HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


UNICOOP TIRRENO

Cooperativa di consumo del sistema Coop

 

Programma RSI ( Piano Sociale Partecipato): Collaudo Civico delle strutture di vendita

 

Problema
Le strutture pubbliche non sempre sono liberamente accessibili e fruibili da tutti; molte persone con ridotte capacità motorie, visive o uditive vivono situazioni discriminatorie che impediscono loro di condurre un’esistenza ed una vita sociale normale. L’abbattimento delle barriere architettoniche è un diritto del cittadino sancito dalla stessa Costituzione. Nonostante ciò in Italia esistono ancora molti uffici, luoghi pubblici e servizi commerciali che non hanno ancora provveduto ad abolire le barriere, finendo con il risultare inutilizzabili e limitanti.

 

Soluzione
Nel 2003 Unicoop Tirreno ha varato un programma di responsabilità sociale ispirato ai contenuti del Libro Verde dell’Unione Europea ed ha avviato un rapporto di partnership con CittadinanzAttiva (organizzazione civica impegnata nella tutela dei diritti dei cittadini e dei consumatori) individuando un percorso comune sul tema della responsabilità sociale d'impresa da cui è nato il Piano sociale partecipato. Tra i temi affrontati dal Piano, deliberati dal Consiglio di Amministrazione ed inerenti il core business, è compreso il collaudo civico delle strutture di vendita. L’iniziativa prevede un rilevamento del grado di accoglienza dei supermercati/ipermercati e la realizzazione di programmi di miglioramento degli stessi.
Unicoop Tirreno, in collaborazione con CittadinanzAttiva e con FISH (Federazione Italiana per durante la il Superamento dell'Handicap), ha istituito una commissione interna alla cooperativa (composta da dipendenti con competenze aziendali diverse ed esponenti delle organizzazioni partecipanti), la quale ha provveduto ad effettuare una mappatura pertinente degli stakeholder ed ha deciso di avviare il progetto di collaudo delle strutture con una prima iniziativa sperimentale di sistemazione del supermercato di Bagno di Zavorrano (GR). Obiettivo principale è stata fin dall’inizio una ristrutturazione destinata all’abbattimento delle barriere architettoniche ed ispirata ai principi base della progettazione universale. Al collaudo civico del supermercato è stata fatta precedere una fase di monitoraggio tecnico del grado di fruibilità dello stesso. Successivamente, Unicoop Tirreno ha provveduto a migliorare la struttura e ad effettuare una nuova fase di monitoraggio per la raccolta delle osservazioni dei dipendenti/soci/consumatori del supermercato. Infine, è stato verificato il raggiungimento degli obiettivi, la bontà degli interventi architettonici effettuati e la funzionalità delle nuove strumentazioni.
Nel giugno 2005, dopo un anno e mezzo dalla partenza dei lavori, il supermercato ha riaperto con il nome di Supermercato dell’Accoglienza. La nuova struttura è stata dotata di un'isola pedonale protetta e di un percorso tattile che dall'esterno continua fino all'interno della struttura. Inoltre sono stati realizzati corridoi più larghi, bilance più basse, scaffali con angoli smussati, effetti cromatici di grande contrasto ed “elimina-code” in Braille.
Il metodo della co-progettazione ha garantito una sinergia costante tra l’impresa ed i suoi stakeholder e nell’ambito del Piano sociale partecipato i partner hanno svolto un ruolo fondamentale, teso al perfezionamento civico delle attività svolte.

 

Risultati
Il progetto, ispirato alla Carta dei valori ed alla mission della cooperativa, ha prodotto i benefici sperati, creando soddisfazione per tutti i soggetti coinvolti nell’iniziativa ed ha visto la partecipazione attiva ed il sostegno da parte della comunità locale da cui sono scaturite nuove piste di intervento relative alle politiche di formazione e selezione del personale.

La ristrutturazione è risultata assolutamente replicabile, al punto che la cooperativa sta pianificandone l’estensione all’interno della propria rete di vendita.
Durante lo svolgimento dei lavori, sono state acquisite nuove competenze in materia di inclusione sociale, è aumentata la motivazione e la soddisfazione dei settori coinvolti e grazie alla coprogettazione è stato anche possibile un proficuo scambio di competenze tra le realtà coinvolte.

Sull'impresa

Settore: Commercio e Largo consumo Website: www.coop.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica