HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


BANCA MALATESTIANA

Gruppo Bancario

 

Una mano alla ripresa

 

Problema
Per poter contribuire al miglioramento del benessere e della qualità di vita dei cittadini e delle imprese che abitano e operano nel proprio territorio di competenza (localismo), con particolare attenzione verso i propri soci (mutualità), bisogna essere in grado di divenire un efficace strumento di sviluppo dell’economia locale e di essere riconosciuto partner economico e finanziario di riferimento del territorio.

 

Soluzione
Il Progetto “Una mano per la ripresa” è lo slogan con il quale è partita la campagna di comunicazione 2009 del Credito Cooperativo visibile sui principali quotidiani e siti internet. L’idea creativa che sta alla base della nuova campagna ha l’obiettivo di contrassegnare l’attività delle Banche di Credito Cooperativo in questa particolare congiuntura sociale ed economica.Nell’attuale contesto di crisi finanziaria che sta producendo effetti preoccupanti sull’economia locale con ripercussioni sulle aziende e sulle famiglie, Banca Malatestiana ha promosso una serie d’iniziative a sostegno dell’economia del territorio. Le iniziative sono di diverso tipo: dalla sospensione del pagamento delle rate del mutuo, all’anticipo della cassa integrazione stanziando un plafond di euro 750.000,00 a favore dei lavoratori delle aziende del territorio della Provincia di Rimini che hanno presentato domanda di C.I.G.S. alle sedi I.N.P.S. di Rimini. Banca Malatestiana, quindi, accetta una nuova sfida a sostegno della ripresa economica con aiuti concreti a favore di famiglie e imprese nell’attuale contesto di crisi finanziaria che produce effetti preoccupanti sull’economia locale, con ripercussioni sia sul tessuto produttivo sia sulle famiglie con particolare attenzione alle fasce più deboli e all’immane tragedia che ha colpito l’Abruzzo nella notte del 6 aprile 2009.

 

Risultati
I riflessi della crisi si stanno sviluppando a inizio 2010 e pertanto a oggi è prematuro fornire dati significativi quantificabili sui risultati conseguiti in quanto sono in corso alcuni contatti con aziende interessate all’utilizzo della CIGS mentre molto più frequenti sono le richieste di rinegoziazione mutui. Mentre per quanto riguarda la raccolta fondi per l’Abruzzo alla quale Banca Malatestiana ha contribuito con 35.000,00 euro in base alla propria fascia dimensionale grazie alle sottoscrizioni dei soci e clienti è stata raggiunta la quota di euro 600.000,00 sottoscritta dalla B.C.C. dell’Emilia Romagna e di 5 milioni di euro a livello di sistema.

Sull'impresa

Settore: Banche, Finanza e Assicurazioni  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica