientrano certamente il rafforzamento delle relazioni e del rapporto di collaborazione fra tutti gli operatori del settore ittico, lo sviluppo della consapevolezza e della volontà di operare secondo una logica sistemica, e non parcellizzata, indispensabile per valorizzare pienamente la propria attività e per razionalizzare i costi relativi alla promozione e commercializzazione dei prodotti ittici.
In termini di competenze, lo sviluppo del progetto ha consentito di migliorare la conoscenza delle dinamiche relative alla commercializzazione dei prodotti ittici e, soprattutto, alle azioni di promozione, che sono state svolte dal personale di Gesturist, sulla base delle linee guida definite dal consiglio direttivo del consorzio.
Le azioni di promozione che hanno coinvolto in prima persona anche il personale della struttura hanno riguardato la valorizzazione del pesce povero. Inoltre la partecipazione al progetto F.A.R.O. (acronimo di Flessibilità, Adattabilità, Riconversione degli Operatori della pesca), interviene per affrontare una serie di problematiche insite nel settore ittico, quali: basso grado di istruzione e scolarizzazione; mancanza di azioni di sviluppo delle pari opportunità; mancanza di un sistema strutturato di riconoscimento delle esperienze acquisite; mancanza di conoscenze delle opportunità formative.
Il primo lavoro svolto dal consorzio su forte pressione di tutti gli stakeholder è stato la rivisitazione del regolamento di funzionamento del mercato ittico in maniera integrale.
Un regolamento in vigore da 20 anni, che necessitava urgentemente di una rivisitazione.
Analoga riflessione può essere compiuta per gli obiettivi rilevabili, in termini di benefici economici conseguiti, da parte di Gesturist, che sono risultati allineati agli obiettivi definiti dal business plan.
Nel corso dell’esercizio 2004, infatti, presso il mercato ittico di Cesenatico, sono stati commercializzati Kg. 2.201.901,30 di prodotto, rispetto ai Kg. 1.514.886,60 del 2003, con un incremento del 45%. Il fatturato della commercializzazione è stato pari a € 6.507.904,47, con un incremento del 18%, rispetto agli € 5.516.352,00 del 2003. Poiché Gesturist percepisce un aggio (pari al 5.5%) su tutte le operazioni commerciali svolte presso il mercato ittico, il beneficio sui risultati d’esercizio è risultato estremamente positivo.

Sull'impresa

Settore: Servizi Website: www.gesturist.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica