HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


SOFFASS

Azienda attiva nel settore cartario/cartotecnico

 

Climate Savers
Porcari (Lucca)

 

Problema
Parlando di sviluppo sostenibile un riferimento indispensabile sono le iniziative internazionali, la cui efficacia dipende dalla capacità delle diverse entità territoriali di lavorare sinergicamente all’elaborazione di politiche ambientali concrete.

 

Soluzione
Sofidel ha aderito al Programma internazionale WWF “Climate Savers” impegnandosi in un concreto percorso di riduzione delle emissioni di CO2.Con “Climate Savers” il WWF propone alle grandi aziende di adottare volontariamente piani di riduzione delle emissioni di anidride carbonica, attraverso l’adozione di tecnologie innovative e strategie di risparmio energetico.Hanno aderito al progetto 18 grandi gruppi internazionali – tra cui Coca Cola, Nike, Sony, Nokia, IBM, HP, Polaroid e Johnson&Johnson - che si stanno adoperando per ridurre le proprie emissioni di anidride carbonica di 14 milioni di tonnellate entro il 2010. Nello specifico Sofidel, in collaborazione con l'Istituto di ricerca Ecofys e con il WWF, ha analizzato le proprie performance energetiche (i consumi di energia e le emissioni di CO2 in rapporto alle quantità prodotto lavorate) ed ha elaborato alla luce di queste un preciso piano di investimenti finalizzato al loro abbattimento: il Gruppo Sofidel si è dunque impegnato a ridurre, entro il 2012, le emissioni di CO2 dell'11% rispetto al livello del 2007, e del 26% entro il 2020.Tra le misure concrete che il piano prevede per raggiungere questi obiettivi vi sono: l’ottimizzazione dei processi produttivi e l’acquisto di impianti ed attrezzature più avanzate e più efficaci rispetto alla riduzione delle emissioni; il rafforzamento di un approccio strutturato per “l’Energy and Carbon Management”; l’incremento dell’utilizzo di fonti di energia rinnovabile quali la fotovoltaica e l’idroelettrica; l’investimento in impianti di cogenerazione in grado di ridurre le emissioni grazie ad un più contenuto consumo di energia. L’accordo tra WWF e Sofidel prevede inoltre un sistema di monitoraggio periodico dei dati relativi a ciascun impianto e dei risultati progressivamente raggiunti.Nel 2009 il coinvolgimento del personale nell’iniziativa è stato ampliato e formalizzato attraverso un sistema premiante (per gli addetti ed i responsabili di produzione) che intende valorizzare i miglioramenti della performance energetica e le riduzioni delle emissioni di CO2, ma anche attraverso l’integrazione, in un’unica funzione, della direzione ambiente ed energia, per favorirne il lavoro sinergico.Per il personale è stata inoltre elaborata l’iniziativa “Uffici Aperti Ambiente”: si tratta di una serie di seminari sui temi ambientali della durata di circa 8 ore ciascuno che coinvolgerà oltre 300 dipendenti in 4 mesi di lavoro e che sarà successivamente estesa anche al personale estero.

 

Risultati
Il fatto di essere stati ammessi a far parte di “Climate Savers” è già considerato da Sofidel un risultato notevole, sia perché il Gruppo è la prima azienda italiana a farne parte, sia perché essa è attiva nel settore tissue, da sempre al centro delle attenzioni delle organizzazioni ambientaliste. Dal punto di vista della crescita del personale, “Climate Savers” costituisce un grande stimolo per tutti i dipendenti a pensare in modo “sostenibile”, a verificare con continuità le migliori tecnologie ed a valutarne l’utilizzo, ad adottare le best practices e a fornire anche contributi individuali al raggiungimento degli obiettivi stabiliti. Questo progetto è stato pensato per avere un impatto di lungo periodo sulla collettività e i singoli consumatori, in quanto induce a riflettere sulle problematiche del gas serra e in generale del pianeta, contribuendo ad accrescere la sensibilizzazione verso le tematiche dell’ecosostenibilità.

Sull'impresa

Settore: Altre industrie manifatturiere Website: idel.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica