HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


SABAF

Produttore di componenti per apparecchi domestici per la cottura a gas

 

Bilancio Sociale 2002

 

Problema
Sabaf presenta la terza edizione del Bilancio Sociale con alcune sostanziali novità metodologiche e di contenuto. In particolare nel Bilancio Sociale 2002 sono da evidenziare il continuo affinamento del sistema di gestione della responsabilità sociale, i nuovi indicatori di performance e l’ampliamento del sistema di rilevazione. Infatti nell’ultimo anno, sono stati realizzati significativi momenti di dialogo con gli stakeholder.
Il tema cardine del Bilancio Sociale 2002, esplicitato nella Carta Valori, è quello di ricomporre i principi della gestione economica con l’etica fondata sulla centralità della persona. Nella convinzione che le scelte socialmente corrette siano anche le scelte economicamente vincenti, tale obiettivo è vissuto come la condizione indispensabile per la crescita sostenibile dell’impresa nel lungo periodo. In tale prospettiva è intesa anche la gestione della sostenibilità che nel bilancio sociale è rendicontata nelle sue tre dimensioni:
1) sostenibilità economica, ossia operare in modo che le scelte societarie aumentino il valore dell’impresa nel lungo periodo;
2) sostenibilità sociale, ossia promuovere una condotta etica negli affari e contemperare le aspettative legittime dei diversi interlocutori nel rispetto di comuni valori condivisi;
3) sostenibilità ambientale, ossia produrre minimizzando gli impatti ambientali diretti e indiretti della propria attività produttiva, per preservare l’ambiente naturale a beneficio delle future generazioni.

 

Soluzione
Sabaf mira all’integrazione dei diversi aspetti correlati quali etica, qualità, ambiente, sicurezza, economicità della gestione in un modello di governance della sostenibilità. In tale ottica, la Società nell’ultimo anno ha implementato una serie di progetti di miglioramento nella direzione dello sviluppo sostenibile.

- Impegno dell’Alta Direzione
L’impegno dell’Alta Direzione è stato formalizzato assegnando al Consiglio di Amministrazione specifiche competenze nella definizione delle politiche di Responsabilità Sociale di Sabaf. Inoltre, tra le prime società in Italia, Sabaf ha nominato un membro indipendente del Consiglio di Amministrazione con esperienze professionali in materia di responsabilità sociale

- Comunicazione, formazione, intervento, coinvolgimento dei collaboratori
Al fine di condividere il processo avviato in tema di Responsabilità Sociale con i propri collaboratori è stato avviato un percorso di formazione-intervento su tale tematica, cosi articolato:
1. incontri con tutti i dipendenti Sabaf, in gruppi di 20-40 persone, per illustrare loro il processo di responsabilità sociale della Società e il Bilancio Sociale 2001;
2. tra la fine del 2002 e l’inizio del 2003 è stato avviato il programma di intervento organizzativo denominato “Vivere i Valori”, con l’obiettivo di condividere con i responsabili di produzione ed i capi reparto il percorso della responsabilità sociale, congiuntamente ad attività di formazione in tema di sviluppo delle capacità relazionali;
3. nel 2003 sono stati svolti dei focus-group per ricevere da parte dei collaboratori, suggerimenti e proposte di miglioramento sul percorso intrapreso. Infine è da sottolineare che per rafforzare il processo di cambiamento, nel corso del 2002 è iniziata l’implementazione del Piano di Comunicazione Organizzativa.
- Definizione dei Key Performance Indicator
E’stato avviato un percorso di identificazione di un set di Key Performance Indicator, capaci di monitorare in maniera integrata non solo le performance sociali, economiche ed ambientali ma anche le performance di capitale intellettuale.

- Implementazione
Sono da segnalare due progetti di miglioramento in tema di Responsabilità Sociale che hanno impegnato il management nel corso del 2002: la definizione della Carta Valori e l’implementazione del Sistema di Gestione Ambientale e delle relative procedure per ottenere la certificazione alla norma ISO 14001, attesa entro la fine del 2003.

- Sistema di controllo interno
Con la realizzazione della Carta Valori sono stati definiti anche i ruoli dei diversi attori coinvolti nel processo di gestione della responsabilità sociale: il Gruppo di Progetto per la Responsabilità Sociale, il Preposto al controllo interno e il Comitato per il controllo interno. Inoltre il ruolo importante nel controllo dell’attuazione della responsabilità sociale è attribuito al Consiglio di Amministrazione, che a livello strategico verifica l’attuazione delle politiche in tema di responsabilità sociale.

 

Risultati
Negli ultimi anni la Società ha investito nello sviluppo delle competenze dei collaboratori incrementando gli interventi formativi. Nel 2002 sono state erogate mediamente 17 ore per dipendente con un impegno di 5.936 ore da parte dei formatori interni e con un investimento pari allo 0,19% del proprio fatturato in attività di formazione. In aggiunta agli interventi sopra descritti va richiamata l’attività relativa allo sviluppo delle capacità relazionali dei capi reparto. Importante è stata anche la crescita nell’ultimo triennio del numero di collaboratori nelle tre aree di importanza strategica per la Società: 29% in attività di ricerca e sviluppo, 52% in attività legate alla qualità, ambiente e sicurezza e 33% nel commerciale.

Gli investimenti in Ricerca e Sviluppo nell’ultimo triennio sono aumentati di circa il 43%, passando da circa 867.000 euro a 1.246.000 euro; ad oggi Sabaf può contare circa trenta brevetti registrati che hanno favorito lo sviluppo di 1.331 disegni per nuovi prodotti.
Gli sforzi compiuti in questi ultimi anni sull’innovazione di prodotto si sono concrettizati nella realizzazione del bruciatore tripla corona “dual” totalmente ermetico. Grazie al sistema di doppia entrata, è possibile comandare separatamente le corone esterne e quella interna; il bruciatore può essere comandato da un rubinetto a due uscite o per mezzo di due rubinetti separati. L’impegno profuso dalla Società nelle attività di ricerca e sviluppo, è stato valorizzato con il premio Intel Design 2003 nella categoria “tecnologia” per il Bruciatore Tripla Corona 4,5 Dual.

La Società ha iniziato a sviluppare attività e progetti di condivisione e di informazione e conoscenza con i propri clienti e fornitori. Nel 2003 è stato organizzato un apposito incontro con i principali fornitori per condividere orientamenti strategici, politiche e temi quali la responsabilità sociale e la gestione del capitale intellettuale.

Particolare attenzione merita l’analisi del capitale relazionale clienti, nella quale si può evidenziare che nel corso del 2002 il numero dei clienti è pari a 277 (cresciuto del 21% rispetto al 2001) generando un fatturato medio di circa 364.000 euro (un aumento del 6,4 % rispetto al 2001). Inoltre il tasso di fedeltà e di anzianità media dei clienti degli ultimi cinque anni evidenzia come la grande maggioranza dei clienti abbiano sempre acquistato prodotti da Sabaf.

Sull'impresa

Settore: Apparecchi meccanici ed elettrici Website: http://www.sabaf.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica