HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


IULM

Libera Università di Lingue e Comunicazione

 

“SOS Paesaggio” - Gli studenti progettano interventi sul paesaggio
Milano (Milano)

 

Problema
“Quel che occorre realmente per la salvaguardia del paesaggio è una decisa svolta culturale. Per questo è importante educare i giovani in tal senso: diventeranno, domani, adulti responsabili capaci di apprezzare e rispettare i tanti tesori del nostro Paese. Ecco perché l’Università IULM abbraccia i grandi temi ambientali proponendo corsi di laurea e percorsi formativi espressamente dedicati alla valorizzazione del territorio e alla cura del patrimonio paesaggistico” – Giovanni Puglisi, Rettore Università IULM.“Il paesaggio è il bene collettivo più prezioso che noi italiani possediamo, nonché la principale fonte di turismo e uno dei motori economici del Paese. Il paesaggio è simbolo della nostra stessa storia e difenderlo è compito di ognuno di noi! E in questa opera di difesa i giovani, adeguatamente coinvolti e sostenuti, con il loro entusiasmo possono essere dei preziosissimi aiuti” - Giulia Maria Crespi, Presidente FAI.

 

Soluzione
Il concorso nazionale “SOS Paesaggio”, organizzato da FAI e IULM e destinato agli studenti delle scuole superiori, prevede lo studio del paesaggio e la progettazione - attraverso l’uso di strumenti multimediali - di interventi migliorativi dello stesso.L’iniziativa è stata ideata per sensibilizzare i giovani alla tutela del paesaggio ed incentivare il loro senso di responsabilità verso il proprio territorio, stimolandone la presa in carico e le capacità di osservazione, progettazione e comunicazione. Alle classi partecipanti è stato richiesto di osservare il paesaggio per individuare uno scorcio su cui intervenire per ripristinarne l’armonia e valorizzarne ulteriormente gli elementi di bellezza. Per fare ciò gli studenti hanno dovuto illustrare il proprio progetto di modifica con un’immagine digitale “ritoccata” da confrontarsi con l’immagine di partenza. Per dimostrare l’attuabilità dell’intervento infine, gli studenti hanno dovuto definire i passi da compiere per la sua realizzazione ed i possibili partner da coinvolgere, con l’ideazione di un piano di comunicazione ad hoc.Tutto il materiale prodotto – le immagini dei “prima” e dei “dopo” – è stato pubblicato sul sito www.faiscuola.it, dando anche la possibilità al pubblico di fare commenti ed esprimere preferenze. MSN - Windows Live, web media partner del concorso, ha collaborato distribuendo alle classi partecipanti un software che permette di raccogliere e archiviare le immagini del paesaggio scelto e di realizzare gli interventi migliorativi attraverso le modifiche sulla fotografia digitale.La collaborazione ha inoltre consentito la diffusione dell’iniziativa sul canale web MSN nelle sue varie declinazioni. “SOS Paesaggio” si colloca all’interno del percorso didattico per la scuola secondaria di II grado “Itinerari di Bellezza”, avviato da FAI e IULM nel 2006/2007 con il concorso omonimo e proseguito nell’anno scolastico successivo con il concorso “Il Bello in Piazza”. FAI e IULM hanno inoltre realizzato un “Osservatorio Permanente sul Paesaggio e i Giovani”, allo scopo di analizzare la percezione del paesaggio da parte dei giovani.

 

Risultati
Hanno partecipato ai concorsi FAI – IULM “Itinerari di Bellezza” 144 classi nell’anno scolastico 2006/2007 (3.312 studenti), 222 classi nell’anno scolastico 2007/2008 (5.106 studenti) e 463 classi nell’anno scolastico 2008/2009 (al 19 gennaio 2009), corrispondenti a 10.649 studenti.Il progetto ha consentito un interscambio di competenze tra chi stende i programmi didattici, chi si occupa dell’orientamento degli studenti, chi è impegnato nel reperimento delle risorse finanziarie e chi analizza i dati statistici. Negli anni precedenti, in alcuni casi la comunità locale di appartenenza delle classi scolastiche ha effettivamente utilizzato e valorizzato a diverso titolo i progetti proposti: alcune Amministrazioni Comunali per esempio hanno contribuito a realizzare i progetti presentati dagli studenti. Si prevedono risultati simili anche per il concorso “SOS Paesaggio”. FAI e IULM possono a buon diritto aspettarsi un aumento della consapevolezza, dell’educazione civica e della cooperazione dei giovani e dei cittadini tutti in merito alle tematiche ambientali, grazie al possibile coinvolgimento delle Istituzioni locali, degli Enti presenti sul territorio e delle Associazioni locali.

Sull'impresa

Settore: Istruzione Website: www.iulm.it
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica