HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ATM

Trasporto pubblico locale

 

Asili nido aziendali

 

Problema
Negli ultimi anni si sta evidenziando sempre più, soprattutto nelle grandi città, l’esigenza di una maggiore flessibilità sia nella possibilità di accesso ai servizi sia nell’ambito dell’erogazione della propria prestazione lavorativa, in grado di consentire l’ottimizzazione del tempo della famiglia.
E’ sempre più forte la richiesta di asili nido aziendali, quale strumento che può favorire le donne nella conciliazione dei tempi dedicati al lavoro con quelli dedicati all’educazione e cura dei figli.

 

Soluzione
La realizzazione del Servizio di Asilo Nido aziendale ATM B. Point si è posto l’obiettivo di rispondere concretamente ai bisogni dei dipendenti genitori, assicurando livelli eccellenti di qualità del servizio erogato ed atteso dalle famiglie.
L’attenzione alle aspettative degli stakeholder è stato il primo e fondamentale punto di partenza per la realizzazione dei nidi. In tal senso, si è scelto di ascoltare i reali bisogni dei dipendenti-genitori sottoponendo loro un questionario preventivo. Dopo l’apertura del nido, il monitoraggio delle esigenze dei genitori continua, sia attraverso incontri tra genitori ed educatrici, sia attraverso l’installazione all’interno della struttura del nido di una cassetta dedicata alla raccolta dei suggerimenti dei familiari dei bambini (questionario di Customer Satisfaction).
L’azienda, grazie alla creazione di asili nido di piccole dimensioni, dislocati in più depositi aziendali, con orari e periodi di apertura flessibili ed ampi e grazie alla creazione di uno specifico Progetto Pedagogico costruito sulla tipologia “dipendente-famiglia-cliente”, è in grado di rappresentare un sostanziale progresso dal punto di vista sociale.
Il progetto è oggi una realtà concreta: il primo asilo nido ATM dei tre previsti, ideato e realizzato in tempi brevissimi, è stato aperto nel settembre 2005 ed il secondo sarà aperto nei primi mesi del 2006. ATM ha da subito optato per una gestione diretta degli asili aziendali (tradizionalmente questo tipo di servizi è dato in gestione in outsourcing) al fine di garantire la qualità del servizio erogato e di assicurare la presenza continuativa di personale stabile e di elevata qualificazione.
Inoltre ATM, si avvale di una rubrica dedicata al nido, intesa come occasione di formazione, informazione e confronto sui temi dell’infanzia, presente stabilmente sul proprio mensile aziendale.
Responsabile del progetto è la Direzione del Personale, che ha promosso e realizzato l’iniziativa attraverso il suo Servizio Sociale d’Impresa, creando un gruppo di lavoro interno ad ATM eterogeneo e multifunzionale. I servizi interni coinvolti sono il Servizio Comunicazione, il Servizio Manutenzione Sistemi Fabbricati, il Servizio Gestione Patrimonio Risorse, il Servizio Qualità Sicurezza, il Servizio Approvvigionamenti, il Servizio Legale e le Rappresentanze Sindacali (oltre al già citato Servizio Sociale d’Impresa).
L’attenzione al capitale umano emerge, non solo nei confronti del dipendente-genitore, ma anche verso l’équipe educativa impiegata. Infatti, tutte le figure sono assunte a tempo indeterminato e direttamente da ATM, che provvede alla costante crescita della loro professionalità mediante programmi di formazione permanente e continua.
Il Progetto Asili Nido ATM ha richiesto all’azienda un notevole impegno di risorse umane ed economiche. Per quanto riguarda le prime, oltre alle già citate competenze multidisciplinari (architetti, ingegneri, tecnici dei Servizi Sociali d’Impresa, psicologi, esperti di comunicazione, pedagogisti, rappresentanti sindacali, responsabili della sicurezza, esperti di approvvigionamento, avvocati) impegnate nel progetto, sono stati consultati in fase di progettazione ed erogazione del servizio, due noti professionisti dell’area pedagogica e medico pediatrica.
L’impegno economico per la creazione dei nidi di Baggio e Leoncavallo può essere quantificato in 750.000 euro per la ristrutturazione dei locali, e in 100.000 euro per l’acquisto di arredi, complementi d’arredo, corredi e prodotti per l’infanzia. Il progetto è stato realizzato anche grazie al supporto finanziario della Regione Lombardia (che nel 2004 ha sostenuto la realizzazione e la gestione di asili nido nei luoghi di lavoro o nelle immediate vicinanze degli stessi), la quale ha stanziato circa 168.000 euro.
Tra le altre partnership esterne è possibile citare le aziende fornitrici degli arredi, dei complementi d’arredo e dei giochi, individuate con estrema cura e nel rispetto delle politiche socio-ambientali.

 

Risultati
I risultati raggiunti sono stati la riduzione dell’assenteismo sul posto di lavoro, l’aumento della motivazione e della fiducia dei dipendenti verso l’azienda e l’incremento della produttività.
Anche il “clima lavorativo” dei depositi aziendali nei quali i nidi stessi sorgono è migliorato e la presenza delle strutture di assistenza e cura ha favorito la vicinanza fisica tra genitore e bambino.
I dipendenti-genitori hanno manifestato piena adesione: le domande di iscrizione hanno superato la capienza del servizio di asilo nido aziendale, il quale ha potuto fornire riscontro positivo al 50% dei richiedenti, rispondendo ad un bisogno che altrimenti sarebbe rimasto insoddisfatto.
L’avvio del servizio di asilo nido ATM ha migliorato la qualità della vita dei dipendenti, offrendo loro ad un costo accessibile e vantaggioso, una struttura per l’infanzia che segue il calendario e gli orari lavorativi dei genitori e non quello scolastico, favorendo in ultima istanza anche il rientro sul posto di lavoro di padri e madri lavoratori. L’implementazione di questo servizio ha rappresentato per ATM anche un’apertura alle necessità del contesto sociale in cui opera e un tentativo di integrare le risorse educative già presenti sul territorio. Sono stati creati efficaci rapporti di collaborazione con le amministrazioni locali, che hanno offerto, con la loro competenza e grazie al loro ruolo, un importante supporto tecnico, un’attenta vigilanza e le necessarie autorizzazioni al funzionamento. Nello sviluppo del progetto, ATM ha anche beneficiato di finanziamenti a fondo perduto per l’avviamento di due dei tre suoi asili nido. Infine, ATM è stata invitata dalla Direzione Centrale Educazione, Settore Servizi di Formazione, a partecipare al progetto "Female Job" realizzato all’interno dell’iniziativa comunitaria "Equal" attualmente in corso. L’intenzione per il futuro è quella di costruire un rapporto permanente e diretto con la comunità locale, da raggiungere attraverso partnership con scuole, musei, biblioteche e centri culturali.

Sull'impresa

Settore: Trasporti Website: www.atm-mi.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica