HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ITALOG

Azienda che opera nel settore logistico

 

Cardboard Recycling

 

Problema
Uno dei problemi ambientali che caratterizzano ristoranti, fast food, locali è lo smaltimento delle ingenti quantità di imballaggio degli alimenti. Lo sviluppo di nuove tecnologie e il perfezionamento di quelle già esistenti, hanno consentito in questi ultimi anni la rapida avanzata di nuovi materiali da imballo e di nuove soluzioni per il loro smaltimento.

 

Soluzione
La società Italog srl opera nel settore della logistica per la fornitura di prodotti, alimentari e non, per vari clienti, tra cui i ristoranti a marchio McDonald’s. Questi ultimi hanno la necessità di smaltire l’ingente quantitativo di cartone che si produce dall’attività tipica dei ristoranti, in particolare il residuo degli imballi che contengono i prodotti cucinati e commercializzati all’interno del locale, secondo quanto stabilito dalle normative di smaltimento dei rifiuti solidi urbani vigenti nel Comune di appartenenza. Italog s.r.l., anche sulla base delle esperienze di altri Paesi europei, ha perciò sviluppato per il sistema dei Ristoranti McDonald’s Italia, un servizio di raccolta differenziata dei cartoni usati presso i locali da destinare poi ad operatori specializzati che effettuano il riciclo del cartone. L’impresa svolge questo tipo di servizio con l’obiettivo di abbattere la quota percentuale di “rifiuto cartone” smaltito dal locale insieme alla componente indifferenziata dei propri rifiuti. In questo modo è possibile infatti recuperare buona parte, se non la quasi totalità, dei cartoni usati “prodotti” nella gestione di un locale, promuovendo il concetto della raccolta differenziata. La prima fase del progetto è stata indirizzata a raccogliere le informazioni necessarie a formulare una proposta di servizio che potesse essere ritenuta interessante per il sistema dei ristoranti McDonald’s Italia. Partendo quindi da alcune segnalazioni fatte dai locali e raccogliendo i pareri dei direttori e dei gestori dei ristoranti in merito all’esigenza di smaltire questo tipo di “rifiuto”, Italog ha sviluppato una prima versione di proposta di servizio che ha poi sottoposto ai referenti del sistema del cliente in questione. Il confronto avvenuto in questa fase ha permesso di affinare la proposta, adattarla meglio alle esigenze operative dei locali, individuare le criticità del nuovo processo e tener conto delle indicazioni dei responsabili operativi del cliente. Ottenuta l’approvazione da parte di McDonald’s Italia, è quindi iniziata la fase progettuale, volta ad individuare i vari attori e gli strumenti con cui procedere: innanzitutto sono stati selezionati alcuni fornitori di cartoni da utilizzare come contenitori da destinare alla raccolta del cartone residuo dei ristoranti. Successivamente sono stati formalizzati gli accordi con smaltitori ovvero con società che mettono a disposizione speciali “compattatori” da lasciare presso i due centri di distribuzione di Italog. Gli smaltitori poi si preoccupano di ritirarli quando sono pieni, al fine di portarli nei centri attrezzati per il recupero e il riciclo vero e proprio del cartone usato. La fase successiva ha riguardato un test su alcuni ristoranti per valutare il servizio, i risultati operativi e ambientali che ne scaturivano. Dato l’esito estremamente positivo, si è proceduto ad offrire il servizio ai locali interessati e a quelli che avevano già inviato segnalazioni/richieste. In seguito il servizio è stato offerto a tappeto a tutti i locali del sistema, che ad oggi sono 340.

 

Risultati
Il progetto è stato presentato a McDonald’s Italia nell’Ottobre 2004 con una successiva fase di test all’inizio del 2005. Terminata questa fase, il servizio è iniziato regolarmente verso la metà del 2005. Nel 2006 invece si è verificata l’adesione di un numero crescente di ristoranti. In particolare: nel corso del 2005 hanno aderito 45 locali, consentendo di riciclare 450 tonnellate di cartone. Inoltre nel corso del 2006 sono stati serviti 62 locali arrivando a riciclare 638 tonnellate di cartone. I dati relativi al 2007 sono in via di consolidamento. L’esperienza ad oggi maturata ed i risultati raggiunti hanno permesso di accrescere la sensibilità e la consapevolezza ambientale dei collaboratori aziendali. L’erogazione del servizio ha invece permesso di generare dei risparmi a livello di sistema McDonald’s Italia ma difficilmente quantificabili, considerate le differenti situazioni locali ed operative in cui si trova ad operare ogni singolo ristorante. In base all’esperienza di Italog il risparmio è determinato dalla riduzione dei costi per lo smaltimento del cartone da parte del ristorante su base locale, che si traduce conseguentemente nell’abbattimento degli oneri tributari T.A.R.S.U. (che si stimano possano valere circa 3.000 Euro anno per locale), a cui vanno detratti i costi riaddebitati dalla Italog per la gestione del servizio (circa 1.100 Euro a locale su base annua).

Sull'impresa

Settore: Altre industrie manifatturiere Website: www.italog.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica