HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ECPI

Società di consulenza finanziaria nell’ambito della ricerca ESG e dello sviluppo di indici sostenibili.

 

ECPI Carbon Winners Index – Un prodotto finanziario a basso impatto ambientale
Milano (Milano)

 

Problema
Le nuove regolamentazioni internazionali in tema di emissioni di CO2 (Protocollo di Kyoto, European Union Emission Trading System - EU ETS) e l’aumentata consapevolezza rispetto a rischi e pericoli legati al cambiamento climatico hanno portato sempre più investitori ed operatori finanziari a chiedere nuovi strumenti/prodotti finanziari che valutassero i rischi ed gli eventuali costi/profitti per le imprese associati alle emissioni, in modo da poter privilegiare le aziende più “verdi”.

 

Soluzione
L’indice Carbon Winners sviluppato da ECPI viene assegnato alle società che registrano soddisfacenti performances in termini di emissioni di CO2 passate e potenziali rispetto alle media di settore e alle concorrenti dirette (dati forniti dalla società di consulenza Arthur D. Little).Possono dunque ottenere questo indice le società meno inquinanti di ciascun settore, su cui verosimilmente - visto il quadro regolamentare sempre più stringente in materia di impatto ambientale - tenderanno a concentrarsi gli investimenti.Il prodotto sviluppato da ECPI è stato costruito sulla base di una metodologia ad hoc che prevede, per ogni società analizzata: una valutazione della sua “carbon intensity” (Tot. Emissioni/Fatturato); una valutazione della sua performance ESG, cioè in materia ambientale, sociale e di corporate governance. La società si è inizialmente concentrata sui settori a più alto impatto in termini di emissioni di CO2 (Elettricità, Acciaio e altri metalli, Oil & Gas) e di conseguenza maggiormente interessati alle nuove regolamentazioni internazionali in materia. All’interno di questi le società sono state ordinate in base alla propria “carbon intensity” e al rating ESG assegnato secondo la metodologia ECPI. L’intero team di ricerca di ECPI è stato coinvolto nell’analisi ESG delle società candidate ad entrare a far parte dell’indice mentre il team di sviluppo degli indici ha lavorato all’ulteriore selezione dei componenti secondo i criteri di investibilità finanziaria (Capitalizzazione di mercato e liquidità dei titoli).

 

Risultati
Oggi, grazie all’introduzione dell’indice Carbon Winners, investitori privati ed istituzionali hanno la possibilità di riconoscere le società a minor impatto ambientale, in modo da poter investire su di esse.La possibilità di ottenere questo riconoscimento ha stimolato nelle imprese un’attenzione ulteriore al proprio comportamento nei confronti dell’ambiente: si è infatti registrato, a seguito dell’introduzione del Carbon Winners, un trend positivo di riduzione delle emissioni di CO2 tra le società raggiunte. La “carbon intensity” media dei componenti dell’indice è diminuita di 66.94 tonnellate per ogni milione di dollari di fatturato tra il 2006 e il 2007. In particolare alcune società hanno ridotto la propria intensità di emissioni fino al 38% da un anno all’altro; questo ha significato un risparmio di circa 530 tonnellate di CO2 ogni milione di fatturato generato dall’azienda. Ogni anno l’indice viene rivisto sulla base dei dati aggiornati di emissione di CO2  (l’universo di società di cui sono disponibili i dati è in costante aumento) e delle nuove regolamentazioni in materia (con particolare riferimento a nuovi settori interessati da tali normative).

Sull'impresa

Settore: Servizi per l'ambiente Website: www.e-cpartners.com
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica