HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


IMPRESE DI VALORI – POOL DI AZIENDE VICENTINE PER LO SVILUPPO DEL FESTIVAL BIBLICO

Pool di 9 diversi soggetti economici del territorio vicentino

 

L’economia vicentina per il Festival Biblico: un investimento sui valori

 

Problema
Oggigiorno si riscontra una volontà sempre crescente delle imprese nell’investire per la comunità in cui operano; a tal fine esse mirano spesso a superare la logica strettamente individuale della singola comunicazione aziendale, con l’obiettivo di rafforzarsi nella percezione esterna, grazie al fatto di aver condiviso l’investimento assieme ad altri soggetti. Si tratta di contribuire a sviluppare le potenzialità di crescita del territorio di riferimento tramite, ad esempio, eventi capaci di rispondere a criteri di qualità, di coinvolgimento delle persone, di innovazione nelle relazioni territoriali e di soddisfare il bisogno di luoghi di promozione dei valori umani e sociali.

 

Soluzione
Il pool “Imprese di Valori” nasce nella primavera del 2007 a sostegno del Festival Biblico, una manifestazione culturale vicentina nata nel 2005. Si tratta di un evento che ha raggiunto in poco tempo una dimensione ed una complessità tali da richiedere di volta in volta l’impiego di energie sempre maggiori a sostegno del suo sviluppo. Una sfida che ha spinto gli organizzatori ad investire sempre più nella costruzione paziente di relazioni fidate e durature tra il settore profit, quello nonprofit e della pubblica amministrazione a sostegno del Festival. Questo processo ha condotto alla costituzione di “Imprese di Valori”: 9 soggetti economici vicentini molto diversi tra loro per settore di attività, natura giuridica e interessi (le aziende private Calearo Antenne Spa – sistemi d’antenna per auto, Galvanin Luigino Spa – minuteria metallica e stampi progressivi, Itersan Spa - calzature - e Latterie Vicentine Sc– industria alimentare, la Fondazione Arciso Mastrotto Onlus – fondazione d’impresa del Gruppo conciario Mastrotto, Il Giornale di Vicenza – principale quotidiano della provincia, il Caf delle Acli di Vicenza – assistenza fiscale, l’Associazione Artigiani della provincia di Vicenza – associazione di categoria - e le Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali del Vicentino) ma con un unico impegno: costituire un solido plafond economico per promuovere e sostenere la terza edizione del Festival Biblico sotto il marchio “Imprese di Valori”, attraverso un contributo di 10 mila euro a testa. Un investimento etico e sociale sul territorio, a beneficio di una comunità intera, e una precisa scelta strategica di comunicazione e marketing culturale, che ha prodotto benefici per tutti i soggetti coinvolti. Per il suo carattere innovativo, il pool “Imprese di Valori” si è affermato come best practice di economia civile, perché la strada per giungere a quest’accordo non ha percorso gli abituali canali commerciali ma è partita da una condivisione di valori, mission ed obiettivi del progetto culturale per produrre ricchezza in favore del territorio, delle persone che lo abitano e dei soggetti economici partecipanti: una vera e propria partnership di comunità capace di raccogliersi attorno ai valori e di generare benefici a 360 gradi. Infine ciascuno dei soggetti coinvolti ha attuato in modo diverso forme di coinvolgimento dei propri collaboratori, dalla semplice informazione di adesione all’evento Festival Biblico, all’invito a partecipare alla manifestazione come volontari oltre che come fruitori dell’iniziativa.

 

Risultati
I risultati conseguiti sono stati valutati positivamente sia dal punto di vista della comunicazione di marketing sociale, svolta da ciascuna delle aziende coinvolte, con risultati riscontrabili in chiave di miglioramento della percezione presso i propri stakeholder, sia per l’attenzione che “Imprese di Valori” ha suscitato nei media locali e nazionali come esperienza innovativa nella relazione economia-cultura-valori. Da un confronto ex post con la maggioranza dei partecipanti, è emersa una generale soddisfazione per essere riusciti, attraverso l’iniziativa e la partnership con la manifestazione, a generare condivisione interna su determinati valori e, conseguentemente, nuova motivazione e nuovo significato nella normale attività lavorativa. Il Festival Biblico ha rappresentato lo strumento attraverso il quale mettere in campo azioni differenziate, quali: offrire al territorio una preziosa occasione di crescita e di confronto culturale; dare ai valori universalmente condivisi una diretta attenzione, contribuendo alla crescita di un evento che propone la Bibbia in forma aperta come testo fondamentale della cultura occidentale e promuovendo lo sviluppo di un importante dibattito culturale ed etico attorno ai suoi contenuti; effettuare un’azione di marketing sociale e reputazionale come singola realtà aziendale, sfruttando la sempre crescente qualità percepita attorno al brand “Festival Biblico”; produrre nel territorio un’azione di comunicazione tendente a far emergere lo “spirito di squadra” dell’economia vicentina; generare nuove relazioni, anche commerciali, fra le 9 realtà coinvolte; e sviluppare nuove esperienze interne a ciascuna realtà aziendale di condivisione della scelta di sostenere l’evento culturale e di trovare forme di coinvolgimento dei dipendenti e dei collaboratori.

Sull'impresa

Settore: Altre industrie manifatturiere Website: www.impresedivalori.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica