HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


CIAL - CONSORZIO IMBALLAGGI ALLUMINIO

Consorzio senza fini di lucro di produttori di alluminio

 

Ciclo e riciclo

 

Problema
Nel 2003/2004, in Italia sono stati prodotti 131 milioni di tonnellate di rifiuti, di cui 31 milioni di tonnellate di rifiuti urbani e 57,7 milioni di tonnellate di rifiuti speciali (di cui 5,4 pericolosi). Nel 2004 è stato osservato un incremento del 3,7% dei rifiuti urbani ed il 15,2% dei rifiuti speciali (pericolosi e non) rispetto all’anno precedente. Alla luce di questi dati è evidente il grave problema ecologico che il nostro pianeta sta vivendo ed al fine di farvi fronte, è necessario che ogni soggetto, sia esso persona fisica o giuridica, agisca contenendo più possibile i comportamenti potenzialmente inquinanti.

 

Soluzione
Da alcuni anni CiAl realizza progetti per le scuole elementari e medie con l’obiettivo di promuovere l’educazione ambientale ed il riciclo dell’alluminio, ed è proprio in quest’area che si posiziona il progetto "Ciclo e Riciclo". Nel 2005, il concorso alla sua quarta edizione, ha visto la collaborazione con il "Marano Ragazzi Spot Festival", festival nazionale della pubblicità sociale dei ragazzi, organizzato dall’accordo di rete Consorzio Scuole Città di Marano Insieme contro le mafie per la cultura della Legalità, nell’ambito dei progetti provinciali della Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico per la Campania, con il contributo del Comune di Marano di Napoli, della Provincia e della Regione Campania. L’accordo tra CiAl e il Marano Ragazzi Spot Festival (Marano è una cittadina nell’hinterland vesuviano), nasce anche dall’esigenza di sensibilizzare un vasto pubblico di cittadini sui problemi legati all’emergenza rifiuti nel sud Italia, dove l’area napoletana rappresenta una delle zone più a rischio. La manifestazione ha l’obiettivo di coniugare l’impegno sociale delle scuole sui linguaggi della comunicazione audiovisiva e sulle tematiche dell’educazione alla legalità/cittadinanza, attraverso la realizzazione di spot come proposta per la diffusione di campagne pubblicitarie sulle più svariate tematiche sociali. Per prendere parte al concorso, le scuole partecipanti sono state chiamate a presentare elaborati realizzati dai ragazzi (disegni, story board e racconti), incentrati sul discorso del ciclo di vita, della raccolta e del riciclo degli imballaggi in alluminio. Successivamente, con l’aiuto dello staff del Marano Spot Festival, le storie presentate sono state trasformate in piccoli filmati della durata massima di 150 secondi, successivamente proiettati durante la manifestazione annuale. Gli insegnanti responsabili delle classi vincitrici sono stati invitati a partecipare al Festival. Il Consorzio ha offerto un sostegno economico e tecnico per la realizzazione del progetto: l’intero staff CiAl è stato coinvolto nella definizione del progetto e l’impresa ha messo a disposizione il proprio ufficio comunicazione per la realizzazione dell’ufficio stampa, dei materiali informativi e dei supporti per la raccolta. Fondamentale in tal senso, il lavoro dell’associazione AVIS/AIDO di Boccaglio per la preparazione di alcuni monumenti realizzati con le lattine, destinati a promuovere il Festival ed a valorizzare il messaggio sociale. Anche La Fenice della Campania, organizzazione nonprofit locale, è stata coinvolta nell’iniziativa ed ha avviato con CiAl un rapporto continuativo per la raccolta differenziata.

 

Risultati
Il successo del progetto è esaminato sulla base della partecipazione delle scuole, dell’aumento della raccolta differenziata e della presenza sui media. Centinaia di scuole hanno preso parte al concorso, oltre il 45% delle quali nel Sud, il 25% nel Nord e il 30% nel Centro. Le classi, in grande maggioranza, hanno scelto di lavorare in gruppo (80% del totale); l’adesione maggiore è arrivata dalle quarti classi (40% degli elaborati), mentre la partecipazione più limitata è stata quella delle prime (2%) e delle seconde (10%).
Attraverso il progetto "Ciclo e Riciclo", CiAl ha raggiunto tre obiettivi fondamentali: il consolidamento dell’immagine come organizzazione dinamica, innovativa e socialmente responsabile, il rafforzamento dei rapporti con il mondo della scuola (settore strategico per l’educazione e sensibilizzazione alla cultura del riciclaggio) ed il miglioramento del rapporto con il mondo del non profit, con cui l’organizzazione collabora da anni attraverso il progetto Raccolta Solidale. Inoltre, la collaborazione con il Marano Ragazzi Spot Festival ha consentito a CiAl di migliorare il rapporto con le istituzioni locali mentre, la condivisione delle finalità sociali del progetto ha accresciuto il senso di appartenenza dei dipendenti e rafforzato la capacità di lavorare in team.

Sull'impresa

Settore: Altre industrie manifatturiere Website: www.cial.it/
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica