HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE GIORGIO VASARI

Istituzione scolastica statale

 

L’Oca di Fabrica Ethica-Qui non si giOCA, si FABRICA ETHICA
Figline Valdarno (Firenze)

 

Problema
La sensibilizzazione degli studenti ad una conoscenza consapevole delle risorse e dei problemi del territorio è considerata  primaria per attivare capacità di critica propositiva e sviluppare un senso di responsabilità sociale da applicare coerentemente in ogni ambito. 

 

 

Soluzione
Constatata la difficoltà di impartire nozioni economiche e giuridiche di livello elevato ai ragazzi di una classe prima di Istituto Tecnico Superiore, è stato deciso di utilizzare un gioco che fosse più vicino al loro modo di essere e facilitasse il loro apprendimento. Partendo dal classico Gioco dell’Oca è stato chiesto agli studenti di realizzare disegni, foto, descrizioni e slogan tematici; con questo materiale il percorso è stato diviso in 5 blocchi (ciascuno composto da 9 caselle) dedicati rispettivamente al territorio, ai prodotti, al lavoro, alla scuola e a problematiche giuridiche ed economiche di lunga gittata.Attraverso il gioco si è dunque cercato di trasmettere ai ragazzi valori quali la tracciabilità dei prodotti, la sicurezza e la dignità nel mondo del lavoro, la valorizzazione del presente e del passato, la tutela del patrimonio artistico e ambientale, sottolineando il ruolo attivo che gli stessi ragazzi possono avere nella riscoperta e rivendicazione di questi principi. Obiettivo ultimo dell’iniziativa è dunque rendere i giovani portavoce presso i coetanei di atteggiamenti socialmente responsabili e di comportamenti rispettosi. 

L’utilizzo del gioco è stato inserito nel più ampio progetto Fabrica Ethica della Regione Toscana, attraverso cui esso è stato testato attraverso il coinvolgimento attivo di alunni di scuole di ordine e grado diverso: la Regione ha infatti consentito la realizzazione del gioco in forma di tappeto di materiale riciclato calpestabile per una estensione di 54 metri quadrati, e lo ha presentato al “Festival della Creatività” a Firenze nell’ottobre 2007. In tale occasione gli studenti realizzatori si sono anche improvvisati animatori ed educatori per il pubblico – di tutte le età – intervenuto alla manifestazione.

 

Risultati
Il gioco dell’oca rielaborato nell’ambito del progetto viene regolarmente utilizzato nella programmazione scolastica locale - adeguandolo opportunamente all’evolversi dell’attualità - per favorire l’apprendimento dei nuovi alunni.Dal punto di vista dell’apprendimento gli studenti raggiunti dall’iniziativa hanno acquisito maggiore capacità di collegare i fenomeni economici locali con le dinamiche globali, nonché maggiore attenzione ai processi produttivi e all’origine dei prodotti.Il gioco è stato presentato, testato e diffuso nel corso di un’ampia serie di eventi e presso svariate sedi d’impresa non solo regionali ma anche di respiro nazionale.Tra le aziende raggiunte figurano la Monnalisa spa, specializzata in design e produzione di abbigliamento per bambini e teenagers, ma anche l’Azienda Ospedaliera Universitaria e la Fondazione Meyer di Firenze, che sostiene le attività di accoglienza dell’Ospedale pediatrico Meyer.Tra le manifestazioni pubbliche in cui è stato testato il gioco va ricordata l’Enterprise European Business Game di Bolzano, alla quale hanno partecipato 100 studenti provenienti da numerosi paesi europei Nel 2009 poi, visti i risultati conseguiti e le continue richieste, la Regione Toscana ha ripreso a diffondere il gioco attraverso gli operatori di strada di cui già si era avvalsa in passato. L’Isis Vasari ha realizzato un pieghevole contenente le spiegazioni del gioco che possono essere anche utilizzate in maniera indipendente dal gioco stesso per sollecitare a una riflessione sul significato di responsabilità sociale d’impresa.Tutti i docenti, anche di altre discipline, hanno trovato in questo gioco sollecitazioni per la loro programmazione, cercando con il territorio un nuovo rapporto di conoscenza e collaborazione, attraverso il rafforzamento dei rapporti con enti pubblici e privati. 

Hanno riservato spazio ed attenzione al progetto anche svariate testate e siti web (Vita, Metropoli, Tribuna Economica, PubblicA7,ecc).

Sull'impresa

Settore: Istruzione Website: www.isisvasari.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica