HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


FIAT

Casa produttrice italiana di automobili

 

La Carta dei Valori d'impresa (caso elaborato da UniversitÓ degli Studi di Torino-anno 2000)

 

Problema
La carta dei valori del gruppo FIAT nasce con la volontà di rendere chiari e comprensibili gli ideali e le politiche che costantemente devono guidare l’operato all’interno del Gruppo.
Il gruppo FIAT, nel suo insieme e nella sua articolazione di settori e società, afferma fortemente tre doveri fondamentali verso gli azionisti, i clienti e quanti lavorano nel gruppo e con il gruppo. A questi doveri corrispondono i valori chiave con cui tutti coloro che operano nel gruppo sono chiamati a mantenersi in coerenza in ogni azione, comportamento ed in ogni occasione di relazione all’interno ed all’esterno.
Inoltre, la volontà di raccogliere in un documento i valori e le politiche del gruppo risponde ad una esigenza di diffusione capillare di logiche comportamentali comuni in tutti i settori dello stesso. Date le dimensioni multinazionali, i settori differenti di attività, la localizzazione produttiva diffusa in diversi continenti, attraverso la carta dei valori s’intende “accomunare” soggetti che si trovano ad operare in contesti differenti sotto una unica identità di gruppo.

 

Soluzione
Nel dicembre1996 si è dato vita ad una profonda riflessione all’interno del gruppo che ha condotto alla definizione del sistema dei valori e delle politiche. L’occasione è stata quella dell’incontro istituzionale di fine anno durante il quale si sono fissati i tempi ed i modi di un lavoro che ha impegnato, su un arco di oltre sei mesi, 450 persone, alti dirigenti che rappresentano tutte le società ed i paesi nei quali opera il Gruppo. Nel corso di dodici incontri con il management si sono identificati i valori emergenti individuando il punto di equilibrio tra quelli nuovi e quelli consolidati e radicati nella cultura.
L’insieme dei valori tratteggiato nella carta rappresenta la sintesi dei valori distintivi in cui si riconosce l’identità del gruppo ovunque esso operi. Su di essi si basano le politiche del gruppo FIAT, intese come le regole trasparenti e coerenti che costituisce il fondamento sul quale si sviluppa l’autonoma iniziativa di business in una cornice di comune appartenenza. Tali valori vengono definiti come “nostri”, ad identificare un pieno riconoscimento ed un senso di appartenenza del top management che li ha codificati. Essi sono scaturenti da un secolo di storia dell’azienda, dal lavoro comune e da come gli alti livelli aziendali immaginano e vogliono costruire il futuro.
La carta dei valori del gruppo FIAT pone in rilievo da un lato la mappa di tre doveri fondamentali nei confronti degli stakeholders, dall’altro un insieme di valori comportamentali con funzione di principi-guida che costituiscono il sistema di riferimento per le politiche del gruppo e per il comportamento delle sue persone.
Nella prima categoria sono richiamati i principi della creazione del valore, nell’ambito delle responsabilità verso i soggetti apportatori del capitale di rischio, della soddisfazione del cliente, nell’ambito delle responsabilità nei confronti dei soggetti che acquistano un bene realizzato da una società del Gruppo, e della valorizzazione delle risorse umane. Quest’ultimo principio definisce un dovere orientato verso la finalità di far sì che i dipendenti ed i dipendenti dei partners del Gruppo siano sempre messi nelle condizioni migliori per esprimere il potenziale intellettivo ed operativo. Tale valore si configura dunque come un dovere verso chi lavora nel Gruppo e con il Gruppo.
Nell’ambito della valorizzazione delle risorse umane l’impegno è nella direzione del pieno rispetto della dignità della persona. In questo senso il gruppo esclude ogni forma di discriminazione legata a razza, sesso, età, religione e convinzione politica. Tale politica è inoltre improntata ad assicurare l’equità nella gestione, riconoscendo nel merito nelle prestazioni di lavoro e nelle potenzialità professionali i criteri determinanti per gli sviluppi retributivi e di carriera.
Sempre in quest’ambito sono definiti come fondamentali al fine dell’accrescimento del coinvolgimento e della motivazione di chi opera nel gruppo, la trasparenza nei comportamenti e la comunicazione aperta e continua.
Tra i principi-guida che costituiscono il sistema di riferimento per le politiche del gruppo e per il comportamento delle sue persone sono richiamati ulteriori valori comportamentali operanti in sinergia con quelli principali prima individuati. In questo contesto il riferimento corre verso l’integrità ed il valore nell’attività di lavoro svolta da ognuno. Tale principio si fonda su comportamenti ispirati alla massima trasparenza, franchezza e correttezza, nel pieno rispetto del codice etico che l’azienda si è data e a cui viene fatto costante richiamo.
Sempre in questo contesto sono ulteriormente oggetto di esplicito richiamo la volontà di competere globalmente comprendendo ed integrando differenti culture, la volontà di stimolare e di premiare la propositività diffusa, la tensione verso la tempestività e la determinazione nel prendere le decisioni e nel realizzarle, tutto nell’ottica di conseguire un sempre migliore “risultato di squadra”.
Il documento è articolato in una prima parte, inerente i valori del Gruppo, ed in una seconda sezione ove sono riportate le politiche del Gruppo. Queste ultime rappresentano l’applicazione pratica dei valori sopra citati. Tra le politiche spiccano per importanza le politiche rivolte alla gestione della risorsa umana, formanti la “carta dei principi delle risorse umane”. Quest’ultima raccoglie gli indirizzi e le linee guida fondamentali per la gestione e lo sviluppo delle persone cui le singole politiche si conformano. Tra queste si pongono in particolare rilievo: la ricerca della motivazione e della professionalità, fattore strategico di competitività, il coinvolgimento e la partecipazione di tutte le persone ai processi aziendali, lo sviluppo delle competenze realizzato con iniziative e programmi di addestramento e formazione, ed il sistema delle retribuzioni, premiante le prestazioni dei singoli e dei gruppi sulla base del valore creato, del contributo fornito e delle competenze espresse.
Accanto a quelle richiamate si rilevano specifiche politiche relative allo sviluppo organizzativo, alla valorizzazione delle competenze, alla formazione, alla comunicazione interna, alle assunzioni dall’esterno e alla mobilità interna, all’attribuzione di incarichi per le posizioni di senior management e per la mobilità internazionale delle risorse. Si richiamano inoltre la politica per l’assunzione e lo sviluppo dei neolaureati, la politica per la valutazione della risorsa umana e per le retribuzioni.
Data l’importanza che il fattore ambientale riveste all’interno dei settori tradizionali delle società del Gruppo, non poteva essere assente una politica specificamente rivolta alla gestione ambientale. Quest’ultima è rivolta, sinteticamente, al perseguimento di quattro obiettivi fondamentali:
- non inquinare
- ottimizzare l’uso delle risorse nelle fasi di definizione e fabbricazione dei prodotti;
- non sprecare, riciclando il più possibile;
- realizzare prodotti sempre più compatibili con l’ambiente, tenendo conto degli impatti lungo il loro ciclo di vita.

 

Risultati
I contenuti e le politiche individuate sono nati da una spinta del vertice aziendale ma anche da un ampio e articolato processo che ha visto la partecipazione attiva e fortemente interiorizzata dell’alto management. Ciascuna società recepisce le politiche facendone oggetto di comunicazione, illustrazione e riflessione. Ogni società del gruppo, inoltre, valuta la propria situazione in base all’applicazione dei valori chiave e dei principi guida: le azioni necessarie per la loro piena attuazione sono individuate ed inserite all’interno dei piani e dei budget aziendali.

Sull'impresa

Settore: Automobilistico Website: www.fiatgroup.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica