HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ONETONE RESEARCH

Istituto di ricerca specializzato nelle ricerche di mercato su Internet

 

Shopmon

 

Problema
Con l'iniziativa denominata Shopmon, Onetone Research ha costruito nel corso del 2003 un panel di individui rappresentativo della popolazione Internet italiana. Il panel viene utilizzato a scopo di ricerca per la produzione di indagini e analisi di mercato sull'utilizzo di Internet e dei suoi servizi da parte dell'utenza italiana.

 

Soluzione
Le indagini sono condotte online mediante il sito Web www.shopmon.it che presenta l'iniziativa, eroga i questionari agli intervistati e acquisisce i dati delle interviste.
La partecipazione al panel è libera e viene motivata attraverso il finanziamento di alcuni progetti di solidarietà selezionati da Onetone Research con la collaborazione di cinque Onlus (Amref, Avsi, Caritas Ambrosiana, Cesvi, Unicef).
A differenza di quasi tutte le ricerche di mercato, che motivano l'intervistato a partecipare alle interviste con l'erogazione di incentivi personali (gadget, buoni benzina, buoni sconto ecc ... ), Shopmon propone all'intervistato uno scambio diverso, basato sulla comune adesione dell'istituto di ricerca e dell'intervistato ad una causa sociale.
Al termine di ogni intervista, il panelista indica a Onetone Research a quale progetto destinare una somma di denaro (di norma un Euro, in qualche caso tre o cinque Euro). Onetone Research versa la somma al progetto indicato per conto del panelista. La partecipazione a Shopmon, quindi, è completamente gratuita per i panelisti.
In questo modo, Onetone Research ottiene la collaborazione motivata di diverse migliaia di individui. Ciò produce alcuni vantaggi per la società: la corretta compilazione dei questionari online, un minore costo per intervista utile, la fedeltà dei panelisti nel tempo a garanzia della qualità del panel. I panelisti trovano un senso al tempo dedicato all'iniziativa, conoscono le iniziative finanziate e, talvolta, ringraziano esplicitamente Onetone Research per l'opportunità loro offerta. Le imprese che commissionano le ricerche, oltre all'apprezzamento per la qualità stessa del dato ottenuto dalle indagini, sanno di contribuire a un sistema di finanziamento di progetti di solidarietà nel quale molto spesso riconoscono i loro stessi valori.
La proprietà e la direzione di Onetone Research sono attivamente impegnate nella identificazione e nello sviluppo delle partnership (nel 2004 è prevista l'estensione dell'iniziativa a ulteriori tre/quattro Onlus). Una risorsa di Onetone Research mantiene le relazioni ordinarie con le Onlus coinvolte.
Il personale coinvolto nel contatto con i panelisti e nella produzione delle ricerche è a conoscenza dei principi che ispirano l'iniziativa e ne condivide lo spirito e le finalità.
In particolare, il personale è consapevole che i valori di sincerità, onesta e trasparenza nei confronti
dei panelisti e delle Onlus coinvolte sono fondamentali per il successo dell'iniziativa e per non disattendere le aspettative generate nei partecipanti al panel.
La scelta delle Onlus partner nel progetto Shopmon è stata fatta da Onetone Research con la cura di assicurare la rappresentatività dell'insieme degli individui coinvolti nel panel. A tal fine, il ventaglio delle Onlus coinvolte in Shopmon deve assicurare la pluralità di ispirazione culturale, religiosa e di ambito di attività. Quest'ultimo, inoltre, non deve essere troppo caratterizzato dal punto di vista geografico (per es., interventi in una singola città o in una regione italiana) per evitare il possibile sovra?campionamento del panel in alcune zone del paese.
Sono quindi state selezionate Organizzazioni che promuovono progetti in ambito internazionale, in particolare nel settore della salute, della formazione e dello sviluppo di strumenti di base dell'attività produttiva. Nella scelta dei progetti è stata data la priorità alla concretezza degli interventi.
L'impegno di Onetone Research con le Onlus prevede la stesura e consegna di un Rapporto mensile di rendicontazione dell'attività di distribuzione delle somme di denaro segnalate dai panelisti. Il Rapporto contiene un riassunto dell'attività di ricerca svolta con Shopmon, il numero di segnalazioni di donazioni pervenute nel mese e nell'anno e la ripartizione delle donazioni per Onlus e per progetto.
Lo stesso Rapporto, in un diverso formato, è distribuito elettronicamente ai panelisti, con la pubblicazione dei dati sul sito Web di Shopmon.

 

Risultati
Gli obiettivi prefissati sono stati raggiunti e Onetone Research intende proseguire l'attività potenziando il sistema di indagine costruito mediante Shopmon.
In realtà, l'originalità e l'innovatività del progetto sviluppato rendevano difficile la quantificazione dei parametri sui quali misurare l'eventuale successo dell'iniziativa. Al termine di un anno di esperienza si può dire di aver conseguito l'obiettivo in relazione alla misurazione di tre parametri:
l. il numero di persone coinvolte (4.700 da Aprile a Novembre 2003, 6.000 entro la fine dell'anno) è in linea con le previsioni e ha consentito di ottenere un solido campione di ricerca;
2. il numero di ricerche effettuate (20 da Aprile a Novembre 2003) dimostra l'interesse crescente del mercato nei confronti delle ricerche online e in particolare del gradimento del servizio offerto dalla piattaforma di indagine creata con Shopmon;
3. il numero di segnalazioni ricevute (13.900 Euro da Aprile a Novembre e 16.000 Euro circa per fine anno) è superiore alle attese ed eccede l'importo minimo definito con le Onlus all'inizio del 2003.
Nel 2004 Onetone Research prevede di raddoppiare i parametri sopra elencati già intorno alla metà dell'anno.
Il percorso che ha portato alla definizione, costruzione e realizzazione di Shopmon è stato segnato da una profonda riflessione in Onetone Research attorno a diversi temi concreti: come impostare la relazione online con i panelisti, quali criteri adottare nella scelta dei progetti da presentare nell'iniziativa, quale stile di comunicazione attivare con i panelisti e con le Onlus, come offrire le garanzie di onestà e trasparenza a tutti i soggetti coinvolti.
L'expertise di ricerca maturata con Shopmon è stata notevole, soprattutto nel campo della costruzione dei campioni di utenti online e nella raccolta ed analisi di dati ottenuti dai questionari erogati via Internet.
Per quanto riguarda i risvolti sociali di Shopmon, si possono citare tre tipi di sensibilità sin qui maturati:
I. gestire al meglio la comunicazione via Internet con i panelisti (una comunicazione mediata dal PC). Il rapporto mediato non consente di stabilire facilmente le basi di fiducia e collaborazione nella relazione. Inoltre, la particolare forma di incentivo utilizzata da Shopmon genera una forte spinta istintiva all'adesione ma al tempo stesso viene spesso inizialmente guardata con sospetto e giudicata demagogica;
2. operare sempre nel massimo rispetto dei panelisti e delle Onlus coinvolte. La gestione di Shopmon è guidata dal principio della massima trasparenza e controllabilità del sistema;

3. agire nell'ambito di una cultura della solidarietà. A differenza di altre classiche indagini di mercato, partecipando a Shopmon i panelisti non cercano un beneficio personale ma ottengono la possibilità di dare un senso al tempo che dedicano alla collaborazione. Onetone Research ha capito che deve offrire diverse occasioni nelle quali soddisfare questo bisogno di senso dei panelisti: non solo l'automatismo della donazione, quindi, ma informazione e sensibilizzazione sui progetti e sulle Onlus coinvolte per creare, in definitiva, maggiori possibilità perché i panelisti possano accrescere la conoscenza del terzo settore ed eventualmente attivarsi nel servizio di volontariato.
I fondi raccolti nel 2003 (in otto mesi di operatività) sono pari a circa 16.000 Euro. Il nuovo modello di ricerca introdotto con Shopmon si è rivelato sostenibile e non si prevede al momento un termine temporale all'iniziativa.
Nel 2004 Shopmon prevede di estendere la collaborazione a 718 Onlus e coinvolgere 12.000 persone per poter soddisfare fino a un centinaio di interventi di ricerca nel corso dell'anno, con un volume di donazioni pari a circa 40.000 Euro.

Sull'impresa

Settore: Servizi Website: www.onetone.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica