HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


STAT SpA

Opera nel mercato dell’indotto auto

 

Certificazioni a tutela dell'ambiente di lavoro e dell'ambiente esterno

 

Problema
Stat SpA, nata nell’aprile 1957, è presente sul mercato dell’indotto auto con prodotti di elevato contenuto tecnologico. Attualmente occupa circa 100 dipendenti, con un fatturato al 31.12. 2001 pari a 41.427.000.
Sin dal 1977, si è data come obiettivo primario e parte integrante dell’attività produttiva, la salute e la sicurezza dei propri dipendenti e la salvaguardia dell’ambiente di lavoro, inteso come miglioramento continuo della qualità della vita all’interno dei luoghi di lavoro, nonché l’impatto verso l’ambiente esterno.
Per garantire una costante e puntuale applicazione degli impegni primari stabiliti, l’Azienda ha conseguito nel gennaio 1999 la certificazione del sistema di gestione della sicurezza (BS 8800 - OHSAS 18001:99) e nel luglio 2000 la certificazione del sistema di gestione ambientale (UNI EN ISO 14001).

La Stat ha posto la gestione della sicurezza e dell’ambiente tra le principali responsabilità di chi ha compiti gestionali in azienda, partendo dai vertici, coinvolgendo tutti i dirigenti ed i preposti per il comune raggiungimento degli obiettivi assegnati ed il loro continuo miglioramento.

 

Soluzione
Il personale è stato ed è costantemente coinvolto in percorsi formativi e riunioni propositive, nelle quali vengono definiti obiettivi specifici per l’applicazione ed il miglioramento delle gestioni, presupposto di immagine e garanzia verso il Cliente con evidenti possibilità di sviluppi economici.

Nel 1977 è stato istituito un servizio mensa catering per offrire i pasti caldi ai propri dipendenti, con un contributo irrisorio a carico del dipendente (euro 1,03/mese).

Dal 1996 è stata delimitata una area verde a disposizione del personale, nella quale è stato allocato un tavolo da ping-pong, un calcetto, alcune panchine. Periodicamente durante l’anno vengono organizzati tornei tra i dipendenti. Tutto ciò ha contribuito a migliorare i rapporti interpersonali e a creare nuove amicizie.

L’Azienda ha collaborato e collabora costantemente con i propri Fornitori con campagne di crescita guidata in ambito qualità e sensibilizzazione, in ottica di sicurezza ed ambiente, anche in considerazione del fatto che non si possono disgiungere le risorse umane dall’ambiente, dalle macchine e dalle attrezzature di lavoro.

L’Azienda, con l'obiettivo del miglioramento delle prestazioni in termini di qualità del prodotto e del servizio al Cliente, nel 1993 ha conseguito la certificazione dai principali Clienti. Successivamente, riconoscendo la necessità di rendere ancora più efficace l’applicazione del Sistema Qualità alle attività svolte, nel dicembre 1996 ha conseguito la certificazione conforme alla norma UNI EN ISO 9001:94 e nel settembre 2001 la certificazione conforme ai requisiti della specifica tecnica ISO/TS 16949:1999.
Prossimo traguardo, entro l’anno 2003, l’aggiornamento del Sistema Qualità in base ai requisiti della specifica tecnica UNI ISO TS/16949:2002.

 

Risultati
A fronte degli sforzi intrapresi, nel corso degli anni ci sono stati benefici a livello di drastica riduzione di assenze per infortuni o malattie professionali, minori consumi energetici, minore produzione di rifiuti, migliore qualità della vita nei luoghi di lavoro, maggiore soddisfazione del Cliente sia in Italia che all’estero.
Infatti, l’impegno profuso da tutto il personale della Stat nel perseguire gli obiettivi qualitativi concordati con il nostro maggiore Cliente, ha avuto come esito positivo l’assegnazione del prestigioso Premio Qualitas 2002.

In termini numerici i consumi si sono ridotti come segue:
Gas metano: da circa 250.000 metri cubi del 1999 a meno di 200.000 metri cubi del 2001;
Energia elettrica: da circa 1.200.000 KW del 1998 ai 930.000 KW del 2001;
Acqua: da circa 4100 MC del 1998 ai 2200 MC del 2001;
Rifiuti: diminuzione del 30-50% nel 2001 rispetto al 1999, suddivisi tra le varie tipologie.

Infortuni: l’indice di infortunio calcolato sulla base delle ore di assenza rispetto alle ore lavorate, ha evidenziato un miglioramento continuo:anno 1997 0,45%,
anno 1998 0,25%,
anno 1999 0,10%,
anno 2000 0,00%,
anno 2001 0,10%.
Occorre peraltro precisare che l’obiettivo aziendale per l’anno 2001 era stato definito nella misura di 0,16%.
Tale andamento ha permesso all’azienda di poter presentare istanza all’Inail per ottenere la riduzione del tasso medio per prevenzione ex art. 24 delle Modalità di Applicazione delle Tariffe. L’accoglimento dell’istanza ha prodotto, in termini economici, uno sconto del 10% sulla regolazione premi infortuni.

Sull'impresa

Settore: Altre industrie manifatturiere  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica