HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ROADRUNNERFOOT ENGINEERING

Azienda produttrice di componenti per protesi ortopediche

 

Relief Haiti
Milano (Milano)

 

Problema

12 gennaio 2010, terremoto di Haiti: 6000 amputati di cui 3000 bambini. Daniele Bonacini, Amministratore Delegato, ha raccolto immediatamente la sfida di fronte al gran numero di amputati a causa del terremoto. È partito in missione per portare lui stesso, amputato, un messaggio di speranza ai bambini haitiani e alle loro famiglie: con una protesi è possibile camminare di nuovo e vivere come prima.

 

Soluzione

Roadrunnerfoot Engineering, produttrice di componenti di protesi modulari e piedi in fibra di carbonio, ausili tecnologici quasi sconosciuti nei paesi in via di sviluppo, avvia un progetto per la riabilitazione dei bambini haitiani amputati chiamato “Relief Haiti”, su richiesta di Fondazione Rava presente presso l’Ospedale Damine a Port au Prince. Fondata nel 2007 da Daniele Bonacini, ingegnere, amputato ed ex-atleta paralimpico, ha la mission di rendere la tecnologia accessibile all'utenza, nel mondo occidentale e nei paesi in via di sviluppo, abbattendo i costi attraverso la costante progettazione e l'innovazione del processo produttivo. L'attivazione e il coinvolgimento del personale aziendale e dell'intera filiera produttiva sono stati immediati seppur tale missione fosse del tutto nuova per la giovane impresa. In una sola settimana è stata allestita un'officina ortopedica, sono state inviate le protesi complete e pronte da assemblare, sono partiti come volontari i tecnici ortopedici e i fisioterapisti reclutati direttamente da Bonacini su tutto il territorio nazionale. Il percorso seguito per l’attuazione del progetto è stato il seguente.

Prima Missione - 22 febbraio 2010: Creazione del Laboratorio Ortopedico; Invio di un tecnico Ortopedico e di un Fisioterapista volontari; creazione di un forno e attrezzi per l’allestimento del Laboratorio – Componenti protesici per assemblare 130 Protesi inviate in una sola settimana. Assemblate le prime 10 protesi con i primi bambini che camminano.

Seconda Missione - 28 febbraio 2010: Due tecnici volontari e un ingengnere meccanico (Bonacini); Assemblate altre 20 protesi e altri 20 Il libro d’oro della Responsabilità Sociale d’Impresa 265 bambini amputati camminano di nuovo. Da Marzo a giugno missioni settimanali con 2 tecnici ortopedici e un fisioterapista (350 protesi inviate).

 

Risultati

La finalità del progetto era di diffondere un messaggio di solidarietà a favore dei bambini haitiani, che rimasti amputati a causa del terremoto, hanno ora la possibilità non solo di non sentirsi emarginati in quanto disabili, ma di condurre una vita pienamente normale grazie ad un ausilio tecnologico. A fine giugno erano già 150 i bambini haitiani che camminavano con una nuova protesi. L'impegno per Haiti ha portato non solo a consolidare i rapporti tra il personale e l’azienda ma ha anche consentito di instaurare una collaborazione umana e professionale con i soggetti Non Profit con il proposito di rendere la tecnologia accessibile all’utenza anche in Paesi in via di Sviluppo come Haiti. La società si è dotata oggi di un ufficio dedicato unicamente alla responsabilità d'impresa, sta avviando una nuova missione per Haiti, Uganda e Rwanda, finalizzata questa volta alla produzione di piedi in fibra di carbonio, altamente tecnologici e progetti.

Sull'impresa

Settore: Altre industrie manifatturiere Website: www.roadrunnerfoot.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica