HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


OCÉ-ITALIA

Azienda che opera nel settore del printing e della gestione documentale

 

La Banca del Tempo

 

Problema
Le imprese incoraggiano fortemente il volontariato dei dipendenti presso le proprie comunità locali. A tal fine le aziende progettano e selezionano per il personale interessato opportunità e progetti a cui partecipare, e danno vita a soluzioni  che incoraggiano i dipendenti a prendere parte attiva in queste attività.

 

Soluzione
Océ Italia sostiene da anni progetti etici fondati sul valore della responsabilità sociale. La volontà di coinvolgere e sensibilizzare il personale in un percorso di solidarietà aziendale ha portato al progetto “La banca del Tempo” in accordo con Arché Onlus, associazione impegnata in Italia e nei paesi in via di sviluppo a favore di bambini sieropositivi e con gravi disagi psichici e sociali. L’azienda ha così incentivato e favorito azioni di volontariato dei dipendenti, concedendo loro permessi retribuiti per poter svolgere le attività di volontariato prescelte. Il capitale umano si è impegnato a raddoppiare i permessi con il tempo personale anche al di fuori dell’orario d’ufficio.Il disegno è quello di coinvolgere e sensibilizzare direttamente i dipendenti dell’azienda in un percorso condiviso di solidarietà. L’impresa non si limita a sostenere una causa, ad esempio finanziariamente, ma crea le condizioni perché ognuno dei suoi dipendenti possa contribuire di persona e a questo fine offre “tempo”, da cui il progetto “Banca del Tempo”. Il tempo è una risorsa critica, non solo perché è un altro modo concreto per permettere ad associazioni come Arché di raggiungere i propri obiettivi solidali, ma anche perché “nel tempo delle persone” ci sono le loro idee, la loro passione e la loro capacità di moltiplicare i risultati diffondendo il progetto e motivando altri a fare lo stesso. L’iniziativa è stata annunciata a tutto il personale aziendale ed è stata promossa in questa prima fase sui dipendenti operanti presso la sede di Cernusco sul Naviglio. Con questo progetto l’impresa ha, di fatto, incentivato e favorito azioni di volontariato dei dipendenti concedendo loro permessi retribuiti per poterle svolgere. Ocè, al fine di un’efficace implementazione dell’attività stabilita ha: condotto un indagine fra i dipendenti per verificare interesse e disponibilità per “La banca del Tempo”; organizzato una giornata d’incontro con Arché in cui i volontari hanno descritto le attività e i progetti dell’associazione e i dipendenti Océ sono entrati a contatto con il mondo del volontariato; fissato, presso Archè, un secondo incontro per i dipendenti interessati ad un approfondimento sui progetti in cui avrebbero potuto scegliere di essere volontari; insieme ad Archè ha quindi identificato i tre progetti solidali in cui coinvolgere il personale interessato, quali l’assistenza nella Casa Accoglienza (struttura per i bambini e le madri sieropositivi in cui la presenza dei volontari si integra con figure professionali di riferimento nella gestione della casa, nell’organizzazione e nel coinvolgimento degli ospiti), il progetto Vintage Solidale (negozio dove vengono rivenduti abiti e oggetti donati da privati e/o aziende, in cui i volontari si dedicano a tutti gli aspetti legati alla conduzione dell’attività), e gli incontri finalizzati all’educazione alla sessualità, con adolescenti di 3° media presso alcune scuole di Milano; infine a garanzia della qualità del progetto, Arché ha quindi effettuato un corso di formazione per i dipendenti interessati e ha valutato l’idoneità di quelli coinvolti al volontariato.

 

Risultati
Il coinvolgimento diretto del personale nel progetto di volontariato per Archè ha dato maggior risalto e credibilità alle scelte di responsabilità sociale dell’azienda. L’iniziativa ha un grande valore strategico, in quanto dimostra che l’azienda ha un approccio proattivo nello sviluppo sociale. Il progetto ha contribuito a creare occasioni di maggior coinvolgimento del personale su tematiche sociali, quindi non strettamente legate al proprio lavoro, e ha dato anche la possibilità a chi lo desiderava di esprimere in prima persona la propria solidarietà sociale e dare quindi un personale contributo alla buona causa, mettendo a disposizione non solo il proprio tempo, ma soprattutto la propria sensibilità. In numeri: i dipendenti coinvolti sono stati 200, quelli interessati 22; quelli considerati idonei che hanno aderito all’iniziativa, 5. Il progetto ha prodotto inoltre benefici per tutte le parti coinvolte, in particolare ha ridotto la distanza fra impresa, personale e comunità. Per Océ-Italia ha costituito la base di partenza per assumere un ruolo di attore pienamente legittimato ad operare nel sociale. Infine i dipendenti si sentono coinvolti nell’iniziativa, sono fieri di quanto fanno e stanno diffondendo all’interno e all’esterno la loro soddisfazione.

Sull'impresa

Settore: Informatica Website: www.oce.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica