HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ENEL CUORE

Associazione di Enel S.p.A

 

A Casa Meglio!
Roma (Roma)

 

Problema
Oggi gli ultra 65enni rappresentano quasi il 25% della popolazione nazionale, e nel 2030 sfioreranno i 16 milioni. La spesa sociale dei Comuni per l’assistenza domiciliare agli anziani permette la presa in carico soltanto dell’1,6% di loro (fonte: ISTAT 2005) contro l’8% della Francia, il 10% della Germania, il 20% dell’Inghilterra e dei Paesi Scandinavi (fonte: Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma, 2003).Quella descritta è dunque una vera e propria emergenza sociale fatta di povertà, solitudine e salute precaria inascoltate.

 

Soluzione
“A Casa è Meglio!” nasce nel 2004 da un’idea della Comunità di Sant’Egidio e di Enel Cuore – associazione di erogazione costituita da Enel S.p.a. e dalle altre sette società che fanno capo ad essa - per promuovere la cultura della domiciliarità a favore degli anziani che vivono in condizioni di isolamento. In alternativa al ricovero in ospedale o in casa di riposo, “A Casa è Meglio!” propone un modello di assistenza domiciliare basato sull’utilizzo di strategie di monitoraggio attivo, con la promozione delle reti informali di supporto (vicini, negozianti, portieri), e soprattutto con modalità di intervento che permettano alla persona anziana di non lasciare il proprio ambiente familiare, ritardando il processo di isolamento e di perdita dell’autosufficienza. Nelle visite a domicilio, più o meno frequenti a seconda del bisogno, l'anziano viene aiutato nei problemi della vita quotidiana, nella cura della propria persona e nel mantenimento di significative relazioni sociali ed affettive. Le città in cui attivare il servizio - Novara, Savona, Livorno, Fiumicino, Napoli, Messina e Catania - sono state scelte dagli enti sulla base della presenza della Comunità di Sant’Egidio sul territorio; il modello proposto è stato vagliato e approvato dalla comunità scientifica, anche attraverso l’organizzazione congiunta di un convegno dedicato al tema (dicembre 2005), così come attraverso appuntamenti con la stampa locale e nazionale cui hanno preso parte anche le istituzioni del territorio.Contribuiscono alla buona riuscita dell’iniziativa anche i volontari dell’ANSE - Associazione Nazionale Seniores Enel, che agiscono secondo le indicazioni programmatiche fornite loro dalla Comunità di S. Egidio. L’ANSE è un’associazione senza fini di lucro a carattere nazionale costituita dai lavoratori anziani del Gruppo Enel, operante con il patrocinio di Enel S.p.A. ed aperta ai lavoratori in servizio ed in quiescenza (operai, impiegati, quadri e dirigenti), nonché ai familiari superstiti.

 

Risultati
Il progetto “A casa è Meglio!” ha permesso di raggiungere (dati aggiornati al 2008) 500 anziani viventi in zone isolate o con forte degrado urbano, con reti relazionali povere o in stato di grave isolamento.Nelle città raggiunte dal progetto - Novara, Savona, Livorno, Fiumicino, Napoli, Messina e Catania - sono stati coinvolti complessivamente 50 volontari ANSE.A Messina in particolare è in programma (primavera del 2009), con il contributo di Enel Cuore, l’apertura di un centro polivalente per 200 anziani: qui, oltre ad uno spazio ricreativo, si prevede di poter offrire gli stessi servizi di “A Casa è Meglio!” (assistenza per pratiche legali e burocratiche, controllo nella somministrazione dei medicinali, ecc). La Regione Sicilia e il Comune di Catania, riconoscendo la validità e l’efficacia del programma, in occasione della conferenza stampa di presentazione dei risultati raggiunti nelle città di Messina e Catania, hanno manifestato interesse a sostenere l’iniziativa nel futuro.Enel Cuore dal 2004 al 2008 ha complessivamente stanziato per il progetto un contributo di 2.427.350 euro.

Sull'impresa

Settore: Fondazione d'Impresa Website: www.enelcuore.org
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica