HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


CAMST

SocietÓ cooperative di ristorazione

 

Pranzo sostenibile

 

Problema
In campo alimentare bisogna fare sempre più attenzione alla qualità dei cibi e all’impatto ambientale dovuto alla loro realizzazione e al loro trasporto.Ad esempio ogniqualvolta si spedisce via aerea 1 kg di frutti di bosco dalla Nuova Zelanda si emettono 10,7 kg di CO2 e inviando 1 kg di asparagi dal Cile si emettono 6,9 kg di CO2.Si dovrà dunque ricercare l’eco-compatibilità in tutte le diverse fasi del ciclo produttivo: della creazione, riducendo l’utilizzo di antiparassitari, fertilizzanti chimici e diserbanti nocivi per la terra che a lungo andare si degrada e perde di fertilità, fino alla distribuzione dei prodotti, individuando metodologie che consentano la diminuzione delle emissioni di gas dannosi per l’atmosfera.

 

Soluzione
Camst, cooperativa di produzione e lavoro che opera nel campo della ristorazione, ha mutato la progettazione e la realizzazione dei propri servizi alla luce del principio di sostenibilità ambientale.Nell’ambito del progetto “Pranzo Sostenibile” avviato da Risteco, consorzio che opera nel mercato dei servizi a supporto della ristorazione, Camst ha realizzato un menù a ridotto impatto ambientale con la peculiarità di essere formato unicamente da prodotti provenienti dal territorio circostante un raggio di 100 km. L’iniziativa intrapresa in occasione di una manifestazione di carattere ambientalista presso l’Environment Park di Torino nel marzo 2007 ha occupato Camst nell’organizzazione del buffet per i partecipanti all’evento.Le emissioni derivanti dal trasporto di 257 kg di materie prime (bevande incluse) per preparare i pasti sono state di 147,3 kg di CO2, con una media dunque di 0,57 kg di CO2 per chilo di alimenti utilizzati, ovvero una media nettamente inferiore ai consueti consumi provocati dall trasporto merci.Il progetto “Pranzo Sostenibile” è stato avviato da anni da Risteco allo scopo di sviluppare un nuovo modello di ristorazione in ottica di sviluppo sostenibile, coniugando i principali fattori chiave: nutrizione, ambiente, socialità, economia. Si ricercano dunque soluzioni per contrastare gli impatti ambientali negativi intervenendo sulla logistica, sulla riduzione e sulla gestione dei rifiuti, ma anche sui criteri di produzione agricola affinché siano maggiormente sostenibili. 

 

Risultati
Questa simbolica iniziativa ha permesso di mostrare come una maggior cura dei dettagli e del processo di produzione-distribuzione possa notevolmente aiutare nel controllo dell’impatto ambientale e nella promozione della sostenibilità ambientale.Un primo passo da intraprendere, come fatto da Camst in quest’occasione, sarebbe proprio quello di -ove possibile- privilegiare i prodotti e le materie prime nostrani in modo tale da ridurre le emissioni di gas nocivi in atmosfera causati dal trasporto delle merci.Indubbiamente l’inquinamento dell’aria è dovuto solo in piccola parte a questo fattore, ma sarebbe comunque un’azione meritevole atta ad incrementare la compatibilità tra le attività umane e l’ambiente.

Sull'impresa

Settore: Turismo e ristorazione Website: www.camst.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica