HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


UFFICIO DELLA CONSIGLIERA DI PARITÀ PRESSO LA PROVINCIA DI TARANTO

Ufficio con compiti di controllo del rispetto della normativa antidiscriminatoria e di promozione delle pari opportunità

 

“Il filo di Arianna – fuori dal labirinto delle molestie e delle discriminazioni sul lavoro”
Taranto (Taranto)

 

Problema
La discriminazione di genere, nonostante gli sforzi volti a ridurla, rappresenta ancora un problema attuale, come dimostrano i numerosi casi portati alla ribalta dalle cronache.

 

Soluzione
Il progetto “Il filo di Arianna – fuori dal labirinto delle molestie e delle discriminazioni sul lavoro” si propone di informare e sensibilizzare la popolazione sulle problematiche delle discriminazioni, delle molestie sessuali e dei comportamenti che ledono la dignità e la libertà femminili sul luogo di lavoro. L’iniziativa è stata inoltre pensata per aiutare tutte le vittime di questi abusi a superare i disagi psicologici, le ansie e le paure derivanti dai maltrattamenti subiti.Concretamente gli enti coinvolti si sono impegnati a diffondere tra le donne una conoscenza generale ed aggiornata degli strumenti legali a disposizione per difendersi dagli abusi, offrendo la consulenza di sociologi e psicologi esperti, della Consigliera di parità e di tutte le figure istituzionali preposte.La Consigliera di parità della provincia di Taranto - l’istituzione di riferimento nella promozione del progetto - ha lavorato all’iniziativa in partnership con la Scuola Forense del Tribunale di Taranto, le Associazioni ed i Club Service Femminili (AMMI Associazione Mogli Medici Italiani; Donne Senza Frontiere; Inner Wheel Taranto e Riva dei Tessali; Soroptimist Club di Taranto; Zonta Club), che hanno diffuso attraverso i loro canali la campagna informativa centrata sull’opuscolo “Il filo di Arianna - fuori dal labirinto delle molestie e delle discriminazioni sul lavoro” creato per sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto ai temi pertinenti le discriminazioni di genere e per far conoscere gli strumenti legali a disposizione delle vittime.Sono stati inoltre coinvolti nel progetto la Magistratura, le Forze dell’Ordine, le Organizzazioni Sindacali e la Direzione Provinciale del Lavoro.

 

Risultati
L’opuscolo “Il filo di Arianna - fuori dal labirinto delle molestie e delle discriminazioni sul lavoro” ha stimolato gli enti territoriali istituzionali e le associazioni di volontariato ad intervenire con più consapevolezza in risposta agli episodi di discriminazione di genere. Numerosi ed importanti benefici sono stati avvertiti dalla popolazione femminile raggiunta, che ha avuto modo di conoscere i diversi soggetti preposti alla propria tutela ed ha acquisito maggiore fiducia nella Consigliera di parità e nelle Forze dell’Ordine. I collaboratori dell’Ufficio della Consigliera di parità hanno avuto l’opportunità di dare il meglio di sé per la buona realizzazione del progetto, di incontrare le vittime di discriminazioni e molestie sessuali e di discutere delle problematiche che colpiscono più da vicino le donne, al fine di sostenerle moralmente ed economicamente.

Sull'impresa

Settore: Pubblica Amminstrazione ed Enti locali Website: www.consiglieradiparitataranto.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica