HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


COMUNE DI PESCARA

Ente locale

 

Rilevazione del fenomeno della violenza sulle donne nella città di Pescara
Pescara (Pescara)

 

Problema
In Italia, nonostante i cambiamenti legislativi e di definizione, la violenza contro le donne rimane ancora un problema poco dibattuto, non adeguatamente gestito, troppo spesso taciuto: lo dimostra l’esiguità  di studi e ricerche condotte sull’argomento.

 

Soluzione
Il progetto “Rilevazione del fenomeno della violenza sulle donne nella città di Pescara” è un’indagine conoscitiva - realizzata attraverso l’utilizzo di uno strumento di rilevazione - a cui hanno partecipato diversi enti, servizi ed istituzioni della Rete Antiviolenza della città di Pescara. Tale coordinamento, nato nel 2004 a seguito della partecipazione della città al progetto URBAN - progetto "Rete antiviolenza tra le città Urban Italia" e formalizzato con protocollo d’intesa, riunisce 33 soggetti che si si confrontano periodicamente in tavoli di lavoro inter-istituzionali sul tema. Il progetto del Comune di Pescara è stato avviato con l’obiettivo di ottenere informazioni attendibili sulle dimensioni del fenomeno in ambito locale, in modo da poter rispondere con azioni più mirate ed efficaci nonchè quantitativamente adeguate.A questo scopo è stata dunque elaborata una scheda di rilevazione, la cui versione informatizzata – unitamente all’analisi dei dati raccolti – è stata curata dal CED (Servizio Informatica) del Comune.Si sono concretamente occupati della raccolta delle informazioni le operatrici del Centro Antiviolenza Ananke ed alcuni rappresentanti del Servizio Sociale comunale, del Pronto Soccorso USL, della Polizia di Stato, dell’ Associazione On The Road, della Caritas Diocesana e della Cooperativa Orizzonte. I dati sono stati raccolti su un sottoinsieme specifico di donne che si sono rivolte a questi servizi per situazioni di violenza di genere. Parallelamente a ciò l’attenzione al tema della violenza sulle donne da parte dell’Amministrazione di Pescara si è concretizzata nell’apertura del Centro Antiviolenza cittadino, gestito dall’associazione femminile Ananke.

 

Risultati
Sono state compilate 186 schede relative ad altrettante donne che hanno chiesto aiuto rispetto a situazioni di violenza di genere; a queste 186 segnalazioni vanno aggiunte 10 denunce registrate dalla Squadra Mobile.Dall’analisi dei dati emerge che le donne colpite da violenza sono nella maggior parte dei casi italiane (68%), per lo più disoccupate; hanno un’età compresa tra i 26 e i 55 anni (71%), sono per il 48% coniugate o conviventi e richiedono più frequentemente aiuti che riguardano l’assistenza sanitaria, l’informazione e l’assistenza psicologica. Elevata la percentuale di mamme all’interno del campione (88 su 186); la maggior parte di loro ha inoltre dichiarato che i figli hanno assistito alla violenza.Difficile poi classificare ciascun abuso e definirne coerentemente la tipologia. In generale comunque si sono rilevate violenze di tipo fisico (153), psicologico (122), economico (65) e sessuale (33), ma le diverse forme spesso sono co-presenti. L’autore delle violenze è nel 48% dei casi il coniuge o il convivente; nel 20% dei casi si tratta invece dell’ex partner.  Il progetto è stato un percorso di ricerca ma anche di formazione ed autoformazione per tutti gli operatori coinvolti, che l’hanno considerato un momento prezioso di crescita professionale e personale, oltre che di confronto interistituzionale.I risultati della rilevazione sono stati raccolti in un opuscolo e diffusi attraverso un convegno pubblico organizzato il 25 novembre 2008, Giornata Mondiale per l’eliminazione della violenza alle donne; sono intervenuti all’evento tutti gli operatori e le operatrici che hanno partecipato attivamente al progetto. I risultati presentati pubblicamente hanno suscitato un impatto sia sulla stampa – che vi ha dedicato spazio ed attenzione – sia sulla cittadinanza, che ha potuto riflettere più consapevolmente sulle dimensioni e sulla gravità del fenomeno.

Sull'impresa

Settore: Pubblica Amminstrazione ed Enti locali Website: www.comune.pescara.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica