HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


OLIVER OGAR ITALIA SpA

Commercializzazione di prodotti enologici e biotecnologie, apparecchiature e macchinari per enologia, processi a membrana, microfiltrazione, detersione, micro-ossigenazione.

 

Sostegno al Municipio di Matala

 

Problema

Il progetto intende rispondere ad alcuni dei bisogni sottoposti dalla comunità locale al COSV e così riassumibili nella:
· mancanza di risorse per la realizzazione di attività sociali , culturali e ricreative in favore dei bambini, giovani e donne. Nel municipio s’incontrano gruppi di persone ed individui singoli che fanno sforzi enormi per la promozione di alcune iniziative (sensibilizzazione, corsi di alfabetizzazione rivolti a adulti e donne, attività sportive) ma ciò che essi lamentano e la carenza di risorse materiali ed umane per sviluppare adeguatamente alcuni programmi .
· Necessità di rafforzare le relazioni tra i gruppi già attivi nel settore sociale e le loro capacità a livello di gestione per razionalizzare l’utilizzo delle risorse umane e materiali, per organizzare attività differenti ma integrate a favore dei gruppi -bersaglio specifici.
· Basso livello di conoscenza tra i giovani e le donne in relazione al grande tema dell’AIDS ed altri aspetti riferiti alle malattie sessualmente trasmissibili .
· Nessuna conoscenza sui diritti di ogni singolo individuo e quindi la necessità di rafforzare tutte le attività di sensibilizzazione sui diritti umani nel Municipio .
· Assenza di opportunità formative e/o ricreative e conseguente alto numero di giovani che trascorre il proprio tempo libero per strada o nei bar ; dai dati statistici si riscontra un alta percentuali di giovani a rischio poiché abusano di bevande alcoliche.

Gli obiettivi del progetto mirano, in generale a migliorare le condizioni di vita degli abitanti del Municipio di Matala, contribuendo allo sviluppo socioculturale degli individui – con un‘attenzione particolare ai giovani e le donne – attraverso la creazione di opportunità formative , culturali e ricreative integrate fra loro a stimolo per tutti affinché ognuno possa avere un ruolo più attivo nella vita sociale della Comunità .
Nello specifico il progetto intende:
· Incrementare, migliorare e razionalizzare le opportunità formative, ricreative e culturali per i giovani, i bambini e le donne con l’obiettivo di ottenere un migliore sviluppo delle persone in relazione al contesto ed alle capacità individuali .
· Costituire una rete tra i differenti attori che già realizzano attività di sensibilizzazione e di formazione nel Municipio di Matala, garantendo moduli di formazione sulla gestione e favorendo processi partecipativi e di consenso sulla realizzazione dei programmi.
· Offrire alternative concrete con alto valore educativo ai giovani ed ai bambini e le donne che non hanno nessuna opportunità per impegnare il proprio tempo libero.
· Migliorare le conoscenze dei giovani e delle donne in relazione alla salute, AIDS ed altre malattie sessualmente trasmissibili ed altri aspetti importanti per lo sviluppo personale e sociale con conseguente aumento della sicurezza e protezione degli individui.
· Sostenere il sistema educativo ed extra-scolastico aumentando il livello culturale e le conoscenze scientifiche di alcuni gruppi (donne ed adulti in particolare)
· Appoggiare e sostenere l’amministrazione locale nella realizzazione di programmi a favore dei giovani e delle donne.

Le attività pianificate per il raggiungimento di questi obiettivi si possono così riassumere:
· Creazione di un centro polifunzionale di aggregazione, utilizzando uno spazio fornito dall’amministrazione municipale.
· Riabilitazione di base della struttura.
· Fornitura delle attrezzature e materiali d’uso necessari
· Incontri di formazione con i partners su: gestione, processi partecipativi e di consenso nella realizzazione di un programma sociale.
· Accompagnamento nella identificazione di una struttura di coordinamento e dei principi e regole per il funzionamento interno.
· Realizzazione di attività ricreative (giochi, musica, arte e ecologia da realizzarsi in sintonia con gli interessi individuali dei beneficiari).
· Realizzazione di 2 corsi di lingua inglese e lingue nazionali da scegliere secondo gli interessi individuali e la disponibilità degli insegnanti.
· Realizzazione di corsi e dibattiti, utilizzando una metodologia interattiva che tenga conto del livello socio culturale dei beneficiari e con una stretta relazione agli aspetti pratici e quotidiani del contesto di riferimento. Temi principali: sanità, scolarizzazione, diritti dei bambini, salute delle donne, la famiglia, alcol e droghe ed altri argomenti di possibile interesse.
· Distribuzione di materiali informativi su AIDS ed altre malattie sessualmente trasmissibili.
· Visione di filmati
· Corsi su alimentazione e nutrizione e cucina rivolti alle donne affinché apprendano a preparare pasti nutritivi utilizzando gli elementi di base e normalmente accessibili.
· Realizzazione di corsi di alfabetizzazione per le donne e gli adulti (ogni corso con la partecipazione di 50 studenti)
· Fornitura di materiali didattici ( quaderni, libri, matite e penne )
· Appoggio scolastico ai bambini realizzato in piccoli gruppi di alunni .
· Creazione di una biblioteca multisettoriale per bambini, giovani ed adulti.
· Realizzazione di momenti di incontro (1 per mese) tra i partner coinvolti nella gestione del Centro e l’amministrazione pubblica per una valutazione regolare del progetto e del piano delle attività.
· Pianificazione congiunta di attività integrate che, promosse dall’Amministrazione, possano trovare l’appoggio organizzativo e logistico del centro al fine di evitare una dispersione di mezzi e di risorse, duplicazioni e sovrapposizioni delle iniziative.

Nella sua parte italiana, il progetto sta realizzando attività di promozione e di conoscenza della cultura e delle problematiche angolane, per allargare il coinvolgimento a temi di solidarietà internazionale anche oltre i confini dell’impresa.

 

Soluzione
Il gruppo dirigente di Oliver Ogar desidera sperimentare le ricadute di questa iniziativa, non solo sul proprio marchio, ma nel settore di appartenenza, dimostrando che la responsabilità sociale è alla portata anche delle PMI.
Il partner non profit selezionato per la realizzazione del progetto, COSV, è stato scelto in base a conoscenze dirette, che hanno permesso di coniugare gli obiettivi strategici di entrambi i soggetti coinvolti nell’iniziativa.
Infatti il COSV è stato in grado di farsi portavoce, grazie alla sua consolidata presenza progettuale in Angola, di esigenze e aspettative espresse direttamente da una comunità locale e dai suoi rappresentanti pubblici e privati (governatore e associazioni locali di donne e giovani).
Gli obiettivi sono stati congiuntamente identificati su questa base, al fine di poter monitorare un preciso processo di sviluppo, che attraverso il raggiungimento di risultati concreti e quantificabili, si articolerà su base pluriennale. Questa visione strategica rappresenta uno dei contenuti qualificanti della proposta Oliver Ogar, dal momento che gli obiettivi di sviluppo proposti dal COSV, nell’ambito della cooperazione internazionale, richiedono, per essere raggiunti, gradualità e continuità.
Trattandosi di una PMI, è stato inevitabile il coinvolgimento, a tutti i livelli, del personale, con particolare riguardo al management, che ha fin da subito chiesto che il progetto facesse parte integrante degli strumenti di comunicazione del marchio Oliver Ogar, in tutte le iniziative cui l’impresa partecipa (fiere internazionali, congressi, convention…).
A questo riguardo il COSV si è impegnato, su precisa richiesta di Oliver Ogar, a partecipare, con aggiornamenti sul progetto, alle attività di promozione interne ed esterne del marchio.
L’impresa contribuisce alla realizzazione del progetto, con il pieno coinvolgimento del responsabile e dell’ufficio marketing e comunicazione. Il management, oltre alla presidenza, partecipa attivamente a tutte le iniziative di comunicazione. E’ già stata pianificata una visita dell’Amministratore Delegato al Centro di Matala, che avrà anche lo scopo di presentare i risultati raggiunti all’interno dell’azienda.
I coordinatori del COSV per i progetti in Angola si incontrano periodicamente con il responsabile marketing e comunicazione di Oliver Ogar, per valutare l’andamento del progetto e pianificare le fasi seguenti. Oliver Ogar incontra anche gli operatori COSV che lavorano a Matala ogni qualvolta si trovano in Italia. Questi aggiornamenti consentono al COSV di riferire ai partner locali gli sviluppi delle relazioni con Oliver Ogar.
Riunioni specifiche vengono realizzate anche con i referenti COSV per gli aspetti di comunicazione e le attività da realizzarsi in Italia e con il management di Oliver Ogar per diffondere i contenuti dell’iniziata nelle attività dell’impresa, cercando di valorizzare questa esperienza di responsabilità sociale in modo diffuso all’interno dell’azienda (agenda 2004, comunicazioni interne e rapporti con il territorio).

 

Risultati
La valutazione sulle iniziative fin qui realizzate è estremamente positiva, sia in termini di coinvolgimento dell’impresa sia in termini di reputazione nei confronti dei clienti e dei concorrenti. Tali risultati sono stati rafforzati dal coinvolgimento di un testimonial di grande impatto spettacolare, che ha partecipato alla fase di lancio dell’iniziativa e si è reso disponibile a seguirla e promuoverla nelle fasi successive.
Trattandosi di un progetto che coinvolge territori e problematiche lontani e poco noti al personale, il processo di condivisione dei valori passa attraverso una strategia di collaborazione con il COSV, che prevede interventi di educazione allo sviluppo, attraverso la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale dell’Angola (mostre, esposizioni, …)
Relativamente all’ambito sociale e territoriale in cui Oliver Ogar opera in Italia, è stato raggiunto un ampio coinvolgimento di interlocutori esterni all’impresa. Su questa immagine Oliver Ogar intende investire, tenuto conto delle ancora limitate esperienze in progetti di responsabilità sociale da parte delle PM italiane. L’obiettivo è quello di diventare un esempio etico, riproducile.
Rispetto alla comunità di Matala, destinataria del progetto, è ampiamente percepita la peculiarità del rapporto diretto con un donatore privato, che sostiene direttamente gli obiettivi della comunità senza volerli piegare alle esigenze di comunicazione del proprio marchio.
L’intero progetto (la cui prima fase è stata calcolata in € 24.500) è a carico di Oliver Ogar. Il COSV garantisce, a proprie spese, il supporto logistico e il coordinamento.
E’ già allo studio la progettazione della seconda fase del progetto, che prevede tra l’altro l’installazione presso il centro di Matala di una radio rurale.

Sull'impresa

Settore: Commercio e Largo consumo Website: www.oliver-ogar.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica