HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


RAS

SocietÓ del settore assicurativo - finanziario

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2006

Dal 2001 un modo innovativo di operare nel sociale

 

Problema
Gli enti del settore nonprofit socio assistenziale, per poter contribuire in modo sostanziale allo sviluppo di nuovi progetti destinati al sostegno di categorie sociali deboli, necessitano di contribuiti economici e finanziamenti che non sempre riescono ad ottenere.

 

Soluzione
Ras avverte il dovere, proprio di un Gruppo delle sue dimensioni, di contribuire efficacemente al miglioramento della società nella quale opera. Rientra in questa filosofia la costituzione, nel 2001, della Fondazione Umana Mente, soggetto autonomamente gestito ed operante a sostegno della solidarietà sociale.
Umana Mente collabora con enti nonprofit, focalizzando il suo intervento su progetti significativi di elevato impatto sociale, con l’obiettivo di non limitarsi ad erogare finanziamenti ma di realizzare un concreto rapporto di partnership, che accompagni l’ente "step by step" per i primi anni di realizzazione e verifica del progetto.
La fondazione concentra la propria attività su due ambiti di intervento circoscritti: la disabilità congenita intellettiva e il disagio minorile, cercando di coglierne a fondo le problematiche. Inoltre, Umana Mente si impegna ad individuare progetti che siano replicabili in altri contesti e che siano in grado di superare la frammentarietà dei servizi tramite la messa in rete di più enti.
La ratio dietro l’istituzione di Umana Mente è quella di passare da erogazioni poco focalizzate, occasionali e ad alto rischio di non continuità, ad un metodo di intervento più proattivo e selettivo, caratterizzato dall’alto livello di competenza e specializzazione nei settori in cui la fondazione concentra la sua attività. Il sostegno, che non si limita all’erogazione di una somma in denaro ma si concretizza in un vero e proprio accompagnamento nel progetto, è finalizzato a rendere l’organizzazione in grado di operare autonomamente, una volta terminato il rapporto con la Fondazione.
Per quanto concerne la sensibilizzazione culturale e l’acquisizione di competenze, sono stati realizzati due focus group con gli enti finanziati, sul tema delle procedure di valutazione e di monitoraggio dei progetti. Inoltre, è stato organizzato un workshop sugli ambiti di intervento con vari esponenti di enti non profit di secondo livello ed è stato proposto un convegno dal titolo "Trasparenza e creazione di valore nelle relazioni fra profit e non profit", in collaborazione con il Cergas dell’Università Bocconi di Milano. Infine, è stata commissionata una ricerca alla SDA Bocconi volta a misurare il ritorno dell’investimento sociale attraverso indicatori costruiti ad hoc.
A partire dal 2002 e sino al 2005, Ras ha messo a disposizione di Umana Mente ogni anno da 3,6 (i primi due anni) a 5,1 milioni di euro (gli ultimi due). Nel relazionarsi con gli enti, Umana Mente tende a stabilire veri e propri rapporti di partnership, che comprendono verifiche congiunte sulla efficacia ed efficienza del progetto. La Fondazione considera la pubblica amministrazione un interlocutore fondamentale sia per la fase di raccolta dati sui fenomeni di disagio sociale di cui si occupa, sia per facilitare la sostenibilità del progetto una volta che il finanziamento della fondazione giunge al termine.
Umana Mente dispone di personale dedicato, sette persone oltre al direttore generale. Il clima interno al gruppo è improntato alla collaborazione ed al dialogo continuo e, per ragioni di trasparenza interna, il team che seleziona i progetti è distinto da quello che ne monitora l’implementazione. La fondazione auspica un continuo miglioramento dei collaboratori, pertanto favorisce l’acquisizione di conoscenze e skill attraverso la partecipazione a corsi di aggiornamento e convegni.
Le attività di Umana Mente sono state oggetto di una presentazione aziendale ai dipendenti Ras, durante la quale sono state chiarite le tematiche seguite e gli obiettivi della Fondazione. In occasione del Natale 2005, i dipendenti Ras sono stati coinvolti, tramite la intranet aziendale, in una votazione per la scelta del disegno preferito da utilizzare come soggetto degli auguri natalizi, fra una rosa di disegni presentati dagli enti finanziati ed eseguiti dagli ospiti degli stessi. Successivamente è stata allestita una mostra dei disegni nell’atrio della sede Ras ed all’ente che ha presentato il disegno vincitore è stato devoluto l’80% della somma destinata ai regali natalizi cui Ras ha rinunciato, mentre il restante 20% è stato distribuito fra gli altri enti partecipanti. Per avvicinare ulteriormente a Umana Mente i dipendenti Ras è allo studio una sezione specifica della intranet dedicata alla CSR, all’interno della quale è al vaglio l’opportunità di inserimento di alcune pagine dedicate al volontariato. Il contratto integrativo aziendale delle imprese assicuratrici del Gruppo Ras prevede inoltre 100 ore retribuite a disposizione dei dipendenti dediti ad attività di volontariato.

 

Risultati
Dall’inizio della sua attività ad oggi, Umana Mente ha finanziato 40 progetti, in 10 regioni d’Italia, per un impegno economico di oltre 13 milioni di euro. Nel 2005 hanno contattato la Fondazione 260 enti e sono stati valutati 141 progetti, 15 dei quali sono stati approvati e finanziati.
La collaborazione con Umana Mente ha portato il personale Ras ad un arricchimento delle conoscenze e competenze specifiche e ad una maggiore sensibilizzazione/coinvolgimento su particolari tematiche sociali.
Ulteriori aspetti positivi riscontrati sono:
- miglioramento della capacità degli enti finanziati di monitorare i propri progetti e di valutarne l’impatto;
- miglioramento delle capacità di progettazione e della rigorosità dei progetti degli enti finanziati (ottenuto grazie alla strategia di Umana Mente di erogare i fondi non in un’unica soluzione, ma a tranche, solo dopo aver verificato che gli obiettivi correlati alla precedente tranche di finanziamento siano stati raggiunti);
- introduzione di una reale competitività tra gli enti per concorrere all’assegnazione dei finanziamenti, grazie alla rigorosità del processo di selezione dei progetti da sostenere;
- attivazione di reti di partnership tra enti di terzo settore, imprese e pubblica amministrazione (dal 2003 due progetti in particolare sono andati in questa direzione: il primo, Sestante, ha coinvolto 6 organizzazioni oltre ad Umana Mente mentre il secondo, Polinrete, ha riguardato 9 enti di terzo settore).
Anche se per specifica scelta, il nome di Ras non compare in quello della fondazione Umana Mente, le attività da questa svolta possono aver contribuito ad un miglioramento della reputazione del gruppo presso i clienti attuali e potenziali, oltre che presso il più vasto pubblico.

Sull'impresa

Settore: Banche, Finanza e Assicurazioni Website: www.ras.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica