HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


ECONATURASI'

Azienda distributrice di prodotti biologici

 

I granai del Niger

 

Problema
La siccità in alcuni distretti del Niger colpisce pesantemente, ciò comporta che durante questi periodi ci sia una difficoltà notevole da parte della popolazione nell’ottenere cibo. Per limitare gli effetti che la siccità comporta, la diffusione di sementi geneticamente modificate sta andando ad incidere negativamente sulla biodiversità. 

 

Soluzione
EcorNaturaSì dal 2007, in collaborazione con l’Ong Cospe, si è attivata per sostenere il progetto Granai del Niger che ha il fine di realizzare una rete di banche di cereali.I motivi che hanno portato all’ideazione di questo progetto, riguardano particolarmente le difficili condizioni di vita che si vengono a creare in Niger durante i periodi di forte siccità; ciò ha portato la popolazione locale ad ingegnarsi nel cercare metodi sempre migliori per la conservazione delle sementi.L’obiettivo del progetto è quello di realizzare una serie di magazzini per la conservazione del miglio - il grano tipico di questo paese - da ridistribuire nei periodi critici. La gestione sarà affidata a delle organizzazioni interne alla comunità a cui saranno fornite le competenze necessarie attraverso un periodo di formazione e garantendo loro assistenza tecnica. EcoNaturaSì ha avviato il progetto con un versamento  iniziale di 5.500 euro, per la realizzazione di un primo granaio, oltre a questo ha coinvolto i propri clienti, informandoli e dando loro la possibilità di fare donazioni.

 

Risultati

L’adesione è stata elevata ed i risultati sono stati importanti. Grazie alla sensibilità dei clienti verranno realizzate almeno 10 banche di cereali per lo stoccaggio del miglio, superando l’obiettivo prefissato che inizialmente era la costruzione di 4: il costo di ciascuna banche è di 5.500 €.

Sull'impresa

Settore: Alimentare e bevande  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica