HOME PROMOTORI ENTRA IN SODALITAS SOCIAL SOLUTION E SCOPRI I CASI AZIENDALI  
 

CASI AZIENDALI

 

Database dei casi di impresa: 
risultati della ricerca: Caso Completo


GELATERIA PELLICANO AUSA

Gelateria

 

“Non ConGelateci il sorriso” Comunità locale e scuola per il benessere dei bambini e per il rafforzamento della responsabilità sociale delle imprese; III Edizione a.s. 2009/2010

 

Problema
Il bullismo è un fenomeno trasversale che colpisce soprattutto le fasce d’età 7-10 e 11-16 anni. In Italia almeno un quarto dei ragazzi, soprattutto di scuole elementari e medie, è stato vittima di comportamenti improntati al bullismo o ha assistito a tali episodi.

 

Soluzione
Il progetto “Non con-gelateci il sorriso” nasce in seguito alle osservazioni di due gelaterie artigianali di Rimini – Matisse e Il Pellicano- che per prime hanno proposto di farsi parte attiva per la prevenzione di situazioni di disagio, dimostrando la propria forte intenzione a compiere azioni di responsabilità sociale d’impresa convinte anche dell’idea che contesti come le gelaterie, disseminate lungo il tragitto casa-scuola, possano assumere il ruolo di luogo per l’educazione e la formazione dei ragazzi.Il programma è messo in atto mettendo in pratica attività già realizzate in precedenza come: Arricchimento formativo dei gelatieri: il personale delle gelaterie è istruito mediante internet sul problema del bullismo e su come affrontarlo.Incontri in gelateria tra genitori ed esperti: in orari prestabiliti si svolgono riunioni che coinvolgono le famiglie e un esperto che hanno per oggetto il tema dell’educazione tra regole ed affettività.Mostra dei disegni e degli slogan ideati dai bambini e dagli adolescenti per riconoscere il bullismo: è una “ pubblicità progresso” forse di scarso valore artistico, ma di grande efficacia per comunicare da pari a pari, per “fare intendere”ai propri coetanei.Laboratorio teatrale: i ragazzi sono impegnati nel mettere in scena uno spettacolo dove episodi di prevaricazione sono rappresentati. Grazie allo strumento del teatro, in classe migliora il clima di gruppo ed in più i ragazzi insieme al proprio insegnante riflettono su questo tema.Una comunicazione speciale: all’interno delle gelaterie viene esposta la locandina “Gusto bullo esaurito” dove vengono elencate gli esercizi che fanno parte del circuito.Lancio del gelato “Al gusto dell’amicizia”: in occasione di Sigep 2010, i gelatieri artigianali dell’area “Eccellenze” sottopongono alla valutazione di una giuria di bambini che partecipano al progetto, gusti di gelato tra cui scegliere quello al “ gusto dell’amicizia”.La realizzazione del progetto si è ottenuta grazie al coinvolgimento del personale di BuonLavoro CNA di Rimini che si è prestato favorevolmente anche a causa dell’alto valore etico degli obiettivi prefissati.Inoltre si è avuta la collaborazione dell’’Ufficio Scolastico provinciale, le scuole elementari e medie di Rimini, Riccione, Misano, Verucchio; il Polo Scientifico Didattico di Rimini - Corso di laurea per Educatore Sociale; la Provincia di Rimini; l’Isfol ente del Ministero del Lavoro; Fiera Rimini e la Provincia di Rimini.

 

Risultati
Il progetto, a fine 2009, ha visto il coinvolgimento di circa 250 alunni appartenenti a 6 scuole.Ottimi sono stati gli esiti formativi, che vanno dall’accrescimento dell’autostima negli alunni, al ridimensionamento della figura del bullo, al rafforzamento del gruppo-classe, alla partecipazione numerosa e attenta dei genitori alle discussioni proposte, all’apprezzamento degli elaborati sul tema esposti nelle gelaterie.

Infine si può rilevare un continuo aumento di partnership e di gelaterie artigianali che vogliono far parte di questo genere d’iniziativa nonché l’emulazione da parte di altri territori.

Sull'impresa

Settore: Alimentare e bevande  
 

 

 

     
       
In collaborazione con Impronta Etica