HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


PROVINCIA DI CAGLIARI - ASSESSORATO POLITICHE SOCIALI, FAMIGLIA E IMMIGRAZIONE

Ente locale

 

TUTTI I COLORI DEL MONDO - Interventi di educazione interculturale nei Nidi provinciali

 

Problema
Per promuovere la tutela dell’identità e la valorizzazione del patrimonio culturale dei bambini stranieri è necessario sviluppare uno specifico programma d’educazione interculturale che prevede la realizzazione di laboratori ludico-creativi che consentono ai bambini stranieri di arricchire e condividere lo sviluppo della propria identità culturale.

 

Soluzione
La presenza di bambini stranieri anche nei nidi provinciali è ormai da tempo una realtà in continua crescita. Tuttavia la pluralità culturale in sé non basta a garantire la nascita di un clima relazionale positivo: al fine di generare un reciproco apprendimento "è necessario predisporre le condizioni dello scambio interculturale". Intercultura, dunque, come impegno continuo della scuola ad educare (e ad educarsi) ai valori della mondialità, della pace, della convivenza fra differenze. In tutti i casi, comunque, un'attività di matrice interculturale ha senso e produce risultati duraturi se non episodica, occasionale, se non viene vissuta come momento "eccezionale" che interrompe, seppur piacevolmente, la normale routine didattica. È in questa cornice che s’inseriscono gli interventi dei mediatori linguistico-culturali, risorsa messa a disposizione con lo scopo di agevolare il dialogo e favorire le relazioni fra istituzione nido e famiglie straniere.L’attività didattica, quindi, è stata supportata dalla loro presenza con l’intento di migliorare la conoscenza della realtà familiare e culturale dei bambini stranieri iscritti.Grazie al loro apporto specifici itinerari didattici sono stati inseriti nella più generale programmazione didattico-educativa, prevedendo incontri mensili con soggetti esterni al nido (mediatori culturali della Provincia di Cagliari, familiari dei bambini presenti al nido) coinvolti nella realizzazione di attività interculturali.Sono state oggetto di approfondimento della programmazione, oltre la cultura sarda, usi, costumi e tradizioni dei Paesi d’origine dei bambini frequentanti il nido: Senegal, Eritrea, Marocco, Russia, Germania, Filippine, Perù e Brasile.

 

Risultati
Conseguentemente alle attività realizzate, e in coerenza con gli obiettivi strategici definiti nel programma di lavoro, al termine delle attività progettuali si sono rilevati i seguenti risultati: 78 bambini italiani e stranieri frequentanti coinvolti; 14 bambini stranieri coinvolti; 78 famiglie straniere ed italiane coinvolti; 10 Laboratori realizzati; 1 Evento finale. Anche sotto l’aspetto qualitativo è da sottolineare come si siano raggiunti rimarchevoli risultati: sviluppo di conoscenze e atteggiamenti che inducono a stabilire rapporti dinamici tra le culture; acquisizione di conoscenze ed esperienze che conducono alla valorizzazione della differenza, intesa come peculiarità e ricchezza; sviluppo di atteggiamenti solidali verso le altre persone; instaurazione di un clima di fiducia e collaborazione con le famiglie in contesti multiculturali.

Sull'impresa

Settore: Pubblica Amminstrazione ed Enti locali  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica