HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


CREDITO COOPERATIVO RAVENNATE E IMOLESE

Banca di Credito Cooperativo che opera nel territorio dell’Emilia-Romagna

 

Il futuro della BCC ravennate e imolese č rinnovabile

 

Problema
L’utilizzo delle energie rinnovabili rappresenta una esigenza sia per i Paesi industrializzati che per quelli in via di sviluppo. I primi necessitano, nel breve periodo, di un uso più sostenibile delle risorse, di una riduzione delle emissioni di gas serra e dell’inquinamento atmosferico, di una diversificazione del mercato energetico e di una sicurezza di approvvigionamento energetico. Per i Paesi in via di sviluppo, le energie rinnovabili rappresentano una concreta opportunità di sviluppo sostenibile e di accesso all’energia in aree remote. 

 

Soluzione
Il Credito Cooperativo ravennate e imolese ha operato innanzitutto per favorire una crescita in termini di sensibilità e partecipazione dell’opinione pubblica locale rispetto al valore della sostenibilità ambientale. Di qui la scelta non solo di promuovere finanziamenti adeguati, ma anche, ad esempio, di aderire e dare ampio risalto - in termini di comunicazione verso l’esterno - all’accordo nazionale tra la Federazione Italiana delle BCC e Legambiente, per enfatizzare il valore degli investimenti in energia pulita. Per la stessa ragione la nostra BCC ha promosso due importanti ricerche sul tema e ha deliberato per l’installazione (avvenuta a fine 2008) di un impianto foto-voltaico sul tetto della più grande filiale dell’istituto. Nell’insieme, un set di azioni che significativamente - attraverso l’azione commerciale, la comunicazione e la sensibilizzazione diretta dei target di maggior interesse - ha promosso, almeno in qualche misura, l’”ingresso” e la maggior diffusione nel territorio di tecnologie per la produzione di energia pulita. Fin dal 2005 la Federazione Italiana delle BCC e l'associazione Legambiente hanno sottoscritto un accordo per incentivare l'utilizzo dell'energia prodotta da fonti rinnovabili.La BCC, aderente all’accordo, ha messo in campo la propria esperienza e competenza in materia finanziaria, con un occhio rivolto ai soci e ai clienti che desiderano investire in questa “scommessa”.

 

Risultati
Negli ultimi tre anni la BCC ravennate e imolese ha concesso oltre 100 finanziamenti agevolati a imprese e famiglie, per la realizzazione, in particolare, d’impianti foto-voltaici. La progressione dei finanziamenti è evidente dalla lettura dei dati: nel 2007, n. 30 mutui, per un totale di 958.635 euro; nel 2008, n. 27 mutui, per un totale di 1.607.320 euro; nel 2009, n. 56 mutui verdi, per un totale di 2.722.387 euro. Per quanto riguarda l'impianto foto-voltaico installato sul tetto della più grande Filiale della BCC, a Faenza in Via Laghi, è composto da 54 moduli, occupa una superficie lorda di 180 mq, con una potenza di picco di 9,45 Kw. Negli ultimi 12 mesi la produzione di energia ha superato i 10.000 Kwh., con un risparmio di anidride carbonica pari a circa kg 6.200. Il contributo del GSE alla Banca, per l’energia foto-voltaica immessa nell’impianto, è stato di circa 5.000 euro.

Sull'impresa

Settore: Banche, Finanza e Assicurazioni  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica