HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ARFORMA

SocietÓ che gestisce la discarica di Mattie e la produzione di energie rinnovabili

 

Da non luogo a luogo

 

Problema
Una discarica per rifiuti urbani è sempre vista come un’entità scomoda, fastidiosa che compromette irrimediabilmente un’area e la indirizza verso un percorso di squallore anche quando le attività giungono al termine ed il sito viene chiuso.

 

Soluzione
Il progetto promosso da Arforma riguarda la volontà di conferire un’identità all’area interessata dall’impianto gestito dalla società stessa. L’intento è quello di ribaltare le convinzioni comuni creando un luogo che offra servizi alla comunità garantendo la possibilità di sviluppare molteplici attività caratterizzate da una base culturale. Le suddette attività garantiranno poi l’effettiva rivalorizzazione del sito anche quando gli impianti saranno dimessi. A tal fine si è iniziato un percorso che ha portato la discarica di Mattie ad essere un centro di riferimento per molteplici attività formative a favore delle scuole del territorio. La discarica sarà poi arricchita da ulteriori aspetti quali la costruzione di un osservatorio astronomico, la presenza di un punto panoramico sulla Valle di Susa con annesso binocolo, la realizzazione di una stazione radio e l’attivazione di un percorso naturalistico per diversamente abili. E’ innanzitutto fondamentale far prendere coscienza, soprattutto ai più giovani, dell’importanza che riveste un piccolo gesto di un singolo individuo. Ridurre la produzione di rifiuti significa anche svolgere una vita più in linea con la sostenibilità che il nostro pianeta è in grado di sopportare. Il vedere poi che anche un impianto quale una discarica per rifiuti può essere gestita in modo coerente nel rispetto degli abitanti e della natura, e che può addirittura essere il perno di molteplici ed innovative attività crea rassicurazione e spegne i sentimenti di diffidenza e paura che solitamente accompagnano una discarica. Le risorse necessarie allo sviluppo ed alla realizzazione sono individuate sia a livello economico, all’interno del budget revisionale prima e poi nel bilancio preventivo, che a livello di impegno del personale inserendo le attività nel carico dei lavori di ogni singolo soggetto. Ogni responsabile dello sviluppo delle varie iniziative è direttamente a conoscenza dell’andamento e dello sviluppo delle attività. Alcuni tra gli aspetti con cui si valuta la riuscita del progetto sono: la soddisfazione dei partecipanti, la partecipazione del pubblico alle iniziative, la percezione degli abitanti sulle attività dell’impianto e la sensibilizzazione degli alunni.

 

Risultati
I primi risultati sono stati evidenziati dalla grande partecipazione delle scuole nell’anno 2007 e dal grande numero di prenotazioni già registrate  per il 2008. I percorsi di istruzione svolti hanno raccolto notevole soddisfazione fra studenti e professori, coinvolgendo fasce di età che vanno dalle scuole elementari alle scuole superiori. Altre iniziative quali le serate osservative astronomiche in sito (attualmente svolte utilizzando un telescopio di proprietà della società, in attesa della realizzazione dell’osservatorio) unite ai concerti svolti su aree della discarica ormai recuperate ambientalmente, hanno dato un’ottima risposta con buona partecipazione di pubblico. La stampa ha sempre evidenziato positivamente ogni iniziativa. La sala radio è in fase di ultimazione, e già sono stati individuati percorsi formativi (inerenti alla comunicazione). Il punto osservativo sarà operativo presumibilmente da Marzo 2008 ed il percorso per diversamente abili da Agosto 2008. Tutte queste iniziative di sostenibilità si integrano direttamente nell’azienda in quanto le stesse fanno parte degli impegni formalizzati dalla politica ambientale aziendale (ISO 14001). Gli abitanti iniziano a percepire ormai la discarica come un impianto in grado di funzionare in modo pulito senza generare danno alle persone ed all’ambiente, come punto di riferimento per molte attività culturali e di utilità pubblica. Anche la riduzione dei rifiuti prodotti e degli abbandoni indiscriminati di rifiuti sono indubbiamente risultati indiretti delle attività di sensibilizzazione dell’impresa. I risultati nel complesso si possono considerare decisamente validi. Questo progetto volto a creare “un luogo da un non luogo” proseguirà negli anni, fino alla chiusura dell’impianto, e consentirà poi la fruizione corretta e consapevole anche nei molti anni successivi alla fine delle attività di smaltimento. Tutte le strutture ed i percorsi formativi continueranno infatti sempre ad essere fruibili ed attivi.

Sull'impresa

Settore: Servizi per l'ambiente Website: WWW.ARFORMA.COM
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica