HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


CARREFOUR

Ipermercati presenti su tutto il territorio nazionale

 

La Fabbrica del Sorriso

 

Problema
Il Gruppo Carrefour, leader in Europa e secondo nel mondo, ha da tempo preso un impegno forte per promuovere una politica e delle azioni a favore dello sviluppo durevole: la qualità, la sicurezza, il rispetto dell’ambiente, la responsabilità sociale, la solidarietà e l’etica di comportamento sono quindi pienamente integrate in ogni azione dell’azienda.
Tale politica, che coinvolge quindi tutte le direzioni di impresa, è coordinata da una funzione specifica: la Direzione Qualità e Sviluppo Durevole.
Nell’ambito di tale impegno, numerose sono le azioni di solidarietà realizzate dall’azienda. Il Gruppo Carrefour ha addirittura creato una Fondazione (denominata appunto Fondazione Internazionale Carrefour) che, con un budget di 4,6 milioni di euro, dà sostegno ad iniziative quali: interventi urgenti in caso di catastrofe, lotta contro la povertà e l’analfabetismo, aiuti per la ricerca medica e scientifica.
Il Gruppo Carrefour elabora inoltre ogni anno il Rapporto sullo Sviluppo Durevole in cui sono indicati gli impegni dell’azienda e le azioni realizzate nel corso dell’anno.
Nell’ambito di tale filosofia, Carrefour Italia realizza diverse azioni di solidarietà in collaborazione con associazioni ONLUS e con il coinvolgimento dei collaboratori e dei punti di vendita.
L’alta direzione di Carrefour Italia è direttamente coinvolta nella scelta dei progetti da sostenere nel corso dell’anno e mantiene un continuo contatto con gli enti/istituzioni di riferimento per le iniziative scelte.
Individua anche le azioni necessarie per il potenziamento della comunicazione dell’evento all’esterno, attraverso i mezzi disponibili da parte dell’insegna, quali volantini, materiale pop, ecc; all’interno attraverso gli strumenti di comunicazione quali house organ, siti Internet ed Intranet, convention, seminari, la gerarchia etc.
Carrefour Italia ha deciso di supportare il progetto “La fabbrica del Sorriso” innanzitutto perché pienamente coerente con il suo impegno per la solidarietà e per la promozione di aiuti ad ONLUS fortemente impegnate a livello nazionale ed internazionale. Inoltre in virtù dell’affidabilità e serietà delle 4 associazioni partner e di Mediafriends. Infine perché volto a sostenere bambini in difficoltà, aiutandoli così ad avere un futuro migliore.
La scelta del progetto da parte di Carrefour/GS viene infatti realizzata in base all’aiuto che intende fornire ed al destinatario, alla serietà dei partners coinvolti ed alla concretezza dell’aiuto stesso. Si cerca inoltre, fra i diversi progetti cui si decide di dare sostegno, di selezionare interventi a favore di cause diverse quali tutela dei diritti dei bambini, lotta contro le malattie, sostegno ai meno abbienti, protezione dell’ambiente, commercio equo e solidale, ecc.

 

Soluzione
Il Gruppo Carrefour, leader in Europa e secondo nel mondo, ha da tempo preso un impegno forte per promuovere una politica e delle azioni a favore dello sviluppo durevole: la qualità, la sicurezza, il rispetto dell’ambiente, la responsabilità sociale, la solidarietà e l’etica di comportamento sono quindi pienamente integrate in ogni azione dell’azienda.
Tale politica, che coinvolge quindi tutte le direzioni di impresa, è coordinata da una funzione specifica: la Direzione Qualità e Sviluppo Durevole.
Nell’ambito di tale impegno, numerose sono le azioni di solidarietà realizzate dall’azienda. Il Gruppo Carrefour ha addirittura creato una Fondazione (denominata appunto Fondazione Internazionale Carrefour) che, con un budget di 4,6 milioni di euro, dà sostegno ad iniziative quali: interventi urgenti in caso di catastrofe, lotta contro la povertà e l’analfabetismo, aiuti per la ricerca medica e scientifica.
Il Gruppo Carrefour elabora inoltre ogni anno il Rapporto sullo Sviluppo Durevole in cui sono indicati gli impegni dell’azienda e le azioni realizzate nel corso dell’anno.
Nell’ambito di tale filosofia, Carrefour Italia realizza diverse azioni di solidarietà in collaborazione con associazioni ONLUS e con il coinvolgimento dei collaboratori e dei punti di vendita.
L’alta direzione di Carrefour Italia è direttamente coinvolta nella scelta dei progetti da sostenere nel corso dell’anno e mantiene un continuo contatto con gli enti/istituzioni di riferimento per le iniziative scelte.
Individua anche le azioni necessarie per il potenziamento della comunicazione dell’evento all’esterno, attraverso i mezzi disponibili da parte dell’insegna, quali volantini, materiale pop, ecc; all’interno attraverso gli strumenti di comunicazione quali house organ, siti Internet ed Intranet, convention, seminari, la gerarchia etc.
Carrefour Italia ha deciso di supportare il progetto “La fabbrica del Sorriso” innanzitutto perché pienamente coerente con il suo impegno per la solidarietà e per la promozione di aiuti ad ONLUS fortemente impegnate a livello nazionale ed internazionale. Inoltre in virtù dell’affidabilità e serietà delle 4 associazioni partner e di Mediafriends. Infine perché volto a sostenere bambini in difficoltà, aiutandoli così ad avere un futuro migliore.
La scelta del progetto da parte di Carrefour/GS viene infatti realizzata in base all’aiuto che intende fornire ed al destinatario, alla serietà dei partners coinvolti ed alla concretezza dell’aiuto stesso. Si cerca inoltre, fra i diversi progetti cui si decide di dare sostegno, di selezionare interventi a favore di cause diverse quali tutela dei diritti dei bambini, lotta contro le malattie, sostegno ai meno abbienti, protezione dell’ambiente, commercio equo e solidale, ecc.

 

Risultati
L’impegno notevole del canale di raccolta messo in atto da Carrefour/GS ha permesso, nell’arco di un mese, di distribuire quasi 125.000 (124.849) Donocard, ottenendo così una donazione complessiva di oltre 620.000 (624.245) euro. Inoltre l’Azienda ha contribuito con una donazione diretta (100.000 euro) ed ha stimolato la raccolta interna al personale di sede. Questo rappresenta un ottimo risultato considerando il periodo di raccolta limitato, in questo caso, a quattro settimane.
Carrefour/GS, attraverso la sua partecipazione all’evento 2003 di Mediafriends ha inoltre ottenuto benefici in termini di visibilità su tutti i media. La trasmissione televisiva ha, infatti, raggiunto un’audience di quasi 5 milioni e uno share medio del 23%, risultando, nella serata del 15 ottobre, il programma vincente tra quelli in prime time. Nel corso delle due trasmissioni televisive Carrefour/GS ha avuto a disposizione due spazi da 2 minuti, in cui Helen Hiddings e le Tutine di Zelig informavano il pubblico su come effettuare la propria donazione in uno dei punti vendita. L’evento ha, infine, avuto notevoli spazi sulla stampa, uscendo sui principali quotidiani nazionali, locali e sui periodici, sulla radio e su Internet.
L’operazione realizzata da Carrefour/GS nell’ambito de La Fabbrica del Sorriso è stata indubbiamente un successo anche perché contraddistinta da un coinvolgimento top-down di tutti i livelli di responsabilità dell’azienda. Promotore dell’iniziativa è stato il management, il quale ha trasmesso l’entusiasmo per l’operazione ai dipendenti interni, che hanno partecipato attivamente attraverso una raccolta fondi aziendale; ai gestori degli ipermercati, supermercati ed iperstore coinvolti; agli imprenditori dei punti vendita GS in franchising, che hanno sposato attivamente l’iniziativa, impegnandosi nella raccolta fondi presso i propri punti vendita; e agli operatori addetti alle casse, i quali hanno rappresentato un elemento fondamentale per il coinvolgimento della Clientela nei punti vendita e, di conseguenza, per il successo della raccolta.
La raccolta fondi de La Fabbrica del Sorriso ha avuto un impatto rilevante sul settore non profit dell’infanzia, contribuendo nel complesso a sostenere 20 cause sociali, più o meno note. Il contributo di GS/Carrefour ha certamente permesso di potenziare tale risultato, grazie alla grande capillarità dei punti vendita coinvolti in tutta Italia. Non si può, inoltre, non considerare il ruolo fondamentale rivestito dall’azienda nella sensibilizzazione territoriale sulla tematica trattata: circa 12 milioni di clienti (scontrini emessi), tra settembre e ottobre, sono stati informati sulla manifestazione e, di conseguenza, sulle cause sociali sostenute, grazie al ruolo attivo degli addetti alle casse e ai numerosi strumenti di comunicazione attivati (volantini, locandine, radio d’insegna, sito Internet, ecc.).

Sull'impresa

Settore: Commercio e Largo consumo Website: www.carrefour.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica