HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ASSOCIAZIONE DEGLI INDUSTRIALI DELLA BIRRA E DEL MALTO

Associazione di categoria

 

   

Sodalitas Social Award

Premio Sodalitas Social Award
Finalista
Anno: 2009

Programma “Guida tu la vita. Bevi responsabile”
Roma (Roma)

 

Problema
Nel rapporto della Commissione Europea "Alcohol in Europe. A public health perspective" (2006) si legge che nell’Unione Europea circa un ragazzo su 8 tra i 15 e i 16 anni si è ubriacato più di 20 volte nel corso della sua vita. Il bere per ubriacarsi è giunto ormai a caratterizzarsi anche in Italia come fenomeno diffuso tra fasce sempre più ampie di popolazione. Escludendo cocaina e tabacco, l’alcol si rivela la sostanza psicoattiva più diffusa tra i giovani europei. Sono 55 milioni attualmente le persone considerate a rischio in Europa e 23 milioni gli alcoldipendenti; 195.000, infine, gli individui che muoiono ogni anno in Europa a causa dell’alcol.

 

Soluzione
Il programma pluriennale “Guida tu la vita. Bevi responsabile” promosso da AssoBirra (associazione che rappresenta le maggiori aziende produttrici e distributrici di birra in Italia) è stato ideato nel 2007 per implementare l’impegno del settore birrario nella promozione di un modello di consumo responsabile delle bevande alcoliche.

Tale iniziativa mira ad informare la popolazione sui rischi legati all’uso scorretto/abuso dell’alcol, rivolgendosi specificatamente alle fasce di popolazione più esposte (donne in età fertile, ragazzi dai 18-25 anni, futuri guidatori), nonchè approfondendo alcune sotto-tematiche particolarmente urgenti in cui si sono concretizzate altrettante iniziative dedicate.

Alcol e gravidanza. “Se aspetti un bambino l’alcol può attendere” (dicembre 2007 – giugno 2008) è una campagna informativa realizzata in collaborazione con la Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO), mirata a sensibilizzare 5.000 ginecologi e le loro pazienti in età fertile sui rischi per il nascituro connessi al consumo di alcol durante la gravidanza.

Alcol e giovani. “Diglielo tu” (21 aprile - 11 maggio 2008) è un’iniziativa realizzata in collaborazione con Radio 105 che ha stimolato i giovani ascoltatori a promuovere tra i loro coetanei un comportamento corretto in materia di alcol.

Alcol e guida. “Le chiacchiere stanno a zero. O bevi o guidi” (aprile - ottobre 2009) è una campagna realizzata in collaborazione con l’Unione Nazionale Autoscuole e Studi Consulenza Automobilistica (UNASCA) per contribuire alla prevenzione dei rischi connessi all’uso scorretto e all’abuso delle bevande alcoliche in caso di guida, attraverso l’inserimento all’interno dei corsi per il rilascio della patente di un modulo formativo volto ad illustrare i rischi per la guida determinati dal consumo improprio di alcol e di sostanze psicotrope. Come elemento di raccordo dei messaggi e delle iniziative del Programma è stato inoltre creato il sito www.beviresponsabile.it: si tratta del primo sito in Italia interamente dedicato all’alcol e ai suoi effetti sull’organismo. Il sito chiarisce il concetto di unità alcolica e di “quantità moderata” di alcol, affronta il tema dei rischi connessi all’abuso o all’uso scorretto di alcol ed è contenitore e cassa di risonanza di tutte le iniziative del Programma.

 

Risultati
“Se aspetti un bambino l’alcol può attendere” è stata la prima iniziativa promossa in Europa su questo delicato tema da parte dell’industria delle bevande alcoliche. Nell’ambito dell’iniziativa sono stati distribuiti a 5.000 ginecologi altrettanti kit contenenti un opuscolo informativo sulla campagna, una locandina e un cd rom d’approfondimento scientifico; è stata anche realizzata un’attività di media relation mirata a dare visibilità alla campagna e ai suoi messaggi sui principali media nazionali (73 uscite complessive). “Diglielo tu” ha invece permesso la distribuzione di 202.500 promocard in 1.350 diverse location (800 a Milano e 550 a Roma); sono stati mandati in onda 126 messaggi di sensibilizzazione in 3 settimane di programmazione su Radio 105 (media di 703.000 ascoltatori giornalieri); è stata realizzata un’attività di media relation mirata a dare visibilità alla campagna e ai suoi messaggi sui principali media nazionali (60 uscite complessive). “Le chiacchiere stanno a zero. O bevi o guidi” ha permesso la distribuzione del modulo formativo predisposto a 3.000 autoscuole; sono stati creati e distribuiti ai neo patentati di 425 autoscuole di 11 città italiane pilota 10.000 alcol-test per l’automisurazione del grado alcolemico nel sangue; è stata anche in questo caso realizzata un’attività di media relation mirata a dare visibilità alla campagna e ai suoi messaggi sui principali media nazionali (90 uscite complessive).

Sull'impresa

Settore: Associazionismo imprenditoriale e distretti industriali Website: www.assobirra.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica