HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ROADRUNNERFOOT ENGINEERING

Azienda produttrice di componenti per protesi ortopediche

 

A.F.A Ausili For All
Milano (Milano)

 

Problema
Fino a poco tempo fa in Italia non esistevano aziende produttrici di componenti per protesi ortopediche ma solo filiali commerciali di multinazionali estere. Di conseguenza sul prezzo di tali ausili hanno sempre inciso notevolmente i costi di trasporto, cui sommare i ricarichi dei rivenditori. Chi risente di queste inefficienze è inevitabilmente il disabile, che spesso non può permettersi queste tecnologie e, dunque, non può gestire in modo gratificante e autonomo la propria vita.

 

Soluzione
Il progetto “A.F.A. – Ausili For All” è stato avviato da Roadrunnerfoot Engineering per sviluppare ausili nuovi e altamente performanti che coprano le esigenze delle differenti tipologie di disabilità e che consentano - realizzando l’intero processo produttivo in Italia - l’abbattimento di costi di trasporto e ricarichi.Più in generale l’azienda intende, con quest’iniziativa, ridare fiducia ai disabili attraverso la fornitura di ausili economicamente accessibili.Il progetto si fonda sull’esperienza di vita e sulla competenza professionale di Daniele Bonacini (amputato transtibiale ed atleta paralimpico nonché ingegnere meccanico), che nel 2007 ha fondato l’Associazione senza fine di lucro “Disabili no Limits” con l’obiettivo di donare gli ausili alle persone economicamente più disagiate. Roadrunnerfoot Engineering sostiene quest’impegno e fornisce gratuitamente all’Associazione il know-how necessario allo sviluppo di ausili non realizzati da aziende profit perché a basso margine di guadagno. Nell’ultimo anno Disabili no Limits ha realizzato il Comfort Walking: si tratta di un piede protesico per anziani amputati da diabete e realizzato con materiali compositi innovativi (tessuti in fibra di carbonio a matrice polimerica). Esso si caratterizza per una buona ammortizzazione, presenta un elevato comfort ed ha un prezzo contenuto (500 euro contro le 1500-4000 euro degli altri piedi disponibili sul mercato). Roadrunnerfoot si è impegnata nella produzione di questi ausili e nella fornitura gratuita di 10 piedi all’anno per 3 anni all’associazione Disabili no Limits, che a sua volta li donerà agli anziani indigenti residenti nel territorio milanese.Altro progetto dell’Associazione è la realizzazione di una protesi completa per amputati sotto il ginocchio, da destinare ai disabili dell’Etiopia divenuti tali a causa dell’esplosione di una mina. Obiettivo di prezzo di questa protesi è 250€ (ad oggi le ONG comprano le protesi tecnologiche ad un prezzo che oscilla tra 1.000 e 2.000 euro). La protesi completa verrà fornita, tramite accordi con il CCM (Comitato Collaborazione Medica) prima in Etiopia e successivamente in tutti i paesi colpiti dalle mine.

 

Risultati
Il piede per anziani amputati da diabete - progettato dall’Associazione - è in fase di avviamento produttivo: una volta pronto, questo verrà prodotto dalla RRF e donato da Disabili no Limits a 10 anziani segnalati dal Comune di Milano.La ricaduta sociale degli ausili prodotti dalla RRF è estremamente significativa: grazie a questo progetto infatti i disabili riusciranno ad ottenere una protesi completa ad un costo molto basso, conoscendo un notevole miglioramento della qualità della propria vita. Nel medio periodo l’Associazione e Roadrunnerfoot intendono impegnarsi nella realizzazione di una carrozzina ultraleggera quasi totalmente coperta dal Nomenclatore Tariffario e di un tutore - Molla di Codevilla - con prestazioni superiori rispetto a quelle attualmente in commercio. Disabili no Limits intende inoltre adoperarsi per aumentare di anno in anno il numero di ausili da donare, e di attuare una politica di informazione che raggiunga un pubblico sempre più ampio di persone.

Sull'impresa

Settore: Altre industrie manifatturiere Website: www.roadrunnerfoot.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica