HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


Ufficio Difensore Civico Comuni Valdinievole

Associazione di Comuni per la gestione associata dell’Ufficio di difesa civica locale

 

Comunicare la difesa civica: partecipazione, trasparenza e tutela del cittadino

 

Problema
La crisi della giustizia, comune a tutte le società contemporanee, è divenuta nel nostro Paese acuta. I punti di maggior sofferenza riguardano il ruolo della giurisdizione nel sistema istituzionale e l'effettività del servizio giustizia. In tale ottica è utile una riflessione in merito agli strumenti non giurisdizionali di soluzione delle controversie. Questo vale non solo per l’ambito fisiologico di operatività dei giudizi arbitrali o delle previsioni normative dei tentativi di conciliazione in ambito privatistico, ma pone interessanti problematiche anche nei settori ritenuti tradizionalmente indisponibili, come ad esempio la materia amministrativa e finanche penale. Il difensore civico è entrato fra quei pochi istituti italiani di tutela non giurisdizionale dei diritti e degli interessi dei cittadini.

 

Soluzione
Il progetto proposto dall’Ufficio Difensore civico tende a realizzare un sistema compiuto di comunicazione fra Ufficio del Difensore civico-cittadinanza-amministrazioni locali relativamente alle competenze proprie dell’istituto di partecipazione e tutela in Valdinievole. Gli strumenti utilizzati riguardano essenzialmente:
1. la realizzazione di un portale internet ad hoc (http://valdinievole.difesacivica.it), che utilizza metodologie informative e strumenti di e-government,
2. la realizzazione di un dèpliant cartaceo che, con particolare riguardo all’analisi del linguaggio, si rivolge al cittadino come vademecum per il ricorso alla tutela stragiudiziale amministrativa.
3. la realizzazione di un progetto di comunicazione-formazione interna per il personale degli enti associati (programma I semestre 2006).
Il portale telematico e il dèpliant vogliono usare lo stesso schema base di comunicazione: dare al cittadino basilari nozioni sul Difensore civico; il linguaggio è volutamente semplice e deburocratizzato. La grafica del cartaceo ha voluto “umanizzare” la comunicazione pubblica, usando il linguaggio delle mani e colori caldi. Il portale telematico, fra l’altro, prevede la possibilità, per il cittadino, di prenotare direttamente l’appuntamento con il Difensore civico nella sede comunale preferita, come porre l’istanza in via telematica, ed attivare così l’intervento dell’ombudsman locale senza la necessità di spostarsi fisicamente da casa o dall’ufficio.
Il sottoprogetto relativo alla comunicazione-informazione del personale degli enti associati vuole, contemporaneamente, aggiornare i dipendenti sul ruolo del Difensore civico all’interno delle amministrazioni locali, come fornire nozioni di mediazione amministrativa, utili nella relazione fra cittadino ed uffici pubblici. L’attenzione alla Trasparenza e alla Comunicazione pubblica sono stati i principi guida della realizzazione del piano. L’Ombudsman, garante dell’efficienza, correttezza, imparzialità e buon andamento della Pubblica Amministrazione, si ritiene debba avere proprio nella sua mission innovativa l’attivazione di un sistema informativo compiuto e ragionato nei confronti degli stakeholders, ossia della cittadinanza locale tutta. Si è voluto quindi realizzare un sistema di informazione-relazione stabile fra cittadini-utenti-amministratori e difesa civica locale, utilizzando metodologie tradizionali ed innovative, permettendo di raggiungere efficacemente tutti gli strati sociali della popolazione residente, agevolando sistemi di governance e democracy del territorio di competenza, al fine di incidere positivamente, anche in senso pedagogico, sul più evoluto concetto di cittadinanza locale e responsabilità sociale.
L’attività ha coinvolto, oltre agli Enti interessati, anche altri soggetti, fra i quali il Gruppo di lavoro dei Difensori civici locali di Toscana e Umbria, nel supporto allo standard del portale dedicato alla Difesa civica della Valdinievole. E’ stato realizzato un incontro pubblico, con la presenza del Difensore civico della Regione Toscana, per presentare il dèpliant dell’Ufficio alla Cittadinanza, Amministratori e Stampa locale. Sono in programma incontri con la popolazione e diffusione del materiale anche attraverso luoghi non necessariamente istituzionali (Centri commerciali). Sono pure in programma iniziative di promozione e diffusione di altre tematiche affini alla tutela stragiudiziale amministrativa (ad es. progetto sulla legalità in tema di usura).

 

Risultati
Da una prima analisi quantitativa (dati Relazione 2004 e primi dati consuntivo 2005) già si percepisce come il piano di comunicazione abbia portato ad un incremento degli accessi all’Ufficio (ad esempio, le istanze ricevute per il Comune di Monsummano Terme sono passate da 17 nel 2004 a 32 nel 2005). In termini qualitativi, l’accesso del cittadino risulta più congruo alle competenze dell’istituto e minori appaiono le richieste extraistituzionali.
Per quanto riguarda il personale, si è consolidato il team che lavora, trasversalmente sui più enti, anche sui temi della tutela stragiudiziale e mediazione amministrativa.

Sull'impresa

Settore: Pubblica Amminstrazione ed Enti locali Website: www.valdinievole.difesacivica.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica