HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


GRUPPO FERALPI

Gruppo siderurgico internazionale specializzato nella produzione di acciaio

 

Nuove tecnologie applicate ai forni di riscaldo dei laminatoi per la produzione di tondo per cemento armato

 

Problema
Riuscire ad associare la protezione ambientale ad una buona gestione delle attività, è una delle tematiche all’ordine del giorno di  tutte le imprese che hanno a cuore i problemi derivanti dalle emissioni di gas inquinanti.

 

Soluzione
Il progetto vuole dimostrare, oltre alla riduzione del tempo di attraversamento del semi-prodotto, le capacità della nuova tecnologia dei sistemi di combustione rigenerativi e ossicombustibile basati sull’ossidazione senza fiamma, al fine di consentire una svolta in termini di impatto ambientale dei forni di riscaldo per la laminazione di acciaio per CA, riducendo le emissioni di CO2 e NOx. Tali sistemi saranno studiati con il supporto di modellizzazioni del processo di combustione e analizzati gli effetti dei nuovi sistemi di combustione sulla qualità del prodotto. Feralpi Siderurgica ha il compito di testare una coppia di bruciatori rigenerativi a parete e un bruciatore rigenerativo a volta. Gli interventi eseguiti da Feralpi Siderurgica hanno comportato la completa trasformazione del processo produttivo e consistono in tre azioni: l’integrale trasformazione del “sistema di alimentazione in continuo billette da colata continua a laminatoio”, la sostituzione del vecchio forno di riscaldo con uno di ultima generazione e l’adozione di una nuova tecnologia di combustione. La trasformazione del sistema di alimentazione in continuo billette da colata continua a laminatoio consente il passaggio dalla “carica a freddo” alla “carica a caldo” dei semilavorati: in sintesi, eliminando la fase di stazionamento delle billette sulla placca in uscita dalla colata continua e facendole transitare direttamente al forno di riscaldo si evita il raffreddamento dei semilavorati e si ottiene un conseguente risparmio nel consumo di gas metano.

 

Risultati
L’implementazione del progetto ha comportato tre importanti risultati: la riduzione dei consumi di gas metano (circa il 50% rispetto ad un tradizionale forno); importanti risparmi elettrici (circa il 10% rispetto ad un tradizionale forno); un aumento della produttività (circa il 30% rispetto ad un tradizionale forno). Inoltre si è riscontrata un’importante riduzione nell’emissione diretta di CO2: l’abbattimento è risultato pari al 55%.

Sull'impresa

Settore: Edilizia e costruzioni  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica